csaba 12 Settembre 2019

CELEBRARE L’AUTUNNO

Settembre è già a metà del suo corso e io vorrei che durasse per sempre. La campagna sta celebrando la vendemmia, i banchi del mercato sono pieni di funghi e uova e farina insieme sanno come dar vita alla mia pasta preferita: le tagliatelle. Amo l’autunno, e voi?
35 commenti

La terrazza sulla quale si affaccia la mia cucina è diventata il luogo dove passiamo più tempo in questi giorni. Fino a poco tempo fa il caldo estivo la rendeva poco godibile, ma nelle ultime due settimane, da quando settembre è arrivato puntuale sul calendario, è il posto dove stiamo di più. Il tavolo di quercia che era la mia scrivania quando avevo l’ufficio ora è la tavola sulla quale facciamo colazione al mattino, in vestaglia, con gli occhi spesso ancora stropicciati dal sonno e quella sensazione di calma e silenzio che è tipica delle nostre giornate #slow. Apparecchiamo il pranzo con i runner e i piatti francesi a fiori che ho comperato anni fa al mercatino delle pulci a Parigi, durante lo shooting di Csaba Bon Marché. Mentre all’ora di cena stendo la tovaglia di lino stropicciato, tiro fuori dalla madia i calici per il vino e accendiamo il nostro braciere che fa da caminetto esterno, riempiendo la casa del profumo del legno che adoro. La vite canadese che si arrampica sul muro dall’altra parte del terrazzo sta diventando rossa. Le erbe aromatiche hanno smesso di soffrire per il caldo e mi regalano la loro palette cangiante di verdi diversi e il loro profumo. L’aria è fresca, e proprio adesso, mentre sto scrivendo guardando l’edera che scende dal bordo del muro sino a sedersi sulle panchine, mi sembra che tutto sia talmente perfetto da non credere davvero che possa cambiare. Desidero godermi ogni istante di questa stagione, prima che il freddo dell’inverno tagli con la sua lama l’aria che entra come uno spiffero gelido dalla stessa finestra che ora, stando aperta, mi regala una sensazione di energia bellissima.

QUAL E’ IL PERNO DELLE VOSTRE GIORNATE?
La mia vita ruota intorno a una tavola apparecchiata e al cibo che sarà il protagonista della festa.
Penso di aver tentato più volte, nel corso di questi anni, di capire se fosse davvero questa la mia vera e unica strada. E credo che la conclusione sia sempre la stessa: non potrei vivere in altro modo. Così, mentre una parte dell’universo femminile in questo momento sfoglia le riviste autunnali in cerca di spunti per interpretare la moda, e Milano si appresta a celebrare la fashion week, io cerco il bello e l’eleganza in una tovaglia color ambra, nei vasetti di vetro fumé che sto usando per mettere in tavola i fiori verdi e rosa che affollano le mie ortensie, e in un piatto di tagliatelle con i porcini e la zucca, che tra poco inizierà a far sentire il suo profumo in tutta la cucina. Qual è in questo momento il perno delle vostre giornate?
Per me c’’è qualcosa di magico nell’autunno: al tempo stesso una sensazione di prospettiva per tutte le cose meravigliose che questa stagione porta con sé, a cominciare dalla vendemmia. La sensazione di inizio del nuovo anno è comunque nell’aria a settembre quasi più che a gennaio, per via della percezione di stacco che agosto produce nelle nostre vite e nei nostri pensieri. Si torna dalle vacanze e si riprende il ritmo delle giornate lavorative, si fanno progetti per i week end a venire, si mettono in ordine le idee e si stendono buoni propositi per la stagione, soprattutto in cucina. Tre mesi che passano spesso veloci, e che ci accompagnano alla soglia dei grandi preparativi natalizi.

