csaba 23 novembre 2017

SCEGLIERE IL THÉ DI NATALE

È un classico di fine anno, ma ogni volta mi emoziona con la stessa intensità: il volgere verso la fine del mese di novembre porta con sé la scelta del thé di Natale e l’inizio della pianificazione del ricevere. Cosa ne pensate di organizzare un Tea Time delle feste, quest’anno?
32 commenti

Come ogni anno, il thé di Natale è appena entrato nella mia casa con il suo aroma speciale. Quest’anno ho deciso di andare sul classico: un nero intenso, molto speziato. Sarà stata la mia visita a Roma da Babington, che ha un’atmosfera davvero speciale – anzi unica – e che è stata degnamente punteggiata da una piacevole conversazione con gli eredi delle due fondatrici, un thé nero speziato e due (due!) deliziosi scones caldi con marmellata e panna.
Oppure la puntatina fatta da Dammann Frèreres l’altra sera, per prendere le confezioni che utilizzerò domani per il Christmas Tea a L’Albereta (a proposito, ci sono ancora 3 posti liberi se qualcuno vuole approfittarne, chiamate direttamente l’hotel, perchè quella di domani sarà un’occasione davvero speciale…).
O forse semplicemente l’aver riaperto il mio libro Tea Time per fare per l’appunto gli scones l’altro pomeriggio, e poi essermi ritrovata a sfogliare il capitolo dedicato al Natale, che ormai sta decisamente per irrompere in casa con tutta la sua allegra bellezza.

Fatto sta che, da questo week end, il thé di Natale sarà quello che berrò nei miei pomeriggi di casa: decisamente quelli che più apprezzo in questo periodo dell’anno.

Henry James, in Ritratto di Signora, scriveva che “Ci sono poche ore nella vita più gradevoli dell’ora dedicata alla cerimonia conosciuta come thé del pomeriggio”. Sono d’accordo. Ma penso anche che non c’è periodo come la Quinta Stagione, il Natale appunto, per approfittare di questa bellissima tradizione e organizzare un invito a casa, per vedersi con gli amici che poi non avremo occasione di frequentare durante le vacanze natalizie, dando un thé pomeridiano in perfetto stile.

Un thé a dicembre, per le feste
Dare un thé nei pomeriggi di dicembre è una delle attività preferite: non impegna più di tanto (in questo periodo per me il lavoro è praticamente a ciclo continuo, incluso il week end) e piace a tutti. È bellissimo vedere come un’occasione semplice quanto un thé pomeridiano possa trasformarsi, senza grandi sforzi, in qualcosa di straordinario. Il bello è poter preparare tutto in anticipo e avere la certezza che sarò in grado di godermi la festa tanto quanto le mie ospiti: mi dà un senso di relax che conforta, soprattutto a dicembre, quando il mese sembra scivolare verso la fine alla velocità di una slitta di legno che scende lungo una collina innevata.

È un modo carino per invitare le mie amiche con figli, dando la possibilità di arrivare ed andarsene secondo i propri impegni e quelli dei bambini (tra scuola e attività pomeridiane, solo le mamme con figli alla primaria o giù di lì possono capire).
All’inizio pianificavo questo evento uno dei primi due sabati del mese, ma adesso mi sento abbastanza in confidenza con i preparativi da scegliere di darlo un venerdì, dalle 16.00 alle 19.00. è un modo bellissimo per non occupare a nessuno il week end – a volte giustamente impiegato per l’acquisto delle decorazioni e dei regali. Certo inizio a preparare tutto almeno cinque o sei giorni prima, e poi mi concedo il lusso di prendermi una mezza giornata libera per il venerdì prescelto, in modo da poter apparecchiare ed allestire il mio tavolino basso con tutta la calma che necessita, accendere la musica con le melodie di Natale che adoro, pianificare i dettagli senza fretta.
Fare gli inviti, scegliere il thé e il menù
Circa dieci giorni prima penso agli inviti. Mi piace fare una telefonata –perché a volte è difficile sentire tutti con una certa frequenza, e un invito è sempre una buona scusa.
Nel fine settimana precedente mi prendo un momento per andare a degustare il thé nel mio negozio preferito, e scegliere quello di Natale dopo averne assaggiati un po’. Ogni Maison crea una propria personalizzazione natalizia su una base generalmente di thé nero indiano, oppure di delicati thé verdi cinesi o bianchi. Quasi tutti i negozi specializzati offrono sin da adesso una degustazione gratuita del thé di Natale: per loro è un modo interessante di invitare in boutique le proprie clienti, per me un’idea carina che mi fa trascorrere un momento felice sorseggiando thé pregiati. Ogni anno il blend cambia, ma ci sono dei blend storici che rimangono sempre uguali a loro stessi e che si possono acquistare, Natale dopo Natale, per dare alla propria festa un profumo speciale. Le sere che precedono il venerdì della festa sono dedicate alla cucina, un’oretta all’incirca dopo cena, per prepararmi le basi, riuscire a ragionare sui dettagli, iniziare a pregustarmi l’idea. Se necessario lucido l’argenteria – mi piace farlo di persona, per ammirare la delicatezza del lavoro degli artigiani argentieri, per sentire il tintinnio delle posate belle che vanno riposte nel cassetto di legno foderati di lino. Poi scelgo le candele e le tovaglie, le tazze e i bicchieri, il vassoio e le alzate.
Per i bambini preparo un thé più leggero, ma non un menù speciale. I biscotti e i cioccolatini solitamente sono quanto è necessario per farli contenti.

