csaba 23 Maggio 2019

23-05-18. Un anno fa.

Questa è una storia vera. I nomi delle persone non sono stati alterati, ma sono stati omessi i cognomi. Forse questo racconto potrebbe diventare un libro. O forse no… Ad ogni modo, chi si riconoscerà in questo racconto può esprimere qui il proprio commento. Io auguro a tutti buona lettura.
90 commenti

23-05-2018. Un anno fa.
In principio, fu un pomeriggio. Di quelli che anche se è maggio, a Roma fa già caldo. Una casa in centro, un taxi che mi lascia all’entrata, una rampa di scale e il disordine tipico della produzione televisiva a cui sono ben abituata. Cavi, luci, valigie un po’ qui un po’ là. Gente che parla e non ti vede. Gente che ti saluta, ma non ti conosce. Qualche viso che hai già visto. Qualcuno con cui hai già lavorato, ma non ti ricordi esattamente quando e dove (vi capita mai?). Una scena che si ripeteva, in quel momento, praticamente uguale a se stessa, a due mesi circa di distanza. Due mesi che erano stati punteggiati da diverse telefonate alle quali la risposta era stata sempre la stessa: ti faremo sapere.

Il mio provino per Cortesie per gli Ospiti era iniziato così: una telefonata, un treno da Milano a Roma con il ritorno in giornata, una tavola apparecchiata e due ipotetici compagni di viaggio, di cui uno dei due – almeno con me – praticamente muto. Due mesi prima, appunto.
Poi il silenzio. Non gli sarò piaciuta, avevo pensato. Troppo seria. Non so, qualcosa non doveva essere andato per il verso giusto, perché altrimenti mi avrebbero chiamato. E invece no.

Sino a quel pomeriggio di maggio. Il 23 maggio 2018. Una data che – adesso – sembra lontanissima, considerate tutte le cose sono successe nel mezzo e tutto quello che abbiamo mangiato. Ma era solo 1 anno fa.

Alzo gli occhi e vi vedo.
La casa è bella, il trucco è stato allestito in un bagno piccolo, dove ad attendermi c’è Arianna. Sorriso aperto, occhi azzurri bellissimi e l’aria di chi è davvero contenta di rivederti. Ci conosciamo da qualche tempo, perché è stata la mia truccatrice  a Cuochi e Fiamme, l’anno prima, per La7.

“Cosa ci fai qui?”
“Mi hanno chiamato.”

Già. E mentre le sue mani volteggiano tra phon e spugnette con il fondo tinta, in mezz’ora la mia faccia si trasforma e la zucca diventa carrozza. Pronti a girare. Mi metto il vestito (ne ho portato uno di seta bellissimo) e sono pronta. Vado di là. In corridoio incrocio una me alternativa: alta, bionda, tanta. “Ma che davvero?” penso. Perché sì, quando sto a Roma penso e parlo un po’ anche in romano, è così. Va beh. Cosa devo fare? Girare intorno a una tavola apparecchiata senza parlare e senza guardare in camera. Mi avete fatto venire da Milano? Ok. Vado.

Giro e sposto le forchette, per allinearle. Anche i bicchieri sono messi al contrario. L’operatore video mi guarda e dice “li hai spostati?”.
“Sì, erano messi al contrario”.
“Ah”.
“Perché, non dovevo?”.
“È la prima volta che mi capita”.
Ecco, appunto, sarebbe stata solo la prima. Ma quel pomeriggio, ancora non lo sapevo.

Qualche minuto dopo, vi vedo. Uno alto, con i baffi, simpatico già dagli occhi, e con un’aria un po’ svagata che non riesci a inquadrare bene. L’altro sicuramente molto giovane e molto bello. Con gli occhi sinceri, il sorriso aperto, e un’aria sicura di sé da leader della camerata. Non so cosa ci faccio qui, ma ci sediamo a tavola, con altre persone che non conosco. Uno racconta di come a capodanno, durante una festa in quella casa, si siano a un certo punto trovati tutti nudi a ballare. Voglio scappare. Cosa ci faccio io qui seduta davanti a questa conversazione? Un anno dopo lo so perfettamente. Qui ci si diverte, parecchio.

L’inizio di una folle avventura
Iniziare a girare, dopo quel pomeriggio, è stato un tutt’uno. Salutati Diego e Roberto, senza sapere se li avrei mai più visti fuori da quell’appartamento, prendere il treno e non pensarci più fu una cosa sola. E come in amore – perché questa è in tutto e per tutto una grandissima storia d’amore – vince chi fugge. E infatti quel provino diventò una conferma in pochi giorni. Il 9 luglio, in un pomeriggio afoso di quelli che ti appiccica i vestiti addosso, ero seduta sul treno regionale che da Roma mi portava a Pontecorvo. Destinazione: conoscere Giada Curti, la donna che avrebbe di lì a poco creato il mio nuovo look. Una camicetta di cotone bianco, con le maniche piegate su fino al gomito. E una gonna di seta colorata sotto, che cambia colore di puntata in puntata. Il dado, come si dice, era tratto. Ora non restava che mangiare.

Fa caldo, e siamo in tre su un divano
10 luglio 2018. Roma. Puntata 1 (si dice RX1, nel nostro mondo) della stagione 9.
Lo sapevate che Cortesie per gli Ospiti era stata una serie cult già anni fa? Alessandro Borghese aveva portato alla fama questa serie TV con 8 stagioni di successo. Poi era stata interrotta, come spesso accade in TV. A noi l’amabile compito di reinventare il nuovo trio di giudici. Entrare nelle case degli italiani – invitati da loro – e giudicare in un talent show a eliminazione, dove a ogni puntata due coppie si sfidano nell’arte del ricevere. Roberto Valbuzzi giudica la cucina (lui è uno chef e il suo ristorante è il Crotto Valtellina, che appartiene alla sua famiglia da quattro generazioni). Diego Thomas valuta la casa e l’architettura (è il nostro talentuoso architetto, odia i faretti in soggiorno e i copridivani a prescindere). E poi ci sono io – la signora delle Buone Maniere. Quella che insegna a brindare senza battere i calici. Quella che non fa la scarpetta. E che sta incantando soprattutto i bambini con armi semplici e un po’ passate di moda: tovaglioli messi a sinistra del piatto e cucchiaini da dolce. L’avreste mai detto? Io no.
Ma soprattutto non avrei mai detto che mi sarei innamorata dei miei compagni di viaggio al punto di sentirne la mancanza quando siamo fuori dal set. Ormai siamo una famiglia, che come tutte le famiglie ha inglobato anche i parenti. Mio marito e i miei figli, la moglie di Roberto, Paco – che è il cane di Diego.

