csaba 2 Luglio 2014

Le mie cartoline dalla Svezia

Sono arrivata in Svezia da due giorni e – leggendo i cartelli – mi pare di iniziare a conoscere già un po’ di svedese. In realtà credo sia frutto in parte del desiderio di immedesimarmi nella cultura del luogo, in parte delle (troppe) numerose visite all’IKEA, che ormai mi fanno suonare come familiari certi nomi […]
21 commenti

Sono arrivata in Svezia da due giorni e – leggendo i cartelli – mi pare di iniziare a conoscere già un po’ di svedese. In realtà credo sia frutto in parte del desiderio di immedesimarmi nella cultura del luogo, in parte delle (troppe) numerose visite all’IKEA, che ormai mi fanno suonare come familiari certi nomi scritti con più consonanti rispetto a quelle che saprei pronunciare. I miei figli mangiano sgombro con i frutti rossi come bambini locali, io ho scoperto di avere un debole per i dolci alla cannella e cardamomo (non preoccupatevi – ho la ricetta!!) e l’acqua del mare oggi non sembrava neanche poi così fredda, complice una bella giornata di sole e l’aria di totale relax che mi ha avvolto da quando sono sbarcata a Marstrand, una piccola isola svedese davanti a Göteborg, che potrei definire solo come luogo di rara bellezza.

Questa settimana si disputa la Match Cup svedese e l’isola di giorno viene letteralmente invasa dal pubblico che vuole assistere alle regate (buona notizia: c’è il team italiano di Francesco Bruni in testa a pari merito con Ian Williams, inglese). Non sono qui ovviamente per la gara, ma è bello esserci! In realtà avevo pianificato questi tre giorni di vacanza con i miei figli a casa della mia amica Anna, che su quest’isola è andata a scuola e che è in visita ai suoi genitori.

 

Marstrand è un’isola molto piccola sulla quale le auto non sono ammesse e questo regala una libertà totale. I bambini possono girare intorno senza preoccupazioni, i quasi 1500 abitanti si conoscono tutti e all’ora di cena, quando la regata ripiega le vele e tutti tornano a casa con il traghetto della sera, il paesaggio cambia e torna all’origine: semplicemente bellissimo, tranquillo e luminoso come solo la notte qui a nord sa essere (è mezzanotte quasi e fuori c’è ancora luce). Sto assaporando il piacere dell’estate fredda, fatta di vento frizzante al mattino e acqua di mare decisamente ghiacciata – ma comunque bellissima, terapeutica per il corpo e per lo spirito. Su questa lingua di roccia che diventa verde all’interno, la vita scorre ad un passo molto semplice. La mattina andiamo alla pasticceria locale per il caffè con i panini al prosciutto e cetriolo, poi si cammina verso casa e si scende al mare in accappatoio, incuranti dei vicini che, prima o poi, faranno lo stesso. I negozi sono pochi e il frutta e verdura è un carretto in strada, accanto al banco di Nordic Street Food, un’idea buona e sana di Pernilla Elmquist (la bella ragazza che vedete con me nella foto). Il cielo sono Marstrand ha un color cobalto che ti fa sentire meglio i polmoni, respiro quest’aria tersa e mi sento in un luogo impregnato di luce suprema. Domani torno a casa con il blu e il bianco negli occhi – il mio secondo semestre è appena cominciato e mi attende tanto lavoro, a partire dal tour di presentazione di Around Florence. Ma questa è un’altra storia, che comincerà il 9 luglio… Intanto, vi lascio le mie cartoline dalla Svezia!

 

Lascia un commento!
21 commenti

gisella |

cara Csaba, mi ricordo che legato a qs post c’erano delle foto proprio belle. Sono io che nn sono “capace” oppure basta attendere qualche giorno e verranno caricate anche loro? Un abbraccio e buona cucina ( visto la quantità di farina acquistata ☺️…)

Luisella e la piccola Alice |

Grazie Csaba, per il bellissimo racconto e le foto stupende!!!!
Anche per noi alcuni anni fa è stata metà di vacanza
Posti bellissimi , puliti e con una pace!!!!!
A proposito di libri a Torino verrai a presentare il tuo ultimo libro?
Grazie e a presto

rosella |

cara Csaba sei semplicemente fantastica.
Mi mancano le tue ricette in tv che mi hanno trasmesso freschezza e semplicità e tanto altro….

