csaba 18 Agosto 2017

Cake of the month – tarte au citron

Anche quest’anno sono in Provenza, dove spesso trascorro le mie vacanze. La torta del mese non poteva che essere fatta qui, sfogliando il bellissimo libro che ho portato con me: Provence to Pondicherry. Dalla penna talentuosa di Tessa Kiros.
16 commenti

Ho sempre amato i libro di Tessa Kiros – dal momento in cui tanti anni fa, quando ero direttore editoriale di Luxury Books, mi trovai tra le mani il suo “Falling Cloudberries”. Lo pubblicammo in italiano senza cambiargli il titolo e fu un successo, sebbene tradurre la penna talentuosa di Tessa Kiros sia tutt’altro che facile.
Metà finlandese, metà greco-cipriota, Tessa è una donna straordinaria che ha viaggiato moltissimo nella sua vita e raccolto ricette ai quattro angoli della terra, letteralmente. Nata a Londra, cresciuta in Sudafrica, da molti anni vive in Toscana con il marito e le due figlie, che hanno ispirato un altro volume tra quelli tradotti in italiano: Ricordi in cucina (Apples for Jam, il titolo originale). Oltre ad essere una scrittrice straordinaria, Tessa è ovviamente un’ottima cuoca, le sue ricette sono sempre semplici da eseguire e bellissime da portare in tavola.

Tra i suoi libri, il mio preferito era – sino a poche settimane fa – Appretto e Limoncello (Limoncello e Linen Water, il titolo originale). Ho sempre pensato che fosse il libro che avrei voluto scrivere io – dedicato alle donne di un tempo. Poi è uscito Provence to Pondicherry (libro vincitore del premio Edward Stanford Award, ancora non tradotto in italiano, chissà se Luxury Books lo farà?) e la mia copia con l’autografo di Tessa è scivolata in valigia al momento di partire. La storia inizia in Provenza, dove sono adesso, tra limoni e lavanda, olivi secolari e mulini che si affacciano sul mare. La Tarte au Citron che si trova a pagina 46 del libro è stata il nostro dessert un paio di sere fa, quando ho deciso di sfidare il caldo e ho acceso il forno. È stata un’esperienza: forno “con la manopola” – anziché digitale. Nessun aiuto elettrico, tranne un vecchio frullino che ho trovato in casa e che funzionava bene. Bilancia con uno scarto di circa 25 grammi (io che uso solo quella digitale…). Alla fine, devo dire che è stato terapeutico. La tarte è venuta un po’ troppo dorata – ma è la dimostrazione che, nella vita, le aspettative troppo alte a volte ci rovinano l’effetto. Ne ho mangiata una fetta tiepida: è deliziosa. Se avete voglia di riaccendere il forno, questa è una torta facile, veloce da fare, irresistibile. Ecco la ricetta. Grazie Tessa!

 

 

Lascia un commento!
16 commenti

Cristina Bertoncello Brotto |

Cara Csaba, grazie a te ho scoperto Tessa Kiros ed oggi mi è arrivato il suo libro “Appretto e Limoncello”. Bellissimo, un libro da sfogliare all’infinito ed una serie di ricette da provare, intervallando le tue che rimangono le mie preferite. Grazie! Ottima la Tarte au citron, ma ora inizio ad aver voglia di crostate di mele e cannella.

Luisa |

Ho fatto la tarte au citron, ma sinceramente devo dire che, per i miei gusti pur piacendomi i dolci al limone, qui 150 gr sono un po’ troppi e poi ho sentito nella crema un gusto non proprio gradevole di uovo. Eppure l’ho lasciata in forno qualche minuto in più rispetto alla ricetta.

Rita Rezzaghi |

Che buona, la farò nei prossimi giorni!!!
Grazie per la ricetta Csaba.

Maria eterna |

Buona domenica a tutti un’ altra delizia da preparare per la mia sorellina( anche per me) visto che a noi piacciono tantissimo i limoni 😁, per oggi bund cake al cioccolato fondente e ciuffetti di panna alla cannella, la temperatura e’ scesa e il forno ha ricominciato a vivere. Finalmente😁😁😁

MARINA N |

Deve essere niente male! Da sempre sono alla ricerca di dolci al limone…ma non sempre le ricette si sino rivelate all’altezza! Però …per quanto mi riguarda devo aspettare prima di farla…..devo necessariamente stare attenta a quello che mangio! Beata eta che avanza……..
…..

Gisella |

evviva la cake of the month è tornata e al gusto francese. Ottimo!

Milena1981 |

Oggi giorno di preparativi per il viaggio di ritorno dalla Sardegna: un po’ di malinconia, come quando ero bambina, stemperata da un brindisi di coppia sulla battigia ieri sera al tramonto, con vino rosato e calici tenuti al fresco in borsa termica.
La preparazione della tarte au citron e l’acquisto dei biglietti per il prossimo raduno ad Erbin addolciranno la fine delle vacanze: grazie, Csaba, per pensare a noi anche in ferie e buoni ultimi giorni a Valbonne!

sonia |

Il bello di cucinare in vacanza è che non si hanno tutte le comodità di casa e questo ti permette di riscoprire il piacere in impastare il pane a mano o, come hai fatto tu, di preparare un dolce con i mezzi che si hanno a disposizione. Io quest’anno in vacanza in campeggio, in mancanza del forno, ho cotto la focaccia in padella…buonissima!!
…E quanto mi piace impastare all’aperto, di prima mattina!! 😊

Lalla |

La proverò!
Ieri mattina ho cucinato una crostata alla “vecchia maniera”, impastando a mano, con un forno a gas e senza termostato! 😱
Avevo una gran paura di bruciarla ma per fortuna è andato tutto bene e ho fatto un figurone con degli amici di famiglia. Gran soddisfazione 😊

Vanna |

Grazie domani provo questa ricetta!!!

Silvia B |

Grazie Csaba! Volevo giusto provare a fare una torta per Domenica magari provo questa sembra deliziosa. Poi adoro il limone. Buona serata! Silvia

federica |

Grazie Csaba….La provo nei prossimi giorni perché sembra dedizione! Spero anch’io in una traduzione di questo libro e la Provenza è il mio sogno da sempre! Ho tanti libri che la ritraggono,ho la casa in stIle provenzale e la lavanda è il mio fiore preferito dopo la rosa….si devo andarci prima o poi! Un caro saluto Csaba. E grazie mille di tutto. ❤

federica |

Deliziosa non dedizione….scusate è il t9 maledetto!

Mariolina |

Ho comprato anni fa il libro di Tessa Falling Cloudiesberrie che ho trovato bellissimo per le ricette ma soprattutto per i racconti di vita,una vita intensa e ricca di esperienze,con alle spalle famiglie cosi multietniche da far invidia:-):-)Csaba spero che la tua casa editrice pubblichi questo nuovo libro,la Provenza ha un fascino unico!:-)e buona vacanza!grazie della ricetta

monica |

Buon pomeriggio Csaba, la ricetta “sembra” facile e ho dei limoni del mio orticello…che dire: non ho scuse!
Un abbraccio in attesa di rivederti presto a Erbin😘

Deborah |

Cara Csaba, è proprio il momento di dolci al limone: mousse, frolle con meringhe morbide, forni che sprigionano burro e agrumi. Anche la marmellata di limoni ha sostituito la confettura di lamponi, la mia preferita, sul tavolo della colazione. Grazie della ricetta e soprattutto ti ringrazio di avermi fatto scoprire qualche anno fa i bellissimi libri di Rachel Khoo e di Tessa Kiros, che fanno compagnia ai tuoi sul ripiano della mia cucina.