Organizzo il mio thé in salotto e non mi faccio nessun problema nel non avere aiuto: mi piace che il mio thé sia un evento intimo. Quindi preparo tutto ciò che occorre prima dell’arrivo degli ospiti e tengo a portata di mano il bollitore elettrico, su un carrello messo vicino al tavolino, in modo da poter preparare l’acqua bollente durante la conversazione.
Infine, una nota personale sull’abbigliamento. Come vestirsi per un thé in casa? Ricorro alle parole di Donna Letizia, che nel suo Saper Vivere recita: “La signora che riceve veste come per una colazione elegante. Le amiche non si presentano con cappelli sensazionali, ma nemmeno in tenuta sportiva”. Qualche decennio dopo, lo trovo ancora il modo migliore per sapersi regolare.

 

Il mio menù per il Christmas Tea
[dal libro Tea Time]

sandwiches integrali con salmone
biscotti Stilton e noci
scones con panna montata e marmellata di lamponi
biscotti di Natale al limone
cupcakes di Natale
chocolate banoffee pies
panettone con crema inglese

Christmas Green Tea
aromatizzato con mandorle, cannella, mela, zenzero, chiodi di garofano

Christmas Black Tea
con note speziate di cannella e pepe, arancio, ribes e vaniglia

 

Lascia un commento!
32 commenti
raffaella rota |

CIAO ho letto che in alcune ricette usi il the PU’ER dove si puo trovare a milano ?
grazie mille

Alice |

Ciao, grazie per i consigli 🙂

michela74 |

Ciao Csaba, quest’anno finalmente anch’io organizzerò un the di Natale. Non vedo lora!!!

Alessandra ortori |

Carissima Csaba grazie per “aver inventato” la “quinta stagione” troppo giusta la definizione, troppo bella e magica per non viverla con gioia e condivisione. Un consiglio riguardante il the’: purtroppo soffro di tachicardia e sono anni che lo sostituisco con tisane…c’è un modo per farlo più leggero? Il deteinato non entrerà mai in casa mia! Grazie mille ancora per tutto e felice fine settimana, ci attende un mese Stupendo!

Arianna |

Ciao Casba, amo tantissimo i tuoi libri ed ho acquistato anche tea time. L’idea di organizzare un tea nel pomeriggio mi piace moltissimo. Volevo solo chiederti gli scones si riescono a fare senza glutine? Hai una ricetta? Il mio bambino è celiaco e vorrei preparare cose che può mangiare anche lui. Grazie