La casa cambia aspetto in autunno: i teli di cotone leggero lasciano spazio ai plaid di lana, che adoro abbinare a tanti cuscini colorati. Il profumo che spargo nell’aria si fa più intenso: di legno, di ambra, di mela cotta al forno. Anche la luce diviene più tenue e i lampadari e le abat-jour di casa tornano a indossare i cappellini scuri al posto di quelli bianchi, che uso solo in estate. Piccoli gesti come il ritorno degli stivali di gomma, che scendono dai ripiani alti verso il pavimento della lavanderia, le mug della cioccolata calda, che in estate vanno in letargo; gli stampi da dolce per la torta di mele e quella di farina di castagne: due imprescindibili dell’autunno che sanno darmi la gioia in un solo morso.

E a voi, cosa piace di questa stagione?

Lascia un commento!
35 commenti

Fabiana |

Buongiorno Csaba.Perche’mi piace questa stagione è anche quella che la segue,perché’ da quando ero bambina non vedo l’ora che arrivi il venerdì per lasciare Milano e andare nella casa dei miei nonni in campagna nell’alto mantovano.Dallo stradone entriamo nel borghetto e percorriamo gli ultimi metri di stradina sterrata ,fermiamo la macchina 50 metri prima di entrare in casa .Quello che vedo e sento e’bellissimo e malinconico ,c’e’ là nebbiollina che fa sembrare tutto sfuocato e calmo il fiume e’vicino quindi lo sento ,il sentiero e’ pieno di foglie ormai fangose ,e poi nell’aria l’odore delle stufe e dei camini accesi che fa subito inverno..Di sera fa gia’freschetto quindi accendiamo la stufa e andiamo a mangiare nella trattoria sullo stradone Capunsei burro e salvia ,pesce di fiume con polenta e poi e’arrivata l l’ora di tornare a casa che nel frattempo si è’ scaldata .Entriamo e c’è’una bel tepore ma solo qui giu’nella grande cucina . .Guardiamo un po’ di TV e poi si va a dormire,si sale la prima rampa di scale e si solleva la prima botola ,si sente il cambiamento di temperatura,proseguiamo ,altra rampa altra botola ,qui fa gia’piu’freddo ma abbiamo le lenzuola in flanella è una coperta fatta ai ferri caldissima e coloratissima…E’mattina scendiamo in cucina dove C’è’ancora il profumo della legna che si e’spenta ,e’l’ora di fare colazione con caffellatte è un panino con il salame..E’domenica mattina c’e’il mercato nel paese vicino ,facciamo un po’ spesa e poi si ritorna a casa Milano.Non posso scrivere tutto ,ma c’è’ molto molto di più’ da vedere e sentire,e poi tra cinque minuti devo infornare il tuo pane ai semi…..Non sono una scrittrice quindi spero che abbia reso l’idea del Perche’mi piace questa stagione in campagna pero’!

Isabella sborchia |

Concordo anche io con le riflessioni sull autunno è una stagione bellissima la natura cambia di colore e le case inebriate di nuovi profumi si preparano ad accogliere l inverno. Il dolce profumo della cannella le castagne sul fuoco scoppiettante nei camini appena accesi….. che spettacolo.

Daniela |

Mi piace la sua classe sto seguendo cortesia per gli ospiti è ho sempre qualcosa da imparare.

Giulia |

Puntuale, limpida e consapevole.
Libera da contorni che spesso appesantiscono e distolgono, e per questo assolutamente efficace.

Giulia Pinto

csaba csaba |

Un bellissimo pensiero Giulia. Grazie.

Maria Eterna |

Tutto mi piace proprio tutto di questo mese e di questa stagione, cambiano i colori, i profumi nell’aria e in casa. Amo stare in cucina preparare tante cose buone per la mia famiglia e per i vicini, già quando accendo il forno per preparare torte e biscotti li porto sempre anche ai vicini. Poi si pensa all’inverno che deve arrivare con le feste da passare in famiglia mi si riempie il cuore di gioia. Amo l’autunno e l’inverno mi sento rinascere.