Circa 640 portate dopo…
Il grande successo di Cortesie per gli Ospiti non ce lo aspettavamo. Ci avevano dato un obbiettivo, ma grazie a voi – il nostro pubblico – lo abbiamo raggiunto e doppiato. Stiamo per triplicarlo… e per questo non possiamo che dire GRAZIE. Tre volte grazie.

In 12 mesi sono successe moltissime cose. Abbiamo conosciuto 320 persone e altrettante storie personali. Siamo entrati in 160 case. Abbiamo mangiato 640 piatti diversi. Fatto poco più di 500 brindisi. Migliaia di chilometri, da Palermo a Como. Dormito poche ore, bevuto troppo, litigato mai, sclerato… ogni tanto. La stanchezza è stata tanta (troppa). A volte ingestibile. Ma la voglia di andare avanti è alta. E così, mentre stiamo per imbarcarci a breve nella registrazione dell’11 stagione di Cortesie (che partirà in autunno) voglio ringraziare personalmente, ma anche a nome di Roberto e Diego, gli EROI che rendono possibile tutto questo.


GRAZIE AI NOSTRI EROI

In ordine di apparizione, nella nostra vita, e non sul set, né in ordine di importanza.

Il lavoro più duro lo fa certamente all’inizio La Redazione – capitanata da Roberta. Non è semplice per noi ricordarci di loro perchè viviamo separati e senza contatto: noi sul set, loro in ufficio. La redazione però è il cuore del programma: riceve le vostre proposte quando vi candidate, le vaglia, contatta i concorrenti, si assicura che siano idonei al programma e poi inizia a formare “le coppie”. La redazione fa il lavoro nell’ombra. Noi stiamo invece allo scoperto – il che siginifica letteralmente allo scoperto. A volte sotto il sole, a volte nella nebbia.

C’è Alessandra, che è la nostra produttrice esecutiva, e che noi chiamiamo “mamma”. Ci sgrida – letteralmente – quando tentiamo di fare i capricci. Ma come ogni brava mamma, ci vuole bene e ci aiuta. Ci mette in riga. La vedi arrivare sul set, all’improvviso, e pensi “che ho fatto?”.

Quando lei non c’è, ma a volte ci sono tutti e due, c’è Simone. Io lo chiamo il bel Simone (perché è carino) e lui fa la parte dello zio. Quello che cerca di aggiustare le cose. Dall’ufficio, però, chi organizza tutto è l’efficientissima Sara. Prenota voli, sposta treni, organizza macchine, si arrabbia quando qualcosa non funziona e la fa funzionare. Sempre. È il suo lavoro, quindi fate attenzione a inimicarvela… è una tipa tosta. Francesco lo vedi su Twitter la sera, quando le puntate vanno in onda. E ogni tanto lo vediamo anche sul set, e ho sempre l’impressione che se arriva lui, c’è qualcosa da sistemare… o forse no? Su Twitter, e nei momenti importanti sul set, compare anche il nostro Produttore Esecutivo della rete: Anna. Lei ci ama, ci coccola e ci vizia (infatti la fanno venire solo 2 volte all’anno… ). Tutto il resto del Team Discovery lo vediamo nelle occasioni formali, in ufficio. A incominciare da Laura e Gesualdo, che ci seguono a distanza e ci chiedono sempre se siamo felici (sì! Lo siamo. Davvero tanto). Grazie.

Ma veniamo alle registrazioni: quelle giornate infinite che si susseguono, da un anno circa, come una ruota che gira su se stessa. La prima persona che vedo arrivare la mattina, più o meno tra le 7:00 e le 7:45, è Arianna, la mia (la nostra) truccatrice. Bravissima. Lei trasforma la mia faccia sfatta in quella che vedete in TV. Per non parlare dei capelli, che avvolge in ciocche pazientemente per creare quello che noi chiamiamo, scherzando “il bigodino del giorno”. Lei è quella che lavora, in silenzio, più di tutti noi. E non l’ho mai vista senza trucco, perché arriva sempre impeccabile (quando io ho l’aria di un letto sfatto).

Marcelo è the man in black, l’uomo che ci aspetta dietro gli occhiali scuri al mattino, sul primo set. Daniele, con il suo animo intellettuale, è la sua controparte pomeridiana. Sì, perché le nostre troupe sono due: loro fanno un turno e noi lo facciamo doppio. Mattina (prima cena) e pomeriggio (seconda cena). Quindi quando ci spostiamo dalla prima casa alla seconda, lasciamo la troupe 1 e andiamo incontro alla 2.
A parte Arianna, Fabiano (il nostro data-manager) e Valerio (l’operatore video che fa i dettagli). Loro viaggiano con noi. A portarci sono i ragazzi che chiamano “runner”, perché corrono da una parte all’altra a recuperare noi e tutto quello che serve. Il più mitico è stato Fabione. Arturo e Jumar sono in carica al momento. Vincenzo è stato con noi per molte puntate, Emilio ci ha accompagnato in questa avventura poer un tratto… Bruno li tiene insieme tutti, cercando di fare un po’ di strategia della logistica (grazie!) e sicuramente sto dimenticando qualcuno.

Sul set ci aspettano, microfoni alla mano, i fonici. Emanuela, il Giambi, Anto’ (Antonio) per citare gli storici. Ognuno ha il suo metodo. Noi li odiamo allo stesso modo, perché sono quelli che ci interrompono ad ogni fruscio. È il loro lavoro (e se voi da casa sentite bene, è solo merito loro!).

Gli autori sono un altro team misto. Abbiamo i nostri alti e bassi con loro, perché guidano i nostri cervelli stanchi con la memoria delle “schede”. Dove siamo? Da chi andiamo? Sono gli autori a dircelo, perché noi non sappiamo nulla. Dei concorrenti, noi conosciamo i nomi un attimo prima di accedere al loro pianerottolo. Tutto il resto è… Real Time: si fa al momento.