Ilaria |

Buona sera Csaba e buona sera Arianna, bellissimo il the di Natale e non solo ,io adoro riunire le persone che apprezzano perché sono le occasioni di condivisione ricreative e costruttive che ci servono per confrontarci e migliorare noi stessi e poi un po’ di coccole in questa vita frenetica non guastano. Per quanto riguarda gli scones senza glutine Arianna posso provare a darti una mano io , essendo celiaca sperimento sempre e li ho fatti con la farina di riso ho dimezzato lo zucchero perché la farina di riso è già abbastanza dolce per il resto gli ingredienti li ho lasciati invariati tranne il burro né ho messo 100gr per legare meglio , ll’impasto poi l’ho lasciato mezz’ora in frigo per avere la possibilità di stenderlo meglio il risultato è abbastanza apprezzabile magari non si gonfiano tanto ma il gusto è buono. Spero di esserti stata d’aiuto , non voglio scavalcare Csaba è solo un piccolo gesto per aiutare un’amica virtuale😊buona serata a tutti☺️

simonetta |

Cara Csaba, vorrei organizzare il mio primo tea time e pur avendo un servizio da tea completo mi piacerebbe mischiare diversi servizi tra loro. Secondo Lei potrebbero essere adatte le tazze da tea inglese da colazione (per capirci meglio quelle col piattino da biscotti laterale)? Io le trovo piu’ originali e anche piu’ comode col piattino attaccato pieno di squisitezze…

Nevilda13 |

Dimenticavo….vivendo ormai da sette anni lontana dalla mia città d’origine…..mi capita ,ogni tanto ma non quanto vorrei, di organizzare dei Tea Time con le poche nuove amicizie….lo farò anche quest’anno e sarà suggestivo avere il camino acceso e osservare il foliage autunnale fuori in giardino….

Nevilda13 |

Dopo averti conosciuta a Piacenza (mi permetto di darti del tu) scrivo per la prima volta su questo blog….e per me è un’ottima occasione perché sono una vera teofila (non è che poi qlcn. mi dice che sono un’amante di Dio prendendo alla lettera il mio neologismo??? non sarebbe corretto). Colgo così l’occasione per ringraziarti del piacevolissimo e istruttivo incontro…ho imparato molto e spero di mettere in pratica anche molto….poco per volta…..grazie ancora e a presto.
Federica Maccario

Cristina Bertoncello Brotto |

Buongiorno Isabella. C’ero pure io con un’amica a quella presentazione. Ho la foto in cucina. Speriamo di conoscerci di persona prima o poi. Buon fine settimana. Cristina

Marina N |

Lo ammetto sono diventata pigra e non ho più tanta voglia di stare in cucina….ma non riesco più a conciliare tutto! Alcune cose sono cambiate e non ho più il tempo materiale o sono troppo stanca!😧

Lalla |

Io ho il problema contrario: tempo e voglia ne ho in abbondanza ma, come diceva Silvia B., le persone che frequento non apprezzano queste cose, quindi i tea time me li faccio da sola. Tè verde in foglie melange e dolcetto fatto in casa, e chi non c’è non sa cosa si perde. 😉
A natale arriveranno i miei genitori in vacanza e sicuramente preparerò per loro un Tea time natalizio, sicura che lo apprezzeranno! 🙂

csaba csaba |

Certo Lalla che lo apprezzeranno – con o senza argenteria, non c’è momento più bello che quello in cui mi siedo con una tazza di thé e un dolce….

Isabella |

Tutto meraviglioso…ad avere il tempo per realizzarlo…
magari tra 20 anni, quando (forse) sarò in pensione! Mi piace molto la versione rustica di Rita indicata sotto…schiacciata, prosciutto e thè alla cannella!! Favolosi
PS com’è che mi sono persa il tuo intervento nella mia città da Max Mara nel 2014, citato sotto da una signora padovana?secondo me sei venuta nel 2013 e ancora non ti conoscevo. Torna in centro, ti prego…è troppo complicato venire fino a Bovolenta!!

Cristina Bertoncello Brotto |

Forse hai ragione Isabella, devo controllare se era ottobre 2013 o 2014. E’ stato un bel pomeriggio e sarebbe bello che Csaba ritornasse da Max Mara, magari suggerendoci qualcosa anche in tema di moda. Lei veste in modo delizioso. Cristina

Isabella |

Buongiorno Cristina, a dicembre 2014 ricordo la presentazione del libro “cioccolato” in centro in casa privata. E’ stata la prima volta che ho incontrato Csaba e in quell’occasione ho comprato Merry Christmas (avevo solo Bon Marchè regalatomi due mesi prima ). Ma non è molto importante in realtà..sarebbe bello tornasse in location più centrali ma immagino che in realtà siano più accessibili quelle un po’ fuori per traffico e parcheggio. Buona giornata!

