csaba 7 aprile 2018

CAMBIO DELL’ARMADIO IN DISPENSA!

Ok, ci siamo – è tempo di sovvertire l’ordine in dispensa. Via i cavolfiori e le arance (dei quali, personalmente, inizio a essere un po’ stufa) e avanti asparagi, nespole e fave con pecorino. Possibilmente in terrazza. Con un bicchiere di vino…
7 commenti

Scendo da Pietro, il mio ortolano e, finalmente, la frutta e la verdura esposte sono diverse. Non c’è segno più intenso dell’arrivo della primavera del verde dei pisellini tondi e dolci. Dell’arancio delle nespole. Del bianco degli asparagi di Bassano che mi guardano e implorano burro e limone (no, ho promesso, questa volta li faccio grigliati, è davvero ora di fare un po’ di serio detox).
Sono in piedi davanti al banco e vorrei comperare tutto: le taccole piccole, le insalatine novelle, i germogli di pisello verde, le nespole grosse e succose. Ogni cosa che guardo mi suggerisce una ricetta che vorrei provare stasera stessa. Voi avete già fatto il cambio dell’armadio in dispensa?

Io ho voglia di cucina semplice, di piatti freschi serviti in terrazza mentre il primo sole mi scalda la pelle…

5 INGREDIENTI DA ARCHIVIARE SINO AL PROSSIMO AUTUNNO
(E LE IDEE PER SOSTITUIRLI)
La primavera è una stagione così bella in cucina: porta nuovi sapori freschi e ingredienti facili da cucinare. Dopo un inverno tanto lungo, contraddistinto da zuppe calde per contrastare il freddo umido che ci ha avvolto tutti, ho desiderio di piatti più rapidi, più leggeri, più verdi. Per incominciare, si devono archiviare i prodotti invernali. Siete pronte a salutare i cavolfiori e le mele? Ecco 5 cose che vi consiglio di smettere di mangiare ora, per prepararvi ad assaporare la bella stagione. E tutto quello con cui potete sostituire… Enjoy!

RADICCHIO. Ha fatto il suo tempo sia per colore che per sapore. Al posto della Chioggia e del radicchio tardivo, preparatevi a insalate verdi a base di rucola, romana, cicoria, lollo e foglia di quercia.

CAMEMBERT & FORMAGGI GRASSI. Con il 31 marzo smetto di mangiare il Camembert, ogni anno (per via di un fioretto fatto quando avevo 25 anni) e non riprendo sino al 31 ottobre. È l’occasione per me per cancellare dalla lista della spesa tutti i formaggi grassi e introdurre i freschi. Ricotta e chèvre sono quelli che prediligo in questa stagione. Ma anche le mozzarelle morbide e bianche si fanno strada nella mia cucina con l’arrivo della primavera.

CAVOLFIORI E CAVOLETTI. Non ho più voglia di cime di rapa e di broccoli, ne ho mangiati davvero troppi sin qui. Adesso nella mia borsa della spesa ci sono le fave fresche, da mangiare semplicemente come antipasto come mi ha insegnato mio nonno: intinte nel sale e accompagnate dal pecorino toscano. Insieme a piselli freschi e asparagi.

MELE. Le mele sono un frutto dell’autunno che viene conservato anche in inverno – oggi si trovano tutto l’anno perché la loro maturazione viene controllata dai produttori. Ne ho mangiate tante, ora per me è tempo di passare oltre. Aspettando le ciliegie e le fragole vere (che iniziano a salire al nord dalla Basilicata) mi dedico alle nespole: un frutto particolare che la mia mamma comperava sempre quando ero bambina.

FRUTTA SECCA. Tipica dell’inverno, fa davvero bene ma è molto calorica. A noci e mandorle, per le vostre insalate di primavera, preferite i germogli freschi, specialmente se biologici. Semi di girasole, di lino e di canapa rimpiazzeranno benissimo le nocciole e i pinoli, dal sapore più autunnale.

