csaba 24 Agosto 2015

Esprit vacances: cartoline dalla Francia

“Le vacanze estive sono una condizione mentale. Possono durare un week end, o un’intera stagione – passano sempre troppo in fretta. Ricordo con nostalgia infantile le vacanze scolastiche di quando ero piccola: duravano tre mesi filati, e quando il calendario segnava gli ultimi trenta giorni prima del rientro in città mi sembrava che tutto stesse […]
54 commenti

“Le vacanze estive sono una condizione mentale. Possono durare un week end, o un’intera stagione – passano sempre troppo in fretta. Ricordo con nostalgia infantile le vacanze scolastiche di quando ero piccola: duravano tre mesi filati, e quando il calendario segnava gli ultimi trenta giorni prima del rientro in città mi sembrava che tutto stesse per finire troppo velocemente. L’unica consolazione era sapere che la fine di agosto avrebbe portato i fichi a maturare in modo esageratamente goloso, e che avrei potuto mangiarli, caldi di sole, seduta sotto l’albero leggendo un libro. Per il resto, già a sette anni avevo una passione per il cibo che mi portava a vedere le cose in maniera diversa…”

Inizia così Summer Holidays, il mio libro dedicato alle vacanze estive. E questo è esattamente quello che penso: l’estate e le vacanze sono dentro di noi e possiamo prolungarne la sensazione di benessere anche una volta tornati a casa (o se non siamo partiti affatto…): durante il week end, o semplicemente a fine giornata, quando la testa dovrebbe liberarsi dagli impegni professionali e si torna alla famiglia.

Chiuso il grande progetto del mio prossimo libro – GOOD FOOD – che uscirà ad ottobre, mi sono ritagliata dieci giorni di vacanza con la mia famiglia in Provenza. Sono stati giorni intensi e bellissimi, come sempre quando siamo tutti e 4 + 1 (il nostro gatto Minou) insieme. Nulla di speciale, ma esattamente quello che amo da una vacanza: una casa accogliente con un bel giardino, sulle colline intorno a Valbonne; la giornata scandita dai pasti, con nuove cose da cucinare e sperimentare, e poi le passeggiate nel verde, un po’ di spiaggia, le lunghe serate sotto le stelle. Niente televisione, niente tecnologia, solo libri e buona conversazione. Vi sembrerà un modo noioso di passare le vacanze, ma per me è il paradiso: dormire, cucinare, leggere, nuotare e rilassarmi completamente, sino a riuscire a riprendere tutte le energie che la vita ti consuma. Viaggiando spesso per lavoro e vivendo a “ritmi pianificati” come mi piace dire, alzarmi la mattina e non avere nulla da fare è esattamente ciò che ho voglia di fare per ricaricare il corpo e la mente.

La sveglia quando sono in vacanza non suona, ma difficilmente riesco a restare a letto oltre le 8:30. A quel punto, la cosa più bella è fare una nuotata prima della colazione. Mio marito (che è una persona davvero speciale, devo ammetterlo) si è alzato presto ogni mattina per andare in paese, rientrando con pane ai cereali appena sfornato, pain au chocolat e croissant [a proposito, mi avete chiesto la ricetta dei pain au chocolat: la trovate qui, presa dal mio libro Csaba bon marché].

Le attività per la giornata a casa mia si discutono durante la prima colazione: una passeggiata nei boschi per cogliere le more, oppure un mercatino di brocantage (dove comperare altre cose assolutamente superflue e per questo meravigliose, facendo affari per pochi euro). Dopo pranzo un po’ di siesta all’ombra in giardino, un tuffo in piscina, poi il rito dell’aperitivo bordo acqua che diventa cena. Siamo stati abbastanza fortunati da trovare una casa con un bellissimo barbecue vecchia maniera: legna, brace e spiedini hanno allietato più di una serata.
Lo spirito della vacanza, per me, non può essere disgiunto dall’idea di cucinare. Adoro andare a fare la spesa, borsa alla mano e ballerine ai piedi. Mi piace parlare con le persone, informarmi sulla provenienza di quello che compro e anche chiedere spunti per cucinare cose che magari di solito non cucino spesso. Il mercato all’aperto a Valbonne, il venerdì mattina, offre tutto quanto si possa desiderare: dalla bancarella delle spezie (dove ho potuto far rifornimento di sumac, che in Italia faccio fatica a trovare) sino a quella del thé. E poi la teleria per la casa, gli oggetti usati, la frutta e la verdura. Salendo verso la parte alta, accanto alla fontana collocata al vecchio abbeveratoio, dove di venerdì si installa la bancarella dei fiori, c’è ogni mattina il banchetto del panettiere del villaggio, che però chiude presto (a mezzogiorno non troverete già più nulla) perché vende solo il pane prodotto nella notte. Non è una meraviglia? Pensare di alzarsi e mangiare il pane fatto poche ore prima, proprio come potremmo farlo noi…

