csaba 21 Dicembre 2014

7 idee per servire il panettone

Fa parte della tradizione e – anche se servirete altri dolci – sicuramente non rinuncerete al panettone. Classico (il mio preferito) o Moderno (le versioni sono infinite) anche il panettone ha il suo galateo.
20 commenti

Il panettone è il dolce irrinunciabile per molte famiglie italiane. Le versioni oggi sono davvero tantissime e i dubbi da sciogliere per servirlo “in tutto il suo splendore” sono diversi, quindi ho pensato di riassumere in 7 punti le mie regole d’oro per il panettone natalizio. Auguri!
1- Punta “in alto”, ossia scegli un panettone di qualità e servilo sopra un’alzata, anziché su un piatto. Ce ne sono tantissimi, a prezzi anche convenienti. Basta leggere bene le etichette. Io consiglio sempre una versione “classica” se lo si acquista pronto, perché le versioni con liquori e creme difficilmente risultano non deludenti. A meno di non affidarsi, ovviamente, ad un ottimo pasticcere. Servirlo sopra un’alzata con il piede lo rende più scenografico e facile da tagliare. Non deve essere abbinata al servito di piatti, può essere di una foggia diversa.
2- Personalizza il tuo panettone. No, non serve farlo in casa (non lo farei neanche io, ne ho fatti solo due nella mia vita e va bene così!), tuttavia decorare il proprio panettone dà un tocco personale che lo rende speciale. A me piace glassarlo con una glassa bianca fatta di zucchero a velo (300 g) e succo di limone (1 limone circa). Basta aggiungere il succo di limone poco alla volta e girare con una forchetta, sino a che la glassa sarà densa. Lasciala cadere sulla sommità del panettone, non deve cadere subito (se lo fa è troppo liquida) – deve scivolare ai lati lentamente. Cospargi con cristalli di zucchero e posiziona qualche omino o frutto di marzapane se lo desideri. L’effetto è meraviglioso!
3- Servi il panettone con una crema al cucchiaio. Va benissimo una crema inglese (qui trovi la mia versione) bianca oppure anche al cioccolato. Un’alternativa semplice è una chantilly, ossia panna liquida freschissima montata con un po’ di zucchero a velo.
4- Irrora il panettone con una salsa al liquore e frutta cotta. Ne ho mangiata una versione squisita che proponeva una fetta di panettone irrorata con frutti di bosco tiepidi lasciati stufare con pochissimo zucchero, scorza d’arancia, sherry e poi mescolati con un cucchiaio di mascarpone fresco.
5- Taglia il panettone al tavolo. È difficilissimo tagliarlo bene in cucina e ricomporlo per avere un effetto scenografico esteticamente valido. Quindi portalo in tavola e taglialo davanti ai tuoi ospiti, usando un coltello lungo e con la lama seghettata (come quelli che si usano per il pane). Sarebbe utile averne uno elegante. Sposta le fette con una pala da torta.
6- Il panettone si mangia con le mani, a meno che… Se è servito senza crema, la fetta di panettone si tiene in mano con la sinistra e con la destra si portano delle piccole porzioni alla bocca. Se invece si usa una crema al cucchiaio liquida, deve essere servito su un piatto, sdraiando la fetta e irrorandola con la crema, o la salsa. Si serve con il cucchiaio da dolce e la forchettina da dolce. Con la forchetta si “tiene” il panettone, mentre con il cucchiaio si “stacca” la porzione e la si porta alla bocca coperta di crema. Il cucchiaio può essere usato per raccogliere la salsa alla fine (vietato fare la scarpetta!).
7- Prima della frutta, mai con il caffè. Il panettone arriva in tavola prima della frutta (o al massimo insieme alla frutta di stagione) ma mai insieme al caffè, che è invece accompagnato da meringhe, friandises, cioccolatini.

 

Per riciclare gli avanzi di panettone… Trifle con frutta e frech toast sono due ricette perfette!

Lascia un commento!
20 commenti

Avatar Beatrice |

hSei fantastica. ti ho subito seguita dai tempi delle traswmissioni televisive che purtroppo si sono interrotte
H0 comprato anche un tuo libro. Due sarebbero stati troppo costosi..