Grazia |

L’autunno è proprio la mia stagione preferita, adoro i colori e i profumi che solo in questo periodo si possono avere

Elena |

Adoro l’autunno per i colori e per l’atmosfera rilassata

Maria Luisa Mottola |

Buongiorno cara Csaba, il mese di settembre e’ per me un inno all’autunno, mi riporta a ricordi meravigliosi della mia infanzia, quando insieme agli zii e cugini ci riunivamo per preparare la passata di pomodori, il profumo ed i colori degli ortaggi e della frutta settembrina! In questo periodo amo preparare la torta di mele, il pane, che con il suo profumo inebria la cucina!!! Le giornate si accorciano l’aria più fresca, la stagione autunnale si avvicina! Grazie per il bellissimo post! Buon lavoro! Un saluto a lei e tutte le signore!

Isa |

L’autunno per me è una stagione riflessiva,introspettiva quasi…mi prepara alla frenesia del natale ( che con i suoi ritmi serrati tra inviti e acquisti compulsivi mi agita parecchio) e mi fa assaporare il piacere del futuro letargo invernale che tanto aspetto dopo una estate di fuoco.quest’anno è il primo settembre nella nuova casa.lo aspettavo da tanto e ora eccomi qua,tra scatoloni,mensole e bulloni,alla ricerca della cassetta degli attrezzi perduta per montarle;senza nemmeno una sedia su cui sedermi(pensa la poltrona),senza trapuntina(figurarsi il plaid) che solo il cielo sa dentro quale imballo sia sepolta e senza nessuna comodità.eppure non ricordo un autunno che profumasse di autunno più di cosi.

Natalia |

Cara Csaba, ammetto che sono tua grande fan e anche una grande fan di cucina, di casa in generale, quindi ti seguo con molto piacere. Per me l’autunno è un periodo magico, tutto si calma, si torna finalmente di stare di più a casa e quasi quasi si inizia pensare a Natale. A casa mia l’autunno ha un buon profumo di paparotta lucana (ti consiglio provare è un dolce tipico fatto con il mosto di vino e la cannella), di mele al forno fatte con la cannella, miele e vino rosso. Adoro le serate a casa con cammino finalmente acceso, le tisane calde e un bel libro. Insomma pura magia

wikymary |

Ciao Csaba, qui a Roma l’autunno arriva sempre in ritardo. Adesso si va ancora al mare mentre io già dal mese di agosto penso al menù di Natale. Che dite sono esagerata? Mio marito che è brasiliano non ama il freddo io invece sto aspettando il Natale che per me è il momento più magico dell’anno. Csaba ti aspetto in tv con le nuove puntate di cortesie per gli ospiti. Nel frattempo ho acquistato tovaglioli di stoffa in quanto con mio marito abbiamo deciso di limitare la carta. Un abbraccio a tutte!

Ilaria |

Sarà che vivo in una villetta in collina circondata da un giardino che ancora celebra i passaggi di stagione ma adoro settembre… quella brezza che sembra toglierti di dosso il calore eccessivo di agosto e la routine che riprende dopo le vacanze, come una piacevolossima coccola rassicurante. L’autunno ha i colori del sole, della terra e di tutto ciò che è caldo e tenero e ti accompagna con amore verso le feste d’inverno. Un lento risveglio dei sensi ❤

Gisella |

Sarà che sono nata a settembre, che mi sono sposata nello stesso mese, che mio figlio maggiore è nato in questo mese e che il più piccolo si sposerà proprio fra pochi giorni, saranno tutte queste ricorrenze ma Settembre è il mese che preferisco. Mi piace annusare l’aria e riconoscere il profumo dell’autunno che si avvicina, vedere le foglie che cambiano colore e fare qualche piccolo cambiamento anche in casa. Quest’anno abbiamo deciso di andare ad ammirare il foliage nell’ up state di N. Y. Dovrebbe essere da togliere il fiato e un modo nuovo di fare un’immersione nella natura e nel silenzio che a volte mi manca.
Adoro l’abbinamento che hai scelto per la tua tavola. Andrò a cercare una tovaglia color ambra, colore caldo e che darà il benvenuto alla stagione più fresca ma schiacciando ancora l’occhiolino all’estate.
Buon autunno Csaba!

csaba csaba |

Cara Gisella, che bel commento! Le foglie dell’autunno che scricchiolano sotto i piedi… le adoro. E tutto il resto. Anche io sono nata in questo mese e anche per me è il mio mese prediletto. Quanto alla tovaglia, la mia arriva da Zara Home ed è stata quella che ci ha accompagnato in questi primi giorni freschi a Milano. Auguri per l’imminente matrimonio, e … a presto.