csaba csaba |

Cara Isabella, da Max Mara sono venuta nel 2014. Comunque a Padova tornerò sicuramente! Per quanto riguarda il tempo… non ne serve molto, sai? Se acquisti i dolcetti già fatti, ne basta proprio poco. E poi pensa questo… la vita è ogni giorno. Ogni tanto fermarsi e fare qualcosa di bello (per noi stesse) ci aiuta a essere migliori. Non credi? Io sto per iniziare il mio Tea Time adesso, quindi risponderò agli altri cmmenti domani. Un saluto!

Il circolo delle Signore |

Cara Csaba, ieri un imprevisto mi ha costretta a rincasare prima della presentazione del tuo libro, mi dispiace tantissimo. Ancor di piu’ di rammarico di non averti incontrato da Babington, anche io ci sono stata ieri mattina.
Sarà per la prox volta.
Un abbraccio, Simona

Rita Salvador |

Ciao Csaba, l’anno scorso ho dato anch’io il mio te’ di Natale, ma per i parenti di mio marito che non avremmo visto il 25 Dicembre. Diciamo che l’ho declinato in chiave piu’ rustica, con schiacciata integrale fatta in casa con dell’ottimo prosciutto, vari dolci dell’ottimo te’ di Natale alla cannella ma anche un ottimo prosecco. Era piu’ consono agli invitati (:-*)! Comunque e’ riuscito benissimo e quest’ anno lo replichero’ per i miei, ma piu’ classico.
Ci vediamo giovedi prossimo da Red!!!!!

Silvia P. |

Da quando ho scoperto il thé in foglie, ho abbandonato quello in bustine.
Grazie Csaba per tutti i consigli e le idee sempre utili e stimolanti.
Il libro Tea Time lo rileggo sempre con piacere.
Nei prossimi giorni provvederò ad acquistare il thé natalizio presso il negozio scoperto lo scorso anno a Monza “Parliamo di The”. Un ambiente accogliente, con una vasta scelta e con una sala da Thé, gestito da una famiglia appassionata e competente. Ti seguono da quando entri nel negozio a quando esci, con tanta pazienza e professionalità, anche per chi, come me, è inesperta e alle prime degustazioni.
Un caro saluto a tutte le Signore.

Paola Pigat |

Roberta, condivido appieno il tuo pensiero!
Io in questo periodo rimetto a portata di mano Merry Christmas e risfoglio il capitolo 5 di Tea Time, questo per me è il modo migliore per entrare nel mood natalizio!⭐️
Grazie Csaba! ❤️

Roberta massa |

Nessuno meglio di te cara Csaba mi mette in sintonia con il mondo, leggerti mi fa sempre stare bene. Grazie di❤️

Silvia B |

Buonasera Csaba. Mi piace tantissimo l’idea di dare un the’ per Natale! Il mio problema e’ che molta della gente che conosco non apprezza..io invece lo trovo bello. Magari con l’albero di Natale li accanto da ammirare. Io sto pensando alle decorazioni e come sempre mi diverto un mondo. Sempre ispirata anche dal tuo merry christmas! A presto. Silvia

Anna |

Cara Csaba, quest’anno per me sarà il primo Christmas Tea Time che organizzerò. A dire la verità sarà il primo in assoluto! Lo scorso Natale avevo organizzato un pomeriggio con cioccolata calda, ricetta presa dal tuo libro “Csaba 5 season” e qualche dolcetto preso dal tuo libro “Tea Time” e devo dire che era stato proprio un successo! Avevo davanti le persone che mi stanno più a cuore con i “baffi” di cioccolata ed erano così felici e buffi che sembravano bimbi e mi hanno riempito il cuore di soddisfazione e quella bella sensazione la ricordo ancora! Ora vorrei iniziare ad organizzare tea time iniziando da questo Natale e condividere la mia passione per il tea. Seguirò i tuoi consigli e spero che mi riesca bene, secondo le mie aspettative. Ti mando un forte abbraccio. Anna