Francesca (1) e Francesca (2). Autoritaria la prima, divertita la seconda. Amiamo la prima perché per lei l’arrivo dei giudici non prevede battute (si fa più veloce) e la seconda perché ci sprona a parlare di cose divertenti che non c’entrano nulla con il contesto, e ci fa ridere. Diverse in tutto. Laura, che è la più dolce e la più buona con i concorrenti. Flaminia, che ci dà un là frizzante e spiritoso. Maggie, che è stata con noi all’inizio e ora chissà se tornerà in questo circo matto che è il nostro programma. Giovanni, che segue le spese dei concorrenti, e che è stato con noi in Puglia.

Gli operatori video sono gli eroi sul campo: macchina da presa in spalla (ci avete pensato a quanto pesa, per tutte quelle ore?) e occhi vigili sui dettagli. La coppia del programma è fatta da iCarli. Carlo (1) alto e riccio ed è il nostro regista della sera di solito, Carlo (2)… beh meno alto e meno riccio, sa tutto di come si apparecchia una tavola e a volte parliamo di servizi d’argento delle nonne. Sono bravissimi. Litigano come Cip & Ciop. Se non ci fossero loro il programma non sarebbe lo stesso. C’era anche Giampaolo, ma ora è altrove. Roberto invece è restato con noi e tra una ripresa e l’altra, se si ricorda, ci fa anche delle bellissime fotografie. Marco è il regista della mattina. Parla poco, lavora tanto.

E poi, i ragazzi che compiono la magia: la troupe del montaggio. Sono loro a cucire insieme i pezzi di ogni puntata, a scegliere le musiche, a fare in modo che tutto quello che facciamo e diciamo abbia poi un senso televisivo… capitanati da Solange, lavorano davvero senza sosta per darvi il meglio. GRAZIE.

Da parte mia un grazie speciale va anche a chi si occupa dei miei abiti. Giada Curti (per le gonne) che vengono selezionate e spedite dalla meravigliosa Signora Mariantonietta. Magnolia Laurenzi dell’ufficio stampa del Gruppo Max Mara, per le mitiche borse pasticcino e per gli abiti. Marta mi fa preparare le scarpe bellissime di Antonio Barbato Maestri Veneziani, su misura e nel colore giusto. Maria Cristina e Lucia mi mandano le scarpe di Tod’s. Senza di voi, i miei look non sarebbero gli stessi…

Pronti? Motore, azione!
Stiamo per cominciare. Diego si sistema la giacca, Roberto mette in tasca il cellulare, io sistemo il microfono intorno alle anche. Siamo sul pianerottolo.
“Dài che facciamo una storia.”
“Ancora con ‘sti cellulari accesi??” una voce da dietro la porta. “Contate sino a dieci… poi suonate e entrate. Ok? “
Si ricomincia. Cosa ci aspetta al di là di quella porta?
“Speriamo bbene” (questo è Diego)
Questa è un’altra storia, un’altra puntata, un’altra avventura.

Vorreste saperne di più? Cosa vorreste leggere, nel libro che svela il dietro le quinte di Cortesie? Noi ci stiamo pensando. Sicuramente, sarà un libro scritto su un pianerottolo. Parola nostra.

 

Ah, quasi dimenticavo! Volete invitarci a cena? Scrivete alla REDAZIONE cliccando qui.https://www.magnoliatv.it/cas/cortesie/
E mi raccomando… il tovagliolo, mettetelo bene. A sinistra 🙂

Lascia un commento!
90 commenti

Nancy Pellegrini |

Buongiorno, guardo la trasmissione dall’inizio e mi sono affezionata molto a voi, mi fate sorridere oltre che ad insegnare cose che lo confesso non sapevo. Il garbo e l’eleganza che mostrate nelle puntate mi piace molto. Adoro tutto di voi. In primis però adoro lei e il suo modo di spiegare come l’eleganza è fondamentale!

eleonora terranova |

Grazie a Voi che garbatamente con allegria entrate nelle nostre case a tenerci compagnia, soprattutto nelle dure giornate d’inverno…..GRAZIE

Loredana |

Gentile Csaba, nonostante il lavoro che c”è dietro ad ogni puntata il risultato è divertente e voi tre vi integrate benissimo.
Adoro il suoi guardaroba semplici ed eleganti allo stesso tempo, guarderò sicuramente la prossima serie.

Grazia Filippi |

Cara, bravussima e nobile Csaba,
sono una tua fan accanita e da quando ti ho scoperta non mi perdo una puntata di “Cortesie per gli ospiti”. Ritengo che tu svolga un’opera pia, in quanto non se ne può più di volgarità e di bassezze, e tu contribuisci a rimediare almeno un po’.
So ti chiedo, da laureata in lettere: potresti sottolineare che “un piccolo regalino/pensierino” è scorretto? Perché aggiungere piccolo a ciò che è già -ino?
Scusa la pedanteria, ma so che anche tu aspiri alla perfezione!
Un grazie di cuore e un abbraccio.

Maria |

vi vedo sempre molto volentieri, mi tenete compagnia mentre preparo la cena… mi piacerebbe moltissimo ospitarvi ma non sarei all’altezza. 🙂 Csaba vorrei acquistare un suo libro specifico su come apparecchiare una tavola in ogni occasione e come comportarsi quando si ricevono ospiti, potrebbe gentilmente consigliarmi un Suo libro a proposito? grazie.

Francescap |

L’ultimo suo libro è Buone maniere..parla proprio del galateo

alessandra |

Ammiratrice di Csaba da sempre, ho imparato tante cose dalle puntate di Cortesie per gli Ospiti e leggerò sicuramente molto volentieri il prossimo libro che scriverà…perchè…anche se ho 74 anni, ” Non si ha mai finito di imparare” !

wikymary |

Ciao Csaba, questo racconto è bellissimo. Io e mio marito vi seguiamo dalla prima puntata e le abbiamo registrate tutte per poterle vedere con calma. Voi tre siete perfetti ed un vostro libro sarebbe veramente divertente. In bocca al lupo a tutti e tu sei sempre perfetta! Un grande abbraccio.

Dalila |

Siete stati adorabili e divertenti ed è bello perché io e mio marito vi seguiamo sempre durante la cena, spero che la serie continui, un abbraccio e congratulazioni di cuore!