Gisella |

Ti aspetto e nel frattempo vado a fare un giro da Zara home
Bacio e buona settimana

Loredana |

Bellissimo post che profuma di settembre il mio capodanno d’ autunno, il mese che attendo perché come saprai non amo l’ estate. Vorrei anch’ io che settembre si distillasse in giornate infinite, ora che la luce arriva con un calore e colore diverso, ora che qui in Alto Adige gli alberi regaleranno uno spettacolo unico di cromie autunnali! Per me settembre e’ tornare al guardaroba autunnale, scegliere qualcosa tra le nuove tendenze, mettere a dimora d’ Erica in terrazzo, aspettare che arrivi l’ Inverno con il freddo e la neve che tanto amo!

csaba csaba |

Anche io adoro l’Alto Adige Loredana, un po’ meno la neve… ma la neve è adorata dai miei figli e quindi ben venga anche per me. Io sogno strudel di mele e thé caldo speziato. E quest’anno vorrei davvero che si avverasse la possibilità di presentare il mio nuovo libro a Bolzano. Buon autunno!

Daniela |

Beh da buona Altoatesina non posso non amare l’Autunno stagione stupenda da noi, i colori che vedo delle mie finestre danno sensazioni impagabili , i prodotti della ns. terra eccc …adoro l’autunno mi sono anche sposata svariati anni fa …

Loredana |

Ciao Daniela anche tu sei Alto atesina come me!!! Io vivo a Bolzano!

Daniela |

Certo che sì !!! Super bolzanina!!’

Elena |

Adoro la tua regione, ę stupenda!!! 😍

Anna |

Cara Csaba, qui a Cagliari si respira ancora aria “calda” estiva. Le scuole iniziano domani e i miei figli si godono l’ultimo giorno di mare. Ma settembre è settembre! Un mese bellissimo anche qui da noi, con il colore del cielo e il riflesso del mare piatto tutto suo. Forse il mese migliore per godersi il mare qui in città senza la calura estiva. Purtroppo conosco poco l’atmosfera che descrivi tu e le altre signore del blog. Infatti un giorno, così all’improvviso, riporremo il nostro costume da bagno per indossare subito il cappotto! La mezza stagione è praticamente scomparsa. Ma grazie a tutte per avermela ricordata.

csaba csaba |

Cara Anna, il mare in autunno ha un suo fascino meraviglioso. I tuoi figli sono fortunati. I miei hanno ricominicato la scuola con un colorito già tendente al grigio milanese… siamo tornati dalle vacanze da quattro settimane e il colore della salute è già andato! Buon settembre

Milena1981 |

Leggo il tuo “inno all’autunno” e con piacere ritrovo la tua anima più sensibile, lontana dalla ribalta dei riflettori, alla quale mi sento affine nonostante le differenze di età e stili di vita. Come ho scritto anche sul blog di Loredana, ambasciatrice del Trentino per lo Csaba day di alcuni anni fa, amo settembre – mese in cui sono nata e mi sono sposata – e tutto l’autunno: i colori e i profumi di certe giornate sono così struggenti che mi ritrovo commossa senza volerlo, come se l’emozione fosse troppo forte per essere contenuta nella mia mente e nel mio cuore. Ecco, allora, che in questo periodo sento anch’io più forte l’esigenza di rinnovamento, non solo esteriore (biancheria della casa, ricette in cucina, guardaroba personale) ma soprattutto interiore: è impellente il desiderio di raccogliermi in silenzio a riflettere, magari davanti a una tazza di tè, per togliere il superfluo e discernere ciò che davvero conta; negli ultimi anni, anche grazie a te, sono tornata ad amare la vita in casa, come quando da bambina stiravo con cura il bucato o preparavo orgogliosa la tavola della prima colazione estiva sul balcone. Buon finesettimana, cara amica.

