csaba 20 luglio 2017

L’importanza di bere correttamente

Quando la temperatura è alta il nostro corpo perde liquidi più velocemente: bere in modo corretto è l'unico modo per stare bene. Non sai cosa bere? Prediligi l'acqua naturale non troppo fredda, ma anche estratti detox e rivitalizzanti, e thé verde rinvigorente. Sentirai subito la differenza.
27 commenti

L’acqua è la vita. È un’affermazione che può sembrare molto banale, ma è solo la verità. Non possiamo sopravvivere senza acqua e quest’ultima, pur non essendo classificata come nutriente, è in effetti il nutriente più importante per la nostra sopravvivenza. Senza mangiare possiamo resistere anche per molti giorni, ma senza bere probabilmente non arriveremo a sopravvivere una settimana. Nonostante ciò, ci preoccupiamo molto di cosa mangiare e non mangiare, tralasciando spesso di preoccuparci di cosa abbiamo bevuto (e quanto) durante una giornata.
Il nostro corpo ha bisogno di acqua, soprattutto quando è estate e fa caldo: fresca e pura (minerale o filtrata, a te la scelta), per vivere, per stare bene e per essere bello. Se l’apporto di acqua e di liquidi che arriva al nostro corpo quotidianamente non è sufficiente, i sintomi della disidratazione non tarderanno a farsi notare e saranno molti: dal semplice mal di testa, alla scarsa concentrazione, sino ad arrivare a una disidratazione cutanea che accentuerà le rughe sul nostro viso. La prossima volta che noterai di avere la testa pesante e ti sembrerà di non riuscire a pensare in modo corretto, anziché aprire la borsa dei medicinali e cercare una pasticca che ti faccia passare questi sintomi, prova a bere. Nella maggior parte dei casi, bere uno o due bicchieri sarà sufficiente. Sembra incredibile, ma qualche bicchiere di liquido in più può fare davvero molto per l’equilibrio del nostro corpo.
Dunque, abbiamo bisogno di tanti liquidi, ogni giorno, per idratarci dall’interno. Ma dove li prendiamo? Innanzitutto dal cibo, dalla frutta e dalla verdura, prevalentemente, che sono ricchi di fluidi nutrienti capaci di veicolare all’interno del nostro organismo tante sostanze benefiche. Ma questi non bastano. Dobbiamo anche bere, e apportare quindi liquidi aggiuntivi a quelli che il corpo prende dal cibo. La quantità è stabilita più o meno in 2 litri di liquidi al giorno, ma questa è solo un’indicazione, perché la corretta quantità è soggettiva e dipende dall’età, dallo stile di vita, dal clima in cui si vive, dalla stagione. Quando si suda si ha bisogno di reintegrare più liquidi rispetto a quando il clima è freddo. Ciò che mangiamo influenza molto la quantità di liquidi che dobbiamo bere in un giorno, poiché, come detto, chi mangia molta frutta e verdura prende già una parte dei liquidi di cui ha bisogno da questi alimenti.

 

BERE DURANTE TUTTA LA GIORNATA
Durante il giorno, tuttavia, è facile dimenticarsi di bere, e recuperare durante i pasti non è poi una grande idea perché bere troppo quando si mangia diluisce i succhi gastrici nello stomaco.
Ricordarsi di bere, per alcuni, non è semplice. Non lo era neanche per me all’inizio, poi ho adottato una serie di stratagemmi che, personalmente, funzionano nella mia giornata e che posso consigliarvi per aumentare il livello di liquido apportato quotidianamente al vostro corpo.
Bere è la prima cosa che faccio prima di andare a dormire e la prima cosa quando mi sveglio. Preparo una piccola brocca con un bicchiere e la sistemo sul comodino, accanto ai miei libri. Quando mi alzo, prima di andare in bagno e lavarmi i denti, mi siedo sul bordo del letto e ne bevo un bicchiere. L’acqua a temperatura ambiente non è proprio quello che vorrei in quel momento: un caffè caldo sarebbe meglio. Ma ho ascoltato il mio corpo reagire a quel bicchiere d’acqua e ho capito che è necessario per me. Durante la notte, semplicemente respirando, perdiamo molta idratazione. Il respiro porta fuori dai polmoni aria e dai tessuti umidità. Il nostro corpo, lentamente e inesorabilmente, si secca. Dargli 250 ml (mezzo litro, se ci riesci) di acqua appena svegli è un regalo meraviglioso che ti farà sentire come una pianta verde alla quale è appena stato fatto il dono di una doccia. Le cellule iniziano a sentire l’acqua in circolazione e la mente si sveglia, uscendo dal suo torpore e scacciando quel senso di cerchio alla testa che, spesso, ci assale magari alla mattina. Per me che ho la pressione bassa, bere un bicchiere d’acqua come prima cosa è il modo migliore per rimettermi in moto, letteralmente.