Loredana |

Carissima Csaba, bellissimo questo racconto di viaggio e mi piacerebbe tantissimo che diventasse un libro con tutti i dietro le quinte! Io avevo già fatto l’ Iscrizione ai casting, ma temo che Bolzano e l’ Alto Adige non rientrino nei programmi della produzione, però sarebbe bello cucinare canederli e speck e servirli in una stube tirolese con tovagliolo a sinistra 😍😃😃😃! La serie e’ frizzante, leggera, ironica e voi tre siete molto ben amalgamati, diversi ma assolutamente perfetti. La prima serie mi era piaciuta meno, questa vs, seconda la trovo più frizzante. Buona estate lory

Lalla |

Buon pomeriggio Csaba e… buon primo anniversario!
14 anni fa Cortesie per gli Ospiti era un programma incredibilmente originale. C’erano pochissimi programmi di cucina e ancora meno talent.
Voi tre, nonostante la valanga di show cooking e talent show presenti oggi in televisione e sul web, siete riusciti a riportare al massimo splendore questo programma, che tanto ho amato.
Grazie a tutti per l’ottimo lavoro!

Rosanna |

Vi adoro, non potrò mai avervi miei ospiti, non ho la casa adatta e sono una pessima cuoca, ma nonostante questo seguirvi ogni giorno è un vero piacere e quella oretta che passo con voi è divertente, rilassante e piacevole. Buon lavoro ragazzi e grazie di tutto.

Barbara |

Carissimi
mio figlio Mario di sei anni vorrebbe tanto incontrarvi e conoscervi di persona. Ha imparato a memoria tutti i riti di cortesie per gli ospiti e quando mi aiuta a preparare la tavola , mette sempre il tovagliolo a sinistra e le forchette nella giusta posizione. Da un po’ ha iniziato anche a mettere il cucchiaino da dolce (che in realtà è da caffè ma non posso dirglielo) e pretende che io mi inventi un centrotavola al giorno: “sennò Csaba mi rimprovera!”
Spero che prima o poi potremo incontrarci magari vi invito a cena (anche al di fuori della trasmissione).
Vi auguro un buon lavoro.
Tanti saluti, Barbara e Mario

Elisa |

Una piccola riflessione: il galateo non è nato per stressare la gente o evidenziare differenze di classe sociale, nasce solo per agevolare i rapporti tra i conviviali, è un modo per stare meglio insieme, e se hai classe non continui a mettere a disagio le persone se mai è il contrario. La buona educazione è mettere gli altri a proprio agio, non farli sentire dei vassalli alla corte del re.

Serena |

Siete veramente carini e simpatici spero di conoscervi prima o poi magari a casa mia per una bellissima puntata di Cortesie per gli Ospiti!

csaba csaba |

Cara Serena, per noi sarebbe un piacere! E’ bellissimo vedere come le persone si mettano in gioco per questa sfida, e con quanto affetto ci accolgono nelle loro case. A vole andiamo via con il cuore a pezzi per i voti bassi… ma è un gioco televisivo e deve funzionare così! Buon settimana

Silvia |

Amo la Vs. trasmissione, non mi perdo una puntata. Siete troppo forti e… gustosi! Oramai sono condizionata… quando devo brindare e gli altri scoccano i bicchieri, mi sento in imbarazzo. E, quando apparecchio a casa, ho imparato a mettere il tovagliolo a sinistra 😉😋 GRAZIE siete fantastici!

csaba csaba |

Grazie Silvia! Fai come faccio io: alza il calice, sorridi e… fai attenzione che gli altri non ti tamponino!!

Rossella M. |

Grazie Csaba per questa bellissima descrizione delle vostre giornate su Cortesie per gli Ospiti, siete un trio veramente fantastico, alla sera io e mia figlia siamo sempre pronte sul divano per seguire le meravigliose puntate, tutti bravissimi!! Grazie!

csaba csaba |

Grazie a voi Rossella per l’affetto che ci dimostrate, guardando la trasmissione, ogni giorno. Questo è solo l’inizio del mio racconto… il resto verrà poco a poco (c’è tanto altro da dire e moltissime altre persone da ringraziare).

Maria Rosa |

Fantastica Csaba, sei sempre sul “pezzo” , possiedo già diversi tuo libri e credo che acquisterò anche questo…mi piacerebbe che parlasse anche dell’informalita’ che si crea con i concorrenti, se si crea, naturalmente, e dei personaggi un po’ particolari che avete conosciuto…sono sicura che sono parecchi.

csaba csaba |

Cara Maria Rosa, il dono più bello che ho avuto da questo lavoro è la grandissima lezione di vita che mi stanno dando tutte le persone che incontro. Un’Italia bella, di quelle che non passa certo al telegiornale. Garantendo il loro anonimato, parlerò anche di loro nella mia storia. Certo. Perchè ha tutti devo un grazie speciale.

Carla |

Io vi adoro! Ho visto tutte le puntate di “Cortesie per gli ospiti “, anche le prime fatte da Alessandro Borghese, anche quelle fatte a New York…. ma queste sue ultime serie con voi tre sono le migliori. È sempre registrata su MySky per paura di perdermi qualche puntata…. Siete simpaticissimi e io adoro tutti e tre!! Csaba con la sua perfezione mi ha piace tantissimo e mi ha fatto “guadagnare punti” in un paio di occasioni!!
Diego e Roberto bravissimi e simpaticissimi anche loro! Anche se io ho il copri divano!
Insomma RealTime deve farne una Serie Perenne!
Bravi bravi bravi!!

Maria Eterna |

Carissima Csaba sei stata fantastica a nominare le persone che lavorano con voi e li ringrazio tantissimo perché fanno un lavoro meraviglioso e sono bravissimi. Ora veniamo a voi il fantastico trio…. Vi adoro non ho perso una puntata siete unici, meravigliosi, grandi non so che parole usare per descrivere quanto mi piacete e non solo a me anche a mio marito e mio figlio di otto anni, ci divertiamo con voi e cerchiamo di indovinare il voto che darete, mi fa molto piacere che ci sarà ancora un altra edizione di “Cortesie per gli ospiti” con voi sempre e solo con voi. Un abbraccio da tutta la mia famiglia… Salutaci Roberto e Diego 😙😙😙

Fabrizio Botto |

💕

Giada |

Csaba scrivi benissimo! Saresti una perfetta romanziera. E cosa dire di voi tre, vi volete bene, ed è questa la televisione che a noi piace. In bocca al lupo per tutto.
PS. Csaba tu sei la mia preferita ❤

Francesca1 |

Con autorevolezza dico: Ragazzi! Bravi davvero e grazie a te Csaba per la tua eleganza e classe. Il mondo ha bisogno di bello e la tv ancor di piu

csaba csaba |

Ciao Francesca (1) ! Se riusciamo a fare tutton questo è sicuramente anche merito tuo. Quando ti vedo sul set sei una garanzia. Pochi fronzoli, tanta sostanza. Come piace a me. Ci vediamo presto… l’undicesima stagione sta già per incominciare 🙂

Cristiana |

Tre il numero perfetto e voi siete la perfezione complimenti a voi!!!👏👏👏

Virna |

Siete un trio fantastico, una sinergia incredibile, esplosivi!!!
Grazie per quello che date ed insegnate.
Love

Anna |

Carissima Csaba, seguirti in TV è un piacere, ma leggere i tuoi scritti è sempre quello che apprezzo di più, perché nella scrittura sai aprirti come non si vede nello schermo. Da “La mia cucina in città” a “Buone Maniere” ho tutti i tuoi libri..adoro leggerli e rileggerli. Io sono certa che il tuo cammino in TV sarà lungo e pieno come quello di Martha Stewart, MA ti prego non smettere mai, mai di scrivere!