csaba csaba |

Cara Milena, come sono belle le tue parole. Mi hanno dato un’emozione nel leggerle. Anche per me la ribalta dei riflettori non è quella che illumina la mia parte migliore. Ma a volte dirlo fa sembrare ingrati. Quando sarò pronta per farlo, penso sarà bello scriverci un post. Per ora ti ringrazio di avermi fatto ritrovare dentro di me il profumo del bucato. Mia figlia Lilly mi aiuta a stirare di tanto in tanto e nelle tue parole ho visto lei. Grazie. Buona domenica

Loredana |

Grazie Milena per avermi citata e per questo commento nel quale ancora una volta mi ritrovo, nel rinnovamento interiore e nello scrivere davanti ad una tazza di tea! Un abbraccio Loredana

Dalila |

Tutto! Cara Csaba, aspetto tutto l’anno che arrivi settembre, per me l’autunno è già iniziato, non nel calendario ma si nel mio stato d’animo, sulla mia tavola e in tutta la casa. Tutto cambia, tutto si trasforma e tutto è magia, vorrei che il tempo si fermasse fino a Natale. Il clima è meraviglioso e i paesaggi con i suoi colori ambrati, cambiano i colori sulla mia tavola passando dal turchese e bianco dell’Estate al tortora e marrone. La casa diventa sempre più accogliente grazie alle candele profumate e i centro tavola pieni di pigne raccolte quest’estate, aspetto con ansia l’arrivo del freddo per tenere le coperte di lana vicino al divano per quando mi andrà di leggere o bere un tè. Ma è la cucina che cambia più di tutto, i suoi profumi sono molto più buoni, cannella, arancia, mandorle tostate e castagne sono gli odori più forti insieme al mosto, funghi e zucche. E si, è tutto così meraviglioso per me.

csaba csaba |

Cara Dalila, il tuo racconto è molto bello. Si legge un amore straordinario per la casa e per la vita. Brava. Anche per me l’autunno è così, e i suoi sapori sono i più attesi. Questi quattro mesi sono un crescendo di bellezza. Ti auguro di viverli al meglio. Buon settembre.

Marina N |

Glio occhi stropicciati dal forno 😂😂😂 deformazione professionale! Mi piace l’autunno con i suoi colori, con le temperature non più afose! Aspetto con ansia le prime zuppe! Ho voglia di mele, pere, zucca cavoli funghi e tutto quanto porta la nuova stagione!

csaba csaba |

Grazie Marina per averlo segnalato. Ormai non posso più neanche dire che sia la stanchezza, deve essere l’età! Ora correggo. E tra poco vado a comperare le mele. La quarta stagione è appena cominciata…

Elena |

Adoro l’autunno, adoro i suoi colori e le sue temperature dopo l’afa dell’estate. La luce brillante ma non accecante.
Vorrei essere in montagna, dove i colori variegati degli alberi rivestono il paesaggio di una tavolozza magnifica.
Ti piace la montagna? Felice autunno 🍂🍁

csaba csaba |

Cara Elena, la montagna mi piace soprattutto in autunno – ammetto che il freddo e la neve su di me non hanno mai esercitato un grande fascino. I colori dell’autunno invece li adoro, così come il fresco che portano con loro…

Mariolina |

Ciao Csaba,io da buona siciliana amo il mare ma adoro la montagna in estate……il mio sogno è l’alto Adige!che meraviglia quelle distese verdi!ma intanto mi sto godendo qualche
altra giornata di mare settembrino con poche persone……finalmente,,,,e con caldo sopportabile.L’autunno mi ispira serenità,dolcezza,nostalgia ….saranno il clima ,i colori tenui della terra….il cibo cosi rassicurante.

csaba csaba |

E’ vero Mariolina, dopo la ribalta estiva, l’autunno ispira serenità. Goditi la tua Sicilia bella, io penso di venire ai primi di ottobre… e spero di trovarci ancora il sole. Buon settembre