Sulla Place de la Vignasse ci sono un ortofrutta super rifornito (Dumanois Primeurs – caro, devo ammetterlo, anche per me che arrivo da Milano. Ma con una scelta invidiabile e prodotti davvero di qualità) e poi la Boucherie Rondelli, una macelleria con una piccola rosticceria annessa, dove rifornirsi di carne, pollame e salsicce per la griglia. Anche la pescheria è davvero buona a Valbonne (Poissonerie de Valbonne, 23 Route de Nice) e se cercate un thé con i macarons, oppure il gelato fatto come una volta c’è la Pâtisserie Salon de thé Jean Jacques Lenoir, dove potete sentirvi trasportati indietro nel tempo di circa un secolo, semplicemente varcando la soglia.
Avrete capito che il cibo ha un posto in prima fila per me in vacanza e devo dire che siamo stati molto fortunati: il bel tempo ci ha permesso di mangiare sempre all’aperto, rifugiandoci sotto il portico un paio di volte, ma senza dover entrare mai. Come sempre quando si va nelle case in affitto la mise en place è da comporre sul luogo, e andare alla ricerca di piatti e tazzine da accompagnare tra loro è stato un altro dei miei svaghi. La sera, appena la luce del tramonto iniziava a lambire la casa, la tavola prendeva vita con candele e vettovaglie (nessuna tovaglia – in vacanza e all’aperto mi piace spesso così). Un bicchiere di vino rosé (il Côte de Provence è uno dei miei preferiti) crea sempre l’atmosfera giusta e devo ammettere che in Francia non so resistere ai grandi taglieri di formaggi e al burro fresco spalmato sul pane appena fatto. In fondo, per quale motivo bisognerebbe poi resistere davvero?
Sono stati dieci giorni belli, li terrò con me per molte settimane ancora. Vi lascio una piccola gallery di immagini fotografiche… felice estate, nell’anima, sempre!

Lascia un commento!
54 commenti

SIMONA RUGGERI |

Buongiorno Csaba, rivedremo presto la tua selezione di oggetti sull’e-commerce o rimarrà possibile l’acquisto solo dei libri? Grazie

Simona Ruggeri |

Tanti cari auguri (in ritardo)Csaba…

Elisa |

Ops…era ieri.ma spero vorrai accettare lo stesso il gesto di averti pensata.

Elisa |

Leggo che oggi e’ il tuo compleanno cosi’ ne approfitto per rivolgerti gli auguri di ogni bene.grazie per avermi accolta in questo blog.

csaba csaba |

Grazie Elisa, grazie di cuore

Marina N |

Urge aiuto… ho aperto un barattolo di marmellata fatta in casa ma il coperchio non ha fatto quel bel “bottarello” come avrebbe dovuto. In questi casi cosa si fa? Chi dice di fa ribollire, chi di non mangiarla per il rischio di botulino. 🙁

gisella |

felice giornata!!! buon compleanno Csaba, mille auguri

maria |

Buon compleanno carissima Csaba, ti auguro una splendida giornata con le persone che ami

Rita Rezzaghi |

BUON COMPLEANNO!!!!!
Tanti affettuosi auguri. Ti auguro di passare una bellissima giornata insieme alla tua famiglia, che possa essere un giorno davvero speciale.
Un abbraccio, Rita

katia |

B P O
U M L N
O O E N
N C A

Katia |

bah….io non l’ho scritto in questo modo….era molto più carino ma il sistema. ha 2 rimescolato le carte”
AUGURI!

Katia |

(la riscrivo)
bah!….io non l’ho scritto in questo modo, era molto più carino…ma il sistema ha “rimescolato le carte”
AUGURI!!!

csaba csaba |

Grazie Katia, anche del bellissimo biglietto che mi hai mandato! Grazie a tutti per gli auguri. Domani leggerò con maggiore calma e risponderò per bene!!

katia |

Almeno era originale! 😉

Marina N |

Cara Csaba sbaglio o domani è il tuo compleanno?
Non avendo un profilo fb ti faccio qui i miei auguri!
Ti auguro di trascorrere una giornata serena in famiglia, un abbraccio.
🙂

Elisa |

Gentile Csaba,navigando in rete ti ho scoperta per caso e devo ammettere che sei stata per me una sorpresa tanto inaspettata quanto gradita…il tuo garbo profuma di famiglia ed io che una famiglia non l’ho mai avuta, mi sono sentita coccolata.oggi ho preparato il mio primo pan di spagna…e scoperto un pezzetto di cielo felice.

gisella |

ciao a tutti,
sono entrata sulla boutique on line e l’unica cosa che riesco a vedere sono solo i libri, faccio qualcosa di errato? oppure x ora si possono acquistare solo quelli? Help!