Lalla |

Per tutto il tempo della lettura ho sognato ad occhi aperti! Grazie

Elisa |

Che posti bellissimi !!!!
In attesa delle nuove ricette , ti chiedo se ci puoi postare la tua ricetta del vitello tonnato….non riesco a trovare la ricetta giusta…la salsa non risulta mai abbastanza cremosa…

Grazie mille

Mimma e Marta |

Quest’anno la Svezia sarebbe dovuta essere metà delle nostre vacanze…poi invece. Abbiamo optato verso un altro stato del nord Europa. Sognavamo di mangiare kanelbular e invece mangeremo speculoos. Un abbraccio fortissimo e porta i nuovi doni virtuali

Feffe |

Che bellissime cartoline…viene voglia di vacanza 🙂
Sembra un posto da visitare, senza auto….ah che voglia!!!!!

Claudia |

Sono sempre stata entusiasta del grande nord e non vedo l’ora di tornare in Svezia dalla quale manco da (troppo) tempo: invidiaaaaaaa 🙂

Luisa |

Ciao Csaba rimango sempre affascinata dai Paesi del Nord, anche se faccio i po’ fatica a programmare un viaggetto da quelle parti x via del “freschetto”…sono molto freddolosa e l’idea di fare il bagno in acqua gelata anche a luglio brrr….!!! Comunque le tue foto sono molto allettanti…soprattutto la casetta bianca circondata da rose rosse…attendo le ricettine da sperimentare presto…i dolci alla cannella non mi piacevano molto prima…ma “grazie” a Ikea ho scoperto il gingerbread e quindi il mio palato si è’ riabituato a questa spezia, che utilizzo anche nel caffè da fine -pranzo, come digestivo!!! Peccato che la presentazione del,libro sia così presto, sono già via da Mi!!! Spero ci sia qualche altro incontro per settembre!
Buon divertimento, saluti Luisa

pat |

Questo si’ che e’ un posto che adoro. Tutto il nord europa a dire il vero. Finlandia, norvegia, svezia e danimarca e anche Olanda dopo averla riscoperta per un colloquio di lavoro. Sono posti incredibili e la gente vive serena e rilassata nei bar coi loro caffe’ lunghissimi e tante chiacchiere e tante coppie giovanissime con 3/4 figli piccoli al seguito che danno gioia e sonop pure sempre ben educati.

Tiziana L. |

Io sto ancora aspettando le ricette marocchine che ci avevi promesso quando sei stata a Marrakech!

katia |

E’ vero! Me ne ero dimenticata….vuoi dire che non vedremo mai neppure queste svedesi?……mannaggia….

katia |

Ecco dove eri finita! Bellissimi posti ma….devo bacchettarti un po’, perche anche stavolta ci offri un post che non riprende le tue lezioni…lo sai che noi ci stiamo di nuovo imbruttendo? Al mattino siamo stanche e tendiamo ad ingrassare….E’ dai primi di marzo che non ci informi sul programma alimentare…non hai piu’ tempo per studiare o forse cio’ che ci hai detto fino ad ora deve bastarci? Augurandomi che nel frattempo tu possa diventare come la dea Kali’, riuscendo cosi’ a fare molteplici cose in poco tempo, attendo le ricette che sei riuscita a carpire in Svezia…mi incuriosiscono molto e non vedo l’ora di sperimentarle….Buon rientro!

Marina N |

Ancora una volta mi associo! Perennemente stanca, un po’ ingrassata…. guardo la bilancia da lontano. .prima o poi ci salirò. .non ho più neanche l’energia per le mie camminate e cosa più grave mi sta passando la voglia di cucinare!
Comunque che dire? vedendo queste meravigliose cartoline la invidio un po’ 🙂

pat |

a me è venuta voglia di aringhe e salmone vero. non quello della coop. e di torte al bar col caffè nella tazzona gigante.

antonella g. |

Il fascino del Nord! Bellissime le bambole e adesso…. mi è venuta voglia di mangiare fish and chips e Kaese Sahne Torte, non necessariamente in quest’ordine.

Giovanna |

bellissime foto davvero , viene la voglia di andarci !

Manuela |

Ok mi hai convinto…prox viaggio!!!

Maria Cristina |

Bellissimo, deve essere un posto fantastco. Assolutamente da visitare!

Thea |

TI SEGUO SEMPRE , COMPLIMENTI, VERRÓ (SPERO ) al tuo evento a Milano .
Foto fantastiche descrizione eccellente.