 

COSA BERE? Stai alla larga dalle bevande confezionate (incluse quelle che sembrano sane perché sono etichettate come thé verde…): sono piene di zucchero e altre sostanze che non ti servono. Prediligi l’acqua naturale, gli estratti di frutta e verdura (qui c’è quello di carota e zenzero e qui quello detox); oppure uno smoothie o un thé verde alla marocchina, per scacciare il caldo con il caldo, come si fa nel deserto.

La prima soluzione per “migliorare” l’acqua rendendola più appetibile, se così si può dire, è addizionarla con fette di lime e di limone. Il sapore migliora, e l’acqua diventa alcalinizzante per il corpo. Acqua & lime è anche uno dei miei drink preferiti quando a casa si preparano gli aperitivi: in un bel bicchiere da cocktail, con un po’ di ghiaccio e qualche foglia di menta fresca, ha un’aria intrigante e insospettabile.

Un altro fluido delle meraviglie che si trova spesso nella mia borsa o sul tavolo è l’acqua di cocco. Quando vivevamo in Brasile, da bambini, andavamo spesso a comperare il cocco verde e chiedevamo al signore che gestiva la bancarella di aprircelo e di infilarci una cannuccia, dalla quale si beveva avidamente quel latte pallido e tiepido, dal sapore dolciastro, senza sapere che fosse un’acqua miracolosa. Ricca di potassio e super idratante, l’acqua di cocco si trova da noi in confezioni da 330 o 500 ml. Sceglietela biologica e senza zuccheri aggiunti.

 

 

Lascia un commento!
27 commenti
Silvia B |

Buongiorno Csaba. Ho preso l’abitudine di bere un bicchiere di acqua a temperatura ambiente la mattina quando mi alzo e mi fa molto bene. Non ho molta passione per i succhi e devo dire che preferisco la semplice acqua. Pero’ consumo molta frutta e verdura. Ogni tanto compero la noce di cocco e dopo che mio marito lo ha aperto ci beviamo l’acqua che contiene che come dici tu e’ deliziosa e molto rinfrescante! Grazie per i consigli e buona Domenica! Silvia

Paolo Candeo |

Gentile Csaba i consigli che lei da in questo post sono molto importanti. Bere una giusta dose di liquidi è fondamentale per il nostro corpo e, sopattutto, è importante scegliere bene quello che si beve. Mi piacerebbe farle assaggiare un prodotto creato per il mio shop, che ritengo gradevole anche come bevanda a freddo, per avere un suo parere. Si tratta di un tè verde con petali e boccioli di rosa, aroma naturale di litchi, fiori di arancio e pepe rosa. Se mi da un recapito glielo invio molto volentieri.

Gabriella |

Fino a non molto tempo fa ero convinta che bere fosse necessario solo per dissetarsi…. Inutile dire che non avendo mai veramente sete, passavo intere giornate senza nemmeno un bicchiere d’acqua. Ora, dal primo luglio, mi sono imposta una dieta di acqua da due litri al giorno (lo volevo fare principalmente per migliorare le rughe che iniziano a segnare il viso …) e già dopo due settimane ho perso una taglia abbondante… È vero che l’acqua è miracolosa!!! Per le rughe aspetto ancora un po’, ma come inizio è davvero sorprendente! Buona estate a tutte. Siete una compagnia adorabile.

Gabriele Alfredo |

Finalmente qualcuno che da giusti consigli (sono medico): evitare gli integratori (se non vi state preparando per le olimpiadi!). Acqua e frutta sono i migliori integratori. Ma aggiungerei anche la verdura (come giustamente indicato nel testo). Sapete che la buccia di pomodoro contiene un potente antiossidante?
Soprattutto non aspettate di “avere sete”: in quel momento la concentrazione dei sali è già molto alta.
Purtroppo l’uso degli estrattori ha due problemi: toglie le fibre (utilissime) ed è difficile pulirli…

csaba csaba |

Buongiorno Gabriele – finalmente anche un uomo in questo salotto! Grazie molte per il suo contributo interessante. Sono d’accordo sugli estrattori… pulirli non è divertente 🙂 Buona giornata.

Gabriele Alfredo |

Anche agli uomini piace il buon cibo.
Comunque prometto di non disturbare 😀

Mara |

Buongiorno Gabriele,
Lei non disturba affatto, anzi! Credo che sia stimolante avere un diverso punto di vista. Poi Lei, essendo medico, può contribuire notevolmente a dare consigli per stare in salute, integrandoli con quelli di Csaba.