 

QUALCHE IDEA IN PIÙ PER APRILE

Scegliere le barbabietole crude. Sono un toccasana per la salute e sono buonissime. L’importante è affettarle al velo. La mia idea? Una insalata di pollo con barbabietola cruda e sesamo nero. Molto #honestlygood.

Il cipollotto fresco è al suo meglio per me adesso. Anche se il sapore intenso lascia un profumo in bocca che non è esattamente meraviglioso, usato con parsimonia mi piace tanto. Ad esempio nelle polpette vegetariane.

Il rabarbaro fresco è delizioso insieme alle prime fragole in un crumble da servire con il thé del pomeriggio. Questa ricetta è facile e molto buona. La servo con un thé rooibos oppure un verde fruttato o fiorito, come il Bali di Dammann Frères.

Gli asparagi sono perfetti sempre. In un risotto, in una quiche, o semplicemente serviti con un uovo in camicia. Facile & buono (per la ricetta, cliccate qui). Ma anche in una super buddha bowl primaverile!

Infine, i ravanelli. Da aggiungere alle insalate fresche, oppure da tagliare al velo per servirli come decorazione (edibile) in ricette sofisticate come il salmone in alga nori.

Enjoy Spring!

 

Lascia un commento!
7 commenti
Martina |

Niente di più vero! Oltre agli ingredienti ho sistemato la libreria e messo a portata di mano i libri con ricette leggere e fresche e appeso nella dispensa un foglio con la frutta e verdura di stagione da qui fino a settembre per non sbagliare negli acquisti. Buona bella stagione! 😉

Maria Rita Salvador |

Ciao a tutte! Nel mio frigo sopravvivono gli ultimi finocchi e le barbine rosse, ma ho già gustato asparagi e zucchine in abbondanza nell’ultima settimana. Voglia di piatti leggeri e freschi, ma soprattutto di frutta ….fragole, ciliege e company! In attesa ho già prenotato le vacanze pregustando le spese di verdura e frutta dei produttori della zona di Capalbio! Zona eccezionale per pesce, verdura e frutta !

Marina N |

Io ho ancora voglia di cavoli, broccoli verza …non avverto ancora la primavera, sarà colpa del clima un po’ pazzerello?

Lorenza |

Oggi:rosole di papaveri saltati in padella e un ottimo coniglio nostrano al rosmarino al forno.la sempre classica crostata di marmellata di fragoline di bosco di asiago.una buona “ombra “di vino rosso di cantina casereccia Cabernet.che vuoi di meglio come inizio primavera?!!

Luisa-mamilu |

Buongiorno Csaba io non vedo l’ora di assaggiare le primizie dell’orto del mio papà, che cominciano ad affiorare come le insalatine, cipollotti, fave, piselli e ceci freschi, che sono la mia madleine. Stiamo resistendo all’acquisto delle fragole 🍓. E anch’io adoro le nespole, che mangiavo da piccola a quintali, anche se il sapore non è lo stesso di allora e durano davvero poco sul mercato. Ho già iniziato con la preparazione del cous cous, che tanto piace ai miei bimbettii. Buona domenica a te e a tutte le amiche del blog, Luisa

Lalla |

Venerdì sera ci siamo concessi una cena molto primaverile: tonno all’alloro con contorno di asparagi (carissimi! Nella mia zona devono ancora essere raccolti, questo inverno prolungato non ha aiutato l’agricoltura…) e fragole (italiane!) con panna 😋
Oggi grigliatina e panna cotta.
Peccato che chiamano ancora maltempo nei prossimi giorni 😢

Dalila |

Buonasera cara Csaba, quante voglie arrivano in questa stagione di frutta più polposa e fresca, non so perché mi ritrovo già a desiderare di dare un morso ad una succulenta pesca…ma per questo dovrò aspettare ancora un po’. La mia dispensa si è svuotata già di tutti i legumi e aimè di tutti i vasetti di marmellata d’arancia preparata quest’inverno, resistono ancora mandorle e pistacchi, tanto amati da mio marito, mentre il frigo si è riempito di piselli freschi, zucchine e spinaci. Con questi ingredienti la tavola ha decisamente cambiato colore.🌺