Avatar Antonella |

Ciao! Quest’anno noi abbiamo acquistato un panettone artigianale con solo cedro candito che ho decorato con glassa al limone. Sistemato su un’alzatina di mia nonna, l’ho decorato con un top-cake creato da me con cartone pressato, filo dorato e due spiedini in legno.

Avatar Marina N |

Ops! grave lacuna la mia..naturalmente la forchetta e cucchiaio arriveranno con il panettone? Ho un dubbio su dove posizionarli al solito posto..!
Con l’occasione faccio tanti auguri per un sereno Natale alla nostra Csaba alla redazione a tutte voi, e.. in particolare quest’anno a Katia e la sua famiglia!

Avatar katia |

Grazie Marina! Io i miei auguri ve li faccio domani….ho pensato una cosuccia…. 😉

Avatar katia |

E un suggerimento per il pandoro?…

Avatar Mimma |

Prima della frutta…come i dolci…

Avatar Simona |

A me piacerebbe molto saper fare il panettone; lo scorso anno ho provato a farlo seguendo alla lettera la ricetta di Csaba ma purtroppo il risultato è stato un fallimento: l’impasto durante la cottura non ha lievitato ed aveva un forte odore e sapore di lievito che è stato impossibile mangiarlo. Purtroppo non ho capito in cosa ho sbagliato.

csaba csaba |

Cara Simona, anche a me le prime volte è venuto male… La stessa ricetta fatta da due persone differenti può date risultati diversi. Difficile dire cosa possa essere andato storto ma questo tuo messaggio è un buono spunto per pensare di farci un video! Quest’anno io il panettone l’ho acquistato e lo decorerò con del marzapane 🙂

Avatar Silvana |

Riciclarlo? Non mi è possibile perché non mi avanza mai.
Alla peggio c’è sempre la soluzione caffellatte.

Avatar Silvana |

Riciclarlo? Impossibile, non mi avanza mai.

Avatar Rita Rezzaghi |

Bellissima l’idea del panettone sull’alzata, la copierò sicuramente!
Adoro il panettone classico e quest’anno arriva direttamente da Marchesi di Milano….in vedo l’ora di assaggiarlo!
Lo decorerò con decorazioni di zucchero natalizie ma lo servirò al naturale perché in casa ci piace così.

Avatar maria |

Consigli meravigliosi, il tocco personale è fantastico quest’anno seguirò la tua idea

Avatar Raffaella |

Bello il panettone sull’alzatine! Cercherò un bel coltello seghettato. Grazie per i suggerimenti!
http://simplicitasblog.wordpress.com

Avatar Donna Bianca |

Carina l’idea dell’alzata, in effetti la forma un po’ tozza del panettone ne guadagna senz’altro. Non la userei invece per il pandoro che, alto ed elegante com’è, non ha bisogno di “mettere i tacchi”. (Sono un’inguaribile pandorista, si vede 😉 ? )

Avatar Michela |

Tutte idee carinissime, ma n.4 e le 6 e 7 che sembrano scontate ma non lo sono, le trovo super. Brava come sempre elegante come pochissime, la Signora Csaba. Buon Natale

Avatar alessandra |

Mi piace l’idea 4. Hai una ricetta da seguire? È molto originale ma non vorrei sbagliare le dosi e fare brutta figura con gli,ospiti…

Avatar simona |

Io anche adoro il panettone classico.
E l’idea di servirlo su un alzatina è proprio elegante a natale.
Auguri

Avatar gisella |

si anche a me piace l’idea dell’alzata, quest’anno abbandono il “piatto del panettone” ( oppure lo riciclo per il pandoro 😉 ) e uso una delle alzatine che ho
ciao

Avatar katia |

Non avevo ancora pensato di servire il panettone sull’alzata…lo farò senz’altro! ma la scarpetta devo concedermela…sempre! tanto siamo in famiglia… Grazie per tutte queste idee.

Avatar katia |

Io gli avanzi di panettone li riciclo facendovi il pudding…..lo adoro!!!