Giuseppina |

Cara Csaba,
Ti seguivo e leggevo i tuoi libri già da tempo, quando ti sei seduta alla mia tavola. Era la vostra prima serie e ho saputo il nome dei giudici solo qualche ora prima di vedervi. È stato come ricevere degli amici. Deliziosi anche tutti i vostri collaboratori!
Auguro a tutti voi di raggiungere i vostri desideri.
Con simpatia.
Giuseppina

Dorina |

Cara Csaba, seguivo già anni fa le puntate di Cortesie per gli Ospiti con Alessandro Borghese, proprio perchè mi è sempre piaciuto capire come ricevere gli ospiti. Infatti da quelle puntate ho imparato a non dire più “Buon Appetito”, cosa che fanno tutti nella mia famiglia, e quindi mi prendono per un’aliena, e a non dire più “Piacere” quando bisogna presentarsi. Da quando ci siete tu Roberto e Diego, ho imparato molto di più, senza comunque togliere niente, ai precedenti giudici, voi tre siete davvero divertenti, sprizzate simpatia da tutti i pori, con le vostre battute. Per fortuna, posso rivedere le puntate qui sul web, (solo quando faccio il turno serale, lavoro in un supermercato). Per cui non ne perdo una. Spero possiate andare avanti all’infinito. E grazie a tutto il team che è con voi.

Federica |

. Bèh che dire io vi seguo dalla prima puntata dell’anno scorso. E non ho mai smesso di seguirvi, mi tenete tanta compagnia e mi strappate sempre un sorriso. Vi adoro ♥️ un abbraccio a tutti e tre vi voglio bene!

Sabina |

Buongiorno Csaba,
Siete stati miei ospiti in una delle ultime puntate a Roma (Sabina e Barbara) e colgo quest’occasione per ringraziare tutti davvero, oltre voi giudici che siete deliziosi, garbati e simpaticissimi nelle vostre “diversità “ caratteriali, anche tutti i ragazzi che sono entrati nella mia casa con estremo garbo e molta pazienza… ringrazio Marcelo che è fantastico e simpaticissimo ma anche tutti gli altri con i quali abbiamo fatto un sacco di risate…. è stata un’esperI Enza un po’ faticosa (!) ma estremamente divertente. Quindi tanti complimenti ancora e grazie dei vostri voti fantastici!!!!
PS mi sono resa conto di quanta gente vede il vostro programma…. ho ricevuto telefonate e messaggi da persone assolutamente inaspettate e a cui non avevo detto nulla…

csaba csaba |

Cara Sabina, sono io che devo ringraziare te (voi!) per averci ospitato. Entrare nelle vostre case è un grande privilegio per noi. A me dispiace sempre di quanto disordine vi procuriamo, con tutte le casse piene di luci, cavi, attrezzi… Insomma, una vera invasione ogni volta! da voi ci siamo divertiti tanto. I voti ve li siete meritati tutti – siete state brave! Cortesie per gli Ospiti è e deve comunque restare un gioco, chi vince vince… chi perde arriva comunque secondo. Che non è niente male! Un abbraccio grande e buona estate.

Giulia |

Cara Csaba,
un anno fa guardavo la prima puntata con curiosità ora il programma è diventato il mio appuntamento fisso della sera.
È un programma garbato e divertente.
Mi piacerebbe vedere una puntata del dietro alle quinte.
Mi è sempre piaciuto il programma e voi non fate rimpiangere le vecchie edizioni.
Grazie per la vostra simpatia.
Saluta Diego e Roberto.

csaba csaba |

Cara Giulia, grazie per queste belle parole! Siamo felici di essere stati all’altezza di chi ci aveva preceduto. Un saluto da tutti e tre 🙂

Margherita |

Cara Csaba,
vi seguo tutti i giorni dalle ore 18:20 in poi. Durante questa seconda gravidanza che mi tiene a riposo assoluto, voi (e sottolineo il Voi inteso come Csaba, Roberto e Diego) mi fate sorridere, mi fate svagare… non vedo l’ora che arrivi ottobre per poter organizzare una cena e mettere in pratica i vostri insegnamenti.
Complimenti per la vostra professionalità mista a semplicità e genuinità.
Grazie!
Margherita

csaba csaba |

Cara Margherita, spero che la gravidanza proceda bene e che tu possa presto tornar a una vita più attiva! Sono felice che la nostra trasmissione ti tenga compagnia. Un caro saluto (da tutti e tre).

Eleonora Antonucci |

Buongiorno! Ho già scritto alla vs. Redazione inviandovi anche le foto, spero mi scelgano ho proprio voglia di conoscervi e di ospitarvi a casa mia e di avere un vs. Giudizio …. spero quindi che veniate presto a Bologna , vi aspetto ! Con stima , affetto e cordialità vi saluto

csaba csaba |

Cara Eleonora, lo speriamo anche noi! Per “attivare” una città dobbiamo trovare almeno 4 coppie… così ha un senso compiere il viaggio. A Bologna siamo stati una volta quest’anno… quindi speriamo di tornare!