Marina N |

Ciao Gisella effettivamente sono entrata anche io e ci sono libri e la rivista. Forse è allestimento?

gisella |

si forse…. aspettiamo
bene però vuol dire che nn sono completamente imbranata ahahah:-)

csaba csaba |

Buongiorno Gisella! Nessun errore, ci sono solo i libri …

BARBARA B. |

Buongiorno, posso chiedervi dove vi rivolgete per affittare una casa in Francia ?
Grazie e buon rientro a tutte

csaba csaba |

Buongiorno Barbara, ci sono diversi siti web che propongono case in Francia, da Homeholidays a AirBnb. Buon rientro!

gisella |

bene ci sei allora…. ma nn troppo esaustiva alle domande di tutti 🙁

BARBARA B. |

Grazie Csaba , inizierò a sognare le prossime vacanze !!!

gisella |

toc toc Csaba dove sei? fatti viva e raccontaci che stai organizzando, nn ci lasciare all’oscuro. Quando ti vedremo prossimamente? Qui ci manchi un pochino!!!

Marina N |

Bentornata Csaba! Guardando le foto e leggendo il post è come se fossi stata in vacanza anche io dal momento che durante le ferie sono, purtroppo, rimasta a casa!
A dire il vero ne ho approfittato per rileggere il tuo Summer Holidays e per sognare qualche bella spiaggia!

maria |

Bentornata carissima Csaba è sempre piacevolissimo leggere tutto quello che scrivi, grazie per aver avuto un pensiero per noi nel tuo prossimo libro

SIMONA RUGGERI |

Buongiorno a tutte!
Csaba ci sono novità sull’uscita della tua agenda?

Simona |

Cara Csaba, anche io e mio marito stiamo trascorrendo le vacanze in provenza e come voi abbiamo affittato una piccola casetta proprio per assaporare al meglio la vita provenzale, tra colline piene di viti e il blu intenso del cielo e del mare.
Poter poi acquistare i prodotti tipici e cicinarli abbinandoli alle nostre abitudini e’ davvero un lusso!
Prima di partire avevo ricevuto il tuo libro Around Florence autografato e ti ringrazio molto per la bella dedica!
Ora ci restano ancora 5 giorni di Francia e poi torneremo a casa, portandoci, come dici tu, un pezzo di questa magica terra!
Buona fine estate.
Simona

Rita Rezzaghi |

Ben tornata Csaba e ben ritrovate a tutte le amiche del blog!
É sempre bello leggere i tuoi post, ci sei mancata.
Quelle che hai descritto sono le vacanze più belle che si possano passare!
Noi siamo stati in Val Gardena e sul lago di Como e vedere l’espressione di Edoardo quando ha visto le montagne non la scorderò mai. É stupendo come si entusiasmano i bimbi.
Anche le nostre sono state vacanze nella natura, serene e felici. Un bellissimo ricordo per affrontare l’autunno.
Un abbraccio, Rita

katia |

Ciao Rita! Era a un po’ che non ti leggevo! Un saluto a te e alla.tua famiglia.

Rita Rezzaghi |

Cara Katia, grazie! Un abbraccio a te e famiglia.
Come stai? Tuo marito?spero bene.

katia |

Sta bene Rita, ha appena fatto il controllo dopo sei mesi dall’intervento e sembra sia tutto ok, grazie.

Rita Rezzaghi |

Mi fa davvero tanto piacere!
Buon fine settimana.

Antonella |

Ciao Csaba mi fa piacere risentirti e leggendo tutto ciò mi rendo conto che non sono l’unica a non usare la TV a dialogare tanto con i miei figli e mio marito per organizzare le nostre giornate, io mi trovo s Lipari ne ho approfittato per comprarmi tutte le spezie e tutte le cose del posto sempre per la cucina per he anche io come te non riesco a stare senza cucinare, mi rispecchio tanto in quello che ho letto e anche se in posti diversi abbiamo fatto le stesse cose. Non vedo l’ora di comprare il tuo nuovo libro e mi manca anche l’ultimo della collezione Csaba bon marchè. A risentirci presto e buone vacanze. Ciao Csaba

Ambra |

Quest’anno non sono andata nella mia adorata Provenza ma ne ho respirato i profumi e sentito le cicale solo leggendo questo tuo bellissimo post, complimenti non potevi descrivere meglio la mia vacanza ideale… grazie! Un caro saluto con grande stima Ambra

Simona |

Se solo io riuscissi a realizzare l’1% di quello che riesci a fare e lo potessi condividere con la semplicita’ e la grazia che ti contraddistinguono… Beh, io ci provo e tu sei una ottima fonte di ispirazione!