Eva Valle |

Io bevo da sempre un bel bicchiere di acqua naturale a temperatura ambiente appena sveglia e ne sento proprio la necessità.
Quest’estate come variante sto sperimentando l’acqua di mandorle: la preparo io sciogliendo della pasta di mandorle che acquisto sfusa dal droghiere e che allungo con acqua naturale. Si può decidere di farla più o meno saporita, probabilmente è piuttosto calorica ma trovo che un paio di bicchieri al giorno di questa bevanda bella fresca mi idratino meravigliosamente!
In questi giorni poi, dato che sono tornata da Creta, dove faceva davvero molto caldo, e sentivo che la pelle un po’ “tirava”, sto facendo una cura di acqua di cocco: ne bevo mezzo litro al giorno diluendola con acqua naturale.
Devo ammettere che la pelle in pochi giorni è molto più morbida e distesa.
Un caro saluto Csaba e grazie per i preziosi consigli!

Miky |

Carissima Csaba, grazie mille per questo post molto interessante e ricco di consigli utili, sani e facili da mettere in pratica.
Da un pò ho preso l’abitudine di bere, appena sveglia, un bicchiere di acqua con il succo di mezzo limone. Trovo che, per me, sia molto salutare e quando mi capita di non riuscire a berlo ne sento la mancanza.
Mal sopporto il caldo ma, nonstante ciò, anche se la temperatura esterna è elevata prediligo sempre bere il tè caldo: tè verde rigorosamente Matcha e tè bianco, in questo periodo, Pai Mu Tan.
Mi piacerebbe molto provare il suo estratto di carota e zenzero, purtroppo però non ho l’estrattore e nemmeno la centrifuga: con il frullatore, a suo avviso, potrei farlo ugualmente?
Mi piacerebbe anche provare l’acqua di cocco: ce n’è qualcuna in particolare che potrebbe consigliarmi?
Vorrei chiederle un’ultima cosa: posso permettermi di darle del tu?
La ringrazio molto per l’attenzione.
Cari saluti.
Micaela.

Mariella |

Nelle, ma sopratutto utili e sane informazioni
Grazie

Gabriella Picchianti |

Cara Csaba grazie per i tuoi preziosissimi consigli. Ho sempre fatto fatica a bere, in inverno poi non mi richiede proprio, ma dalla scorsa settimana, dopo una fortissima cistite, ho cambiato completamente regime. Faccio ancora fatica a bere di primo mattino a digiuno ma durante la giornata al lavoro mi porto la bottiglia da un litro e mezzo e cerco di finirla entro metà pomeriggio. Inoltre stasera ho provato a fare il the in infusione a freddo seguendo i consigli ricevuti all’ultimo tea time. 🤞

Deborah |

Cara Csaba,
trovo sempre pertinenti le riflessioni che proponi nel tuo blog, che seguo davvero da tantissimo tempo, credo da sempre. Ho collezionato nel tempo tutti i tuoi volumi e sono tra le fortunate a possedere anche i libri ormai fuori catalogo, oltre alle riviste Good living.
In una società di tante cattive maniere e rumorose voci querule, ho sempre apprezzato il tuo approccio allo stile misurato e di garbo. Oggi finalmente ti scrivo, perché sei tornata alle origini, all’ acqua, rendendola contemporanea con il tuo piglio natural salutista. Lo apprezzo molto. Tornare alle radici è sempre un’impeccabile nota di intelligenza. Complimenti.

Maria eterna |

Bere bere bere questo e’ il mio grande problema. Purtroppo bevo poco, solo quando fa caldo bevo tantissima acqua,naturale e a temperatura ambiente, tutti mi prendono in giro ma l’ acqua fredda non mi disseta, assumendo poca acqua spesso mi viene la cistite e sono guai seri guai, ma neanche imparo😧😧😧

Lalla |

Da quando sono stata operata di calcoli alle colecisti mi costringo a bere tutti i giorni una bottiglia d’acqua + vari tè giornalieri.
D’estate mi preparo il tè freddo al limone da sola mettendo pochissimo zucchero, non bevo altre bevande e se mi viene la voglia evito quelli zuccherati.
Ieri pascolavo nel reparto bibite del mio supermercato e ho visto con enorme piacere che hanno integrato tantissime nuove bevande salutari, tipo acqua di cocco, bibite energetiche bio, succhi rossi, verdi, bianchi bio e tanto altro… credo che farò scorta al prossimo giro!

Lalla |

Csaba volevo farti una domanda, c’è differenza a livello di qualità tra infuso a caldo e a freddo? Io un pochino l’acqua la scaldo quando mi faccio il tè verde freddo perché mi dà l’impressione che sia più intenso il sapore dopo…

Annalisa |

Grazie cara x i tuoi tanti suggerimenti. .