Serena |

Siete veramente carini e simpatici spero di conoscervi prima o poi magari proprio sul set di Cortesie per gli Ospiti.
PS Diego mi fa impazzire 😍😍

Margherita Giannico |

Il Suo stile di scrittura è garbato ed elegante. Come garbata ed elegante è la Sua presenza in “Cortesie per gli ospiti”.
Una figura femminile così misurata porta il giusto equilibrio in un trio perfetto (tanto bello, simpatico e spontaneo Roberto quanto irresistibile Diego, con la sua simpatia e la sua svagatezza).
Bello leggere questo “dietro le quinte”, con i suoi aspetti più umani, quelli meno “patinati” che magari sfuggono all’occhio dello spettatore. Se il racconto dovesse continuare sarebbe bello leggere proprio di questo, degli aspetti più divertenti e quotidiani del vostro lavorare insieme e di come le vostre diverse personalità interagiscano.
Credo che il raccontare (e raccontarsi) svelino molto più di una persona di quanto normalmente non lasci vedere di sè (o di quello che lo spettatore “vuole” vedere). Buon lavoro.

csaba csaba |

Gentile Margherita, le sue parole mi fanno davvero piacere. La ringrazio per averle scritte e per averle condivise in questo salotto. Il racconto continuerà, lo prometto. Un po’ qui, un po’ altrove… C’è molto di più di quello che si vede in TV. E sono sicura che sarà bello scriverlo quanto divertente leggerlo. A presto…

Ari |

Non è scontato che chi sta davanti la telecamera renda omaggio a chi ci lavora dietro. E soprattutto che lo si faccia con parole così belle. Grazie.

csaba csaba |

Grazie a te Ari. Io non sarei nessuno senza tutti gli altri. Non tutti lo hanno già capito… io l’ho imparato con l’esperienza.

Franco |

Adoro voi e la vostra professionalità. Adoro il programma…siete fantastici ❤

Elena Tordi |

Non sempre riesco a vedere tutte le puntate, a volte rivedo con piacere quelle già viste.
Sono da sempre una fan di Csaba e sono sempre incantata dal suo modo di fare, insieme a Diego e Roberto è perfetta sembra una sorella maggiore affettuosa, complimenti riuscite sempre a farmi sorridere e poi bravissimi anche i concorrenti selezionati .
Buona notte cara Csaba sei sempre meravigliosa ❤️

Silvano |

Bravissimi tutti! Trasmissione molto coinvolgente e leggera. Csaba vorrei porti una domanda che mi sorge spontanea… quale é stato il tuo percorso formativo riguardo le buone maniere??
Spero di non aver anticipato un possibile tuo elaborato su questo blog.
Ad ogni modo è intrigante l’eleganza con la quale giochi con le regole delle buone maniere. Non avverto la minima rigidità. Piuttosto percepisco una certa sensualità velata e nascosta nelle fitte trame di un codice fisso quale il galateo. Il detto e non detto ed il visto e non visto.
Spero di vederti in Puglia!
Un abbraccio
Silvano

csaba csaba |

Gentile Silvano, siamo appena stati in Puglia per registrare bellissime puntate. è una terra stupenda! Il mio percorso formativo riguardo le buone maniere è stato fatto prima in famiglia e poi sui libri. Non esistono “scuole” migliori delle famiglie. Ci sono tuttavia ottime opportunità di formazione professionale, come ad esempio l’Accademia per Maggiordomi.

Milena1981 |

Buongiorno, Csaba: sperando di non essere inopportuna, mi inserisco in questa garbata conversazione per chiederti se, secondo te, potrei frequentare i corsi di tale Accademia pur non intendendo intraprendere una carriera professionale in tal senso. Sento, infatti, di avere carenze dal contesto famigliare e temo che la lettura dei libri non sia sufficiente ad acquisire una padronanza del galateo che consenta di viverlo con sobria naturalezza. Grazie per l’eventuale riscontro, complimenti per la trasmissione e auguri di sereno fine-settimana.

Biancarosa Fabbretti |

Grazie…per queste parole divertenti e semplici. Dopo tutto mettere un bel tovagliolo grande a sinistra del piatto è una piccola cosa…ma una tavola ben apparecchiata….come dire ? È una soddisfazione!!!

Monica Cantu' |

Siete il riempimento bellissimo delle mie serate ..!! Divertenti … Perfetti nelle vostre ” discipline”😊.. Insomma un appuntamento che mi è impossibile perdere !! E credetemi … Siamo in tanti ad avere questa esigenza … Bravi .. Bravi … Bravi !!!!!

csaba csaba |

Grazie Monica. Il tuo commento è quello che ci dà la forza per andare avanti anche quando abbiamo dormito davvero una manciata di ore 🙂

Miluppa |

Quanta bellezza portate nelle case delle famiglie… !! una trasmissione divertente, istruttiva, fatta di buone maniere. Nell’ora di cena la nostra famiglia finalmente si riunisce in religioso silenzio per carpire tutti i trucchi del mestiere. Io da mamma, moglie e donna vi faccio i miei piu’ sinceri complimenti per il garbo e la raffinatezza con cui ci fate compagnia. Siete davvero un trio fantastico, tre diverse personalita’ ben miscelate.Grazie a Voi e alla Redazione che ha saputo cogliere nel segno una trasmissione, a mio avviso, vincente.

csaba csaba |

Grazie Miluppa. Anche noi non possiamo che essere davvero grati. Per il vostro affetto, per la gioia che ci date seguendoci così numerosi, per i commenti. E grati a chi, sopra di noi, ci ha scelto e ci ha abbinato! In Diego e Roberto ho trovato due amici sinceri. E questa esperienza resterà unica per me.

Raffaella |

Vi adoro, siete un esempio di bella televisione, educati, simpatici e belli. Vorrei tanto aprirvi la porta di casa mia, ma sono molto timida 💖💖💖

Tosca |

Il mio invito è stato fatto, aspetto gli eventi… siete un trio fantastico, ma questo lo sapete già!

csaba csaba |

Grazie Tosca, per l’invito. Noi speriamo proprio di poter venire a trovarti!

Marina |

Ho letto con piacere le tue parole, vi seguo quotidianamente ,mi piace il programma ! Siete un bel trio!

Isa |

Io propongo di inserire paco nel cast…ci sono più probabilità che faccia meno danni lui di diego! Ma quanto adoro diego!vi dico solo che per lui potrei staccare i faretti dal soffitto a morsi pur di vederlo sorridere.arriverei anche a comprare un copridivano,solo per il gusto di dargli fuoco come gesto d’amore per renderlo felice e imbottirei la casa di materassi pur di fargli schiacciare il suo adorato pisolino.Roberto troppo caruccio… E che dire di csaba…proprio top!anche se sospetto che lavori a provviggione per una azienda di cucchiaini da dolce (questi sconosciuti)che si approssimava al fallimento e che ora ha conosciuto una nuova primavera della vita.insomma mi piacete.che vi devo dire.

csaba csaba |

Cara Isa, le tue parole mi hanno fatto sorridere… dopo una giornata in cui sono stata sul set tutto il tempo, in cucina. Grazie di cuore! No, non lavoro a provvigione (purtroppo) e in un anno nessuna azienda di posate ha provato a contattarmi… (avranno timore del giudizio??) Io voglio brevettare, intanto, il cucchiaino da yogurt. Il decimo. Secondo me… manca. Cosa ne pensi?