Sara Celoni |

Che piacere leggerti!!!Spero di ritornare in Provenza presto, devo ammettere che mi manca! Ma devo dire di essere fortunata ad avere l’Alsazia vicino così da poter respirare ogni tanto un po’ di aria francese ☺!

SIMONA RUGGERI |

Che bello rileggerti… ci sei mancata!

csaba csaba |

Anche voi!! Ma ho mantenuto la promessa, nel nuovo libro c’è una menzione speciale per tutte le mie lettrici più fedeli 🙂

katia |

🙂 <3 che bello!

SIMONA RUGGERI |

DAI!!!CHE GESTO CARINO…
GRAZIE CSABA, PER NOI E’ UN ONORE.

Rita Rezzaghi |

Che bello, non vedo l’ora di leggerlo!!!

LALLA |

Che bello!! Grazie mille Csaba!!! 🙂

Roberta |

Ciao Csaba, che bello leggere le tue parole, mi fa tornare indietro di un paio di anni quando sono stata anche io in Provenza, quei colori e quei profumi…
In quell’occasione ho avuto modo di assaggiare il gelato alla lavanda e mi era sembrato così speciale che ho preso i fiorellini per un uso gastronomico ma non riesco ad usarli a dovere, hai qualche consiglio da darmi per il loro utilizzo nei dolci??
Grazie e a presto con le tue fantastiche ricette!
Bisous

Simona lazzari |

Igrazie Csaba per quello che scrivi …mi fa davvero bene leggerti…aspetto il libro e complimenti per la bella famiglia che avete saputo costruire tu e tuo marito!

katia |

BEN~TOR~NA~TA!…..mancavi…

gisella |

cara Csaba, leggere tutto ciò che scrivi è sempre un vero piacere e mi rendo conto di aspettare ogni tua pubblicazione con curiosità e “trepidazione” ( vecchia parola nn più in uso oggigiorno ma che rende esattamente quello che intendo); sia si tratti di un post o di un libro quindi una piccola richiesta cerca di scrivere, scrivere, scrivere….
Un grazie condito da un abbraccio 😉

Daniela |

Leggere delle tue vacanze…mi ha fatto sentire un po’ in vacanza! Non parto da 4 anni ma prima o poi raggiungerò almeno la mia terra d’origine, la mia amata Grecia. Leggere le tue parole è stato come danzare in un luogo senza tempo e se la parola “tempo” esiste…è scandito semplicemente dai nostri ritmi…via la sveglia, via il calendario! Assaporare i semplici piaceri della vita, quelli che davvero ci rigenerano…una buona colazione assaporata con calma, la siesta dopo un pranzo preparato con amore…le camminate in mezzo alla natura, i profumi che ci circondano… Grazie per aver condiviso con noi! Posso chiederti come fai a mantenerti così in forma con tutte le prelibatezze che prepari? Potrebbe essere un’idea per un nuovo libro? (Sempre che non l’abbia già fatto!) Un abbraccio. Daniela

csaba csaba |

Gentile Daniela, grazie per le tue parole – ti auguro di rivedere presto la tua amata Grecia, che è una terra meravigliosa. Il mio prossimo libro è dedicato proprio al tema che tu accenni: GOOD FOOD. Puoi leggere una breve anteprima dei contenuti qui (il volume uscirà a fine ottobre!). A presto.

katia |

Ma tu quando torni dalle vacanze…hai preso almeno qualche chilo??
Per me e’ sempre cosi’, proprio perche’ mi piace assaggiare le prelibatezze del luogo e quest’anno e’ accaduto pure senza andare in vacanza…. 🙁

csaba csaba |

A dire il vero ho preso 2 kg (sì) ma non credo che arriveranno con me a settembre 🙂

Simonetta |

Esiste una NEWSLETTER ? Mi risponda , la prego ! Grazie .

csaba csaba |

Buongiorno Simonetta, esiste una newsletter e per iscriversi basta compilare il campo che trova in Home Page (in alto a destra) con la sua mail, premendo poi “invia”. A presto!