Carolina |

Tea Time è stato il tuo primo libro che ho acquistato, data la mia passione per questa bevanda meravigliosa, e non passa un mese intero senza che sfogli le sue pagine..
Se posso chiedere direttamente qui, potresti consigliarmi una boutique a Firenze, o dintorni, dove possa scegliere il mio thé di Natale? Uscendo dall’Università, ora che le prime luci natalizie addobbano le strade, mi piacerebbe organizzarmi per un bel pomeriggio come descrivi nel blog!
Grazie, Carolina

Sonia Giovannelli |

Sei mai stata a La Via del tè, in Via Santo Spirito? Se non la conosci, si tratta di una deliziosa sala da tè, con annessa la vendita, dove potrai prima degustare un’ampia scelta di tè, aromatizzati e non, accompagnati da squisiti scones appena sfornati con l’immancabile clotted cream e marmellata di arance amare, oppure da ottime torte e biscotti sempre freschissimi. Dopo la degustazione potrai scegliere di acquistare tra una vasta scelta di tè ed infusi, ma anche teiere, tazze, zuccheri aromatizzati, biscotti e un sacco di altri complementi indispensabili per realizzare un autentico rituale del tè. Inoltre, visto il periodo, potrai anche scegliere o farti confezionare su misura bellissime confezioni regalo a base di tè natalizi, con cui ti sssicuro per esperienza personale, farai sicuramente un figurone.
Bene, a questo punto non mi resta che augurarti buona degustazione a La Via del tè nella nostra splendida Firenze! 😊

Carolina |

Ti ringrazio tantissimo per il consiglio! Non conosco il posto, ma da come lo descrive sembra incantevole! Ci andrò senz’altro!
Grazie ancora
Carolina

Cristina Bertoncello Brotto |

Cara Csaba, dopo aver letto il tuo Tea Time ed aver assistito ad un incontro sul tema tre anni fa da Max Mara a Padova, il Christmas Tea è diventato per me e per le mie amiche più care un appuntamento irrinunciabile, che, al pari di te, in questo periodo mi elettrizza. Spedisco con un certo anticipo per posta gli inviti (quest’anno gold) e scelgo per tempo i thè da proporre (a dicembre, il 13, proporrò tre thè di Dammann: Noel a Paris, il verde Paul et Virginie e sono indecisa tra il bianco al mirtillo o quello bianco natalizio). Vi saranno sandwiches al cetriolo, al salmone, gli immancabili scones che servirò con la gelatina di Dammann Noel a Paris e con quella di Mariages Frères al rooibos e vaniglia Bourbon, oltre a panna montata. Non mancheranno golosi biscotti tratti dai tuoi libri, un plumcake (forse quello al limone o il quattro quarti) ed altro a cui penserò durante questo fine settimana, traendo spunto da ciò che hai appena scritto. Il bollitore non manca ed è un compagno irrinunciabile. Servirò il mio thè in sala da pranzo, adagiando le tazzine e l’argenteria (ereditata da mamma o presa ai mercatini dell’antiquariato) sopra ad una tovaglia rosso fiamma di velluto. L’appuntamento è per le 16.00, ma non termina mai prima delle 20.00, dopo un brindisi con un buon prosecco rosé. E a farci compagnia c’è anche il mio gatto Matisse, che rimane il principino della casa. Grazie per i bei messaggi e per gli stimoli che dai a tutte noi che condividiamo con te gli stessi valori.

Silvia |

Gentile Cristina, intuendo la tua provenienza veneta, potrei chiedere informazioni su dove trovi i the elencati sopra? Ti ringrazio anticipatamente

Lalla |

Silvia, a Treviso c’è La stanza del Tè che vende favolosi tè in foglie di ogni gusto e qualità e dal sito vedo che hanno anche i Dammann freres! La titolare Francesca saprà consigliarti al meglio.
Altrimenti a Padova c’è La finestre sul Tè, devo ancora acquistare i loro prodotti ma quello che vedo e sento in giro anche loro hanno tè in foglie di qualità.

Silvia |

Gentilissima Lalla, grazie infinite! La prossima settimana farò sicuramente un giro!

Mara |

Cara Csaba,
adoro sempre di più questi tuoi post. Fanno sognare e non poco! Mi piacerebbe tanto riuscire a venire al tuo Tea Time all’ Albereta almeno una volta. Chissà che Babbo Natale non esaudisca il desiderio!
Un abbraccio.
Mara