Isa |

Concordo…a condizione di renderlo riconoscibile.magari a forma di bifidus.

Miranda Fico |

Cara Csaba, intanto mi presento. Mi chiamo Miranda e sono una fan di Cortesie per gli ospiti e seguo il tuo blog .
Oggi ho scoperto che oltre alla tua sapienza sulle regole del bon ton e alle sue indubbie capacità quale chef, sei in possesso di una indubbia vena creativa nella scrittura!
Ero e sono molto curiosa di capire come funziona il vostro programma, come vengono scelte le coppie, i menù, come viene ideata e costruita ogni puntata. Il tuo articolo quindi è stato per me molto molto interessante ma è solo, spero, un piccolo antipasto ( per rimanere in tema culinario) di una storia che deve essere ancora completata . Non ti nascondo che ho pensato anche di propormi quale protagonista di una puntata ma pur essendo , credo, sufficientemente autoironica , temo di non avere le capacità tecniche necessarie.
Attendo quindi di leggere il resto del racconto al più presto, da qualche parte ! Programma bellissimo, comunque. Divertente , ironico, intelligente, garbato. Cose rare a trovarsi oggi!
Grazie!Miranda

csaba csaba |

Cara Miranda, ti ringrazio di cuore per le tue belle parole. Comprendo il non sentirsi pronti – ricevere una troupe televisiva in casa è impegnativo! Quanto alla scrittura, è il mio lavoro prevalente. Un giorno – spero – il libro del dietro le quinte di Cortesie arriverà. Magari presto…

Lidia |

Programma gradevole e leggero, ne perdo poche di puntate, ma cortesie per gli ospiti non è un libro da leggere, toglierebbe la spensieratezza di questo appuntamento, per me.

Teresa |

Csaba, che dire, vi adoro tutti e tre! Ma ..ho un dubbio.. capisco che per motivi televisivi la tavola vada apparecchiata con tutti i piatti da portata, ma normalmente ha senso? Mi sembra brutto poi.. sparecchiare, quando ci si siede a tavola…per prendere i piatti per servire poi le portate..
Grazie..e spero ci siano almeno altre 10 serie!

Rosa |

Quando sono a casa , ormai guardo solo Voi , mi diverto tantissimo, imparo un po’ di bon ton, siete adorabili 😍😍😍😍😍

csaba csaba |

Grazie Rosa, noi cerchiamo di fare del nostro meglio per tenervi compagnia. Tra due settimane… ricominciamo a mangiare 🙂

Paola Messina |

Davvero carino. Leggero ma gradevole, ho cominciato a seguire Cortesie per gli ospiti qualche mese fa, per occupare uno spazio preparando la cena, mi fate compagnia con il vostro garbo e l’eleganza nel relazionarsi, mai eccessivi anche quando non è sempre facile mantenere un atteggiamento neutro. Avevo la necessità di distrarmi da programmi televisivi (compreso il telegiornale) polemici ed aggressivi. Complimenti dunque, siete una boccata d’ossigeno Diego, mi permetta questo appellativo diretto, mi sembra un giovane creativo e preparato un professionista nel quale riporre fiducia, senza stranezze estetiche ma con quel pizzico di moderna e vivace predisposizione alla progettazione di ambienti confortevoli; Roberto, non un semplice cuoco, anche lui disponibile ad apprezzare la tradizione ma attento alle innovazioni del gusto e della cucina internazionale e “dulcis in fundo” Csaba, potrebbe sembrare ad un ascoltatore poco attento, soltanto una donna pretenziosa e dai modi affettati ma così non è. Una donna in gamba che riesce a coniugare famiglia, studio affari (libri, blog, cucina ecc.) poi, mi perdonerà amo le buone maniere in questa società urlata ed urlante, rimpiango gli abiti da pomeriggio, sera, mattino…. insomma quel mondo (tutti ricordiamo Sabrina con la Hepburn) che non esiste più e non potrebbe neppure essere ricreato. Forse è la buona educazione che manca e la voglia di migliorare e migliorarsi. Comunque complimenti, bravi per quel che mi riguarda siete ormai un piacevole appuntamento quasi quotidiano. A proposito: adoro i tovaglilini da cocktail……

Cristina |

Buon pomeriggio Csaba, che bello leggere la “storia” di Cortesie per gli ospiti scritta da te! Vedevo già le scorse edizioni, quando ho visto che ci sarebbe stata una nuova edizione ero contenta, ma, quando ho visto che ci sarebbe stata anche Csaba… Wow!!! Ti ho sempre guardato, ho sempre amato la tua calma, la tua gentilezza e adoro la grazia con la quale guardi e tocchi le cose intorno a te… La tovaglia, le posate i fiori, il cibo… Si vede il tuo amore e la passione per ciò che fai. Nonostante tu possa incutere un po’ di soggezione per un tovagliolo o una posata non ben disposti, mi rendo conto, e lo vedo dalla tua complicità con Roberto e Diego che adorooo, la tua semplicità, simpatia, alla mano, insomma una persona con cui bere un the lasciandoci andare in chiacchere!! Ciò detto, oltre a leggere quanto lavoro c’è dietro e che questo lavoro ha dei nomi, persone che sanno rendere tutto una splendida visione, mi piacerebbe sapere invece come si organizzano i concorrenti, quando cucinano davvero per 7 persone, di solito preparano per due persone suppongo per il poco tempo a disposizione, quando preparano la tavola,la vedi già prima? Davvero mangiate spaghetti alla carbonara piuttosto che un orata alla mattina??? Grazie a voi tutti, aspettando nuove puntate e nuovi racconti, con affetto, Cristina

Maria Rita Salvador |

Programma cult mio.e di mio marito! Non perdiamo una puntata!!! Mio marito che apparecchiava così….con l’ispirazione del momento, ora trasecola quando il tovagliolo non è a sinistra e il cucchiaino da te è al posto di quello del dolce!
Diego mitico e simpaticissimo, ma voi tutti adorabili!!
Bravi bravi bravi!!!