Silvia P. |

Bevo da sempre molta acqua, rigorosamente naturale. Minimo 1,5 / 2 Lt al giorno. Che sia estate o inverno.
Il mio corpo la richiede, e se per qualche motivo non la posso bere, ne risento.
Non amo i liquidi dolci, nemmeno se sono naturali. Anche quando fa caldo, preferisco la pura acqua.

Marina Minelli |

L’acqua appena sveglia per me è un problema, ma la tua descrizione degli effetti benefici mi ha convinta e domani ci provo. Però a Csaba e a voi signore che passate chiedo un consiglio: non riesco a trovare una buona bevanda dissetante estiva (acqua e limone alla lunga mi fanno venire acidità di stomaco) e non riesco a fare un buon tè freddo. Leggo ricette varie: infuso a caldo diluito, infuso a freddo ma non ho trovato quella giusta.
Grazie per l’aiuto.

csaba csaba |

Marina, infuso a freddo – sicuro! 1 litro di acqua minerale a basso residuo fisso, 3-4 cucchiai di foglie di ché verde (io in questo momento amo molto anche il Karcadè …lo lasci in infusione in frigorifero per 5 – 8 ore, poi filtri e conservi coperto. Se vuoi puoi aggiungere un po’ di zucchero di canna, oppure menta fresca, o un pezzo di pesca o melone… per me è fantastico. Bevo anche acqua di cocco fredda (non zuccherata, devi trovare la marca che ti piace perchè sono molto diverse…) Buona sperimentazione!

K@ti@ |

Marina se ti va puoi provare anche la mia versione che ho scritto qui sotto io l infuso lo faccio scaldando un bicchiere d’acqua e poi aggiungendo lo dopo “l’ammollo” al litro/litro e mezzo d’acqua, uso solo una bustina ma puoi aumentare la dose come piace a te, e non aggiungo zuccheri, poi la bevo fresca non ghiacciata.

K@ti@ |

Molti dicono che le acque in bottiglia non sono buone, che sono acque imbottigliate da molto tempo quindi “vecchie” è che se quella del nostro rubinetto lo consente sia da preferire alle altre, io oltretutto non amo il sapore leggero è un po’ amarognolo di certe acque confezionate è preferisco bere quella che sgorga dalla mia cucina, ho provato anche a mettere menta e limone ma nonostante ami quest’ultimo nelle pietanze, nell’acqua proprio non mi va e allora quest’anno ho trovato delle bustine di infuso ananas e pesca di una famosa marca di camomilla “filtro fiore” che aggiungo nella dose di 1 per LT è da all’acqua un saporino ch’è mi piace molto.
Però le rughe le vedo ugualmente 😏
🍄🍄🍄

MARINA N |

Beata te Katia se bevessi l’acqua del rubinetto….dalle mie parti è sconsgliata è molto calcarea e poi ci sono stati altri problemini che qui tralascio! Purtropo continuo a bere poco ! Per quanto mi riguarfa al mattino come detto in un post precedente un bicchiere d’acqua con un cucchiaino di magnesio supremo’🍶☕🍷🍹

Stefania |

Buongiorno Csaba, ho iniziato da poco a seguirti e ti ringrazio per questi consigli.
L’idea dell’acqua con lime e limone mi piace molto, ma per chi come me e’ fuori casa parecchie ore al giorno, sarebbe possibile preparare la bevanda al mattino e poi berla nell’arco della giornata? Oppure c’e’ il rischio che con il trascorrere delle ore si guasti?
Stefania

csaba csaba |

Cara Stefania, puoi sicuramente spremere il succo di lime o limone al mattino e consumare la tua acqua aromatizzata nell’arco delle 8 ore. Magari conservala in una bottiglia di vetro scuro o, ancora meglio, in un thermos, o in una borraccia. Un saluto! E grazie per esserti unita a noi.

stefania |

Grazie, Csaba!
Stefania

Mariella |

Grazie dell’articolo, so che bere è importantissimo. Io porto sempre con me una bottiglietta di acqua.

Mara |

Cara Csaba,
leggendo questo post mi sento già più idratata e fresca ! 😛
Scherzi a parte, hai ragione a dire che è importante bere e bere correttamente.
Mi dimentico spesso di bere durante la giornata, soprattutto quando la giornata è intensa dal punto di vista lavorativo, ma adesso sto imparando. Porto in ufficio le bottiglie da mezzo litro, cerco di scegliere dell’ acqua dal residuo fisso basso e con poco sodio e per bere uso un bicchiere grande, più efficace secondo me di un bicchiere piccolo.
Cerco di bere ogni mattina un bicchiere di acqua e limone, ma non sempre ci riesco.
Grazie mille per i tuoi preziosi consigli.