PER 1 torta da 10 fette

PER LA PASTA FROLLA
220 g di farina
125 g di burro
70 g di zucchero
1 uovo
scorza di 1 limone, grattugiata fine
1 cestino di fragole
1 manciata di lamponi


PER LA CREMA PASTICCERA
300 ml di latte
2 tuorli
100 g di zucchero
30 g di farina

zucchero a velo e folgie di maggiorana fresca, per decorare
La classica crostata di frutta, che potete variare cambiando la frutta in base alla stagione. Questa è la versione preferita di mia figlia Lilly. Facile e a prova di riuscita per chiunque - buona la prima! Garantito.

La buona riuscita di una crostata alla frutta dipende dalla friabilità della pasta frolla. Se la prepari seguendo questa ricetta e la cuoci esattamente come indicato, è impossibile (davvero) che non venga. Poi non ti resterà che imparare a fare la crema pasticcera. E ti avviso: siccome con la mia ricetta è facilissimo, non posso poi essere ritenuta responsabile se poi vorrai farla troppo spesso.

Metti in una ciotola la farina, lo zucchero, il burro a tocchetti, l’uovo e la scorza di limone. Impasta per 4 – 5 minuti, poi metti l’impasto in frigorifero in un foglio di pellicola per 45 minuti. Se hai una planetaria in casa, usala agganciando la frusta piatta e impastando a velocità 1 per 2 – 3 minuti.

Terminato il tempo di riposo, che serve affinchè la pasta si rassodi (altrimenti è troppo calda e non tiene la forma in cottura) stendi la pasta con un mattarello sino a che avrà lo spessore di mezzo centimetro. Per farlo, ti serviranno un paio di cucchiai di farina extra: per il piano e per il mattarello. Ma non esagerare, altrimenti otterrai una pasta dura.

Usa il disco di pasta frolla per  rivestire uno stampo per crostate con bordo amovibile (da circa 28 cm). Bucherella il fondo con una forchetta. Metti in freezer per 5 minuti.

Riscalda il forno a 180°C (calore sopra e sotto, non ventilato). Rivesti la superficie della torta con un foglio di carta da forno, riempilo di ceci secchi (o altri pesi da cottura) poi inforna e cuoci per 12 minuti. Togli i ceci e la carta e cuoci per altri 12 – 15 minuti circa, sino a che la torta sarà leggermente dorata. Attenzione: deve essere solo leggermente dorata, altrimenti diventa dura. Sorvegliala attentamente per stabilire qual è il tempo esatto di cottura nel tuo forno. Nel mio (impostato su statico) è 12 + 12 minuti.

Estrai dal forno e lasciala raffreddare completamente sulla base dello stampo, togliendo il bordo.

Prepara la crema. Scalda il latte in una pentola capiente, senza farlo bollire. Mescola insieme in una ciotola i tuorli e lo zucchero, poi aggiungi la farina e amalgama bene. A questo punto versa il latte caldo, a filo. Mescola con una frusta, rimetti tutto nella pentola e cuoci su fiamma media, mescolando continuamente, per circa 5 – 7 minuti, sino a che la crema sarà densa. Lasciala raffreddare.

Versa la crema nella base della torta, livellala e poi ricoprila con le fragole tagliate a pezzi e i lamponi.
Decora con lo zucchero a velo e le foglie di maggiorana fresca.

Si conserva in frigorifero per 2 giorni.

 

 

 

 

Lascia un commento!
7 commenti

Avatar Laura |

buona sera Csaba. oggi ho fatto la crostata utilizzando solo le fragole ed era ottima. al posto della farina ho utilizzato la maizena ma la crema anziché essere fluida è risultata compatta e densa. ho dovuto farla intiepidire e metterla appunto tiepida sopra la crostata perché rassodando si conmpattava sempre più. è comunque corretta la procedura oppure ho sbagliato qualcosa? grazie e complimenti per le ricette

Avatar ClaudiaWE |

Buonasera Csaba,se questa deliziosa crostata volessi farla con la marmellata , quali variazioni consigli di apportare?Grazie!

Avatar Marinella Conti della Rocca |

La crema pasticcera per i miei gusti è risultata troppo dolce, inoltre mancando vaniglia e scorza di limone sa di poco….

Avatar Silvia Gringiani |

Buonaseta Csaba, oggi ho fatto questa delizia ed è stato un successone.La rifarò senz’altro! Io ho sostituito