Giacomo GUIDI |

Cara Csaba vi voglio ringraziare tutti tre per tenermi compagnia tutte le sere con il vostro programma, spero vivamente un giorno di conoscervi di persona.

Gabriella |

Siete tutti e tre adorabili ma mentre all’inizio Diego mi sembrava uno con la puzza sotto il naso adesso mi devo ravvedere e lo adoro. Di una simpatia coinvolgente. E di Te amo le splendide gomme. Baci. Gabriella

Sabrina |

L`ho letto tutto dun fiato… bellissimo. Amo moltissimo vedere il vostro programma. Ormai è diventato un appuntamento giornaliero e ci divertiamo a giocare con voi capendo gli errori sia a tavola che in casa… complimenti per la serietà e la passione che mettiin tutto ciò che fai. Un abbraccio da tutta la famiglia Molina.

Cristina Bertoncello Brotto |

Cara Csaba, bellissima idea quella di pubblicare un libro. Io annoto su un taccuino cose nuove che imparo attraverso la trasmissione (ad esempio pane servito con o senza pinza, un sottobicchiere per posto tavola, il tovagliolino per l’aperitivo, ecc.). Sarebbe quindi bello che tutte queste nozioni, come pure i consigli di cucina di Roberto e quelli di arredamento di Diego, venissero raccolte in un libro. Quando ricevo un invito, ora sorrido più che mai se gli ospiti fanno cin cin o dicono buon appetito. Eppure ci sono ancora molte persone che hanno questa pessima abitudine. Mio marito, scherzando, dice che sono diventata una “talebana” in materia. Come hai sempre detto, se ti appassioni all’arte della tavola e condividi le buone maniere, ne verrai ossessionata. Grazie Csaba ed è sempre bello prendere spunto dalla tua innata eleganza.
A presto!

Roberta Dolfi |

“Cortesie per gli ospiti” è un appuntamento imperdibile, registro tutte le puntate per vederle in santa pace nei momenti liberi. È una trasmissione interessante, dove si imparano un sacco di cose ed è molto divertente grazie alla simpatia di tutti i personaggi. In particolare adoro Csaba che ho seguito sempre.

Il circolo delle Signore |

Che bel racconto Csaba! Io vorrei tanto che fossero in qualche modo “riassunte” le linee guida di ogni argomentotrattato, I MUST HAVE che una casa e le/loro padrone/i di casa devono avere per essere accoglienti, confortanti e leggeri, quindi dritte sull’arredo, sul buon gusto e sul buon cibo. Un bel mix no? In bocca al lupo, continuiamo a seguirti tutti con piacere.
N.b. La mia bimba più grande Matilde ormai vuole sempre apparecchiare lei la sera la tavola, ti chiama ICSABA, adora il tovagliolo a sinistra, rimprovera chiunque dica “Buona appetito” ed ha un debole per Roberto (dimenticavo non ha ancora 6 anni!!). Un abbraccio forte, Simona

Luigia Contaldo |

Ciao Csaba, il programma è meraviglioso, come meravigliosi , divertenti e garbato siete voi tre!!! Vogliamo il libro del backstage (i tuoi li ho praticamente tutti), tante stories, post e tutto quello che riguarda voi! Buona strada.

Marina |

Io da sempre innamorata di te (televisivamente parlando, non ho mai perso una puntata dei tuoi programmi!) ti ho ritrovata in questa veste più sbarazzina ed ironica letteralmente FANTASTICA! Anche i tuoi colleghi riescono molto bene nel ruolo di giudici tra lo scanzonato ed il serio.
Mi auguro che tu possa al più presto tornare in TV anche con una trasmissione di cucina, perché come insegni tu (calma, precisa, chiara ed elegante) non c’è nessuno chef televisivo (ed in questo momento c’è ne sono!!!) e la prova ne è che una frana come me, grazie a te, è diventata una buona cuoca…… Chiedere agli amici com’è la mia Pavlova!!!!!
Buon lavoro e Buona vita.
Marina

Monica Soldo |

Siete bravissimi,simpaticissimi,vi seguo sempre!!!!Bella idea quella di scrivere un libro!!!!Auguro di cuore che possiate realizzarlo,ed io non mancherò di leggerlo!!!!

Danda tricot |

Piacevole il modo di raccontare di Csaba .,ne esce una persona diversa da quella che vediamo in Tv – Brava e.spiritosa – Aspetto il seguito del dietro le quinte – -Bravi tutti ,alla prossimas sragione !

Elisa |

È imperdibile per noi la vostra trasmissione. Guardarvi ci diverte proprio e si percepisce il legame che si è creato tra di voi. Bello il suo racconto con tanti risvolti personali che mi tolgono anche qualche curiosità. Complimenti a tutti voi perché dietro ad un successo c’è sempre un lavoro di squadra… bravissimi!
P.s: non so se avrò mai il coraggio di partecipare alla vostra trasmissione, ma se fosse, le prometto che non metterò i tovaglioli di carta a fantasia all’aperitivo 🙂

emanuela |

da quando vi seguo mio figlio mi ha chiesto un libro di galateo. sai mamma non si sa mai …. grazie

Maria Rosa Chiarlone |

Siete fantastici

Divina |

Mi sono sempre chiesta cosa ci sia realmente dietro le quinte di “Cortesie per gli Ospiti “, cosa ci sia di autentico e cosa no, grazie Csaba, un racconto molto carino e divertente che ti catapulta nell’atmosfera del momento! Attendo il seguito con curiosità…

Elena |

Bravissimi! Vi seguo perché siete autentici e mi piacete un sacco. Il programma è veramente ok, forse un giorno vi chiederò di partecipare…..A presto, vi aspetto con la nuova stagione!

Martina |

Ma che bello conoscere tutti i retroscena di uno dei migliori programmi che offre la tv! Io vi adoro! Sembra tutto così naturale che non immagineresti mai cosa c’è dietro. Siete uno spasso e date l’impressione di divertirvi molto. Siete tre persone così diverse ma formate un bellissimo trio. Spero continuiate per tante altre stagioni. Complimenti e in bocca al lupo per l’undicesima stagione 😊

Valentina Saitta |

Siete un trio fantastico, professionali e divertenti al contempo. Guardandovi ho imparato anche io tante cose da te Csaba…vogliamo parlare dei tovagliolini di carta e buon appetito? 🙂 auguro buon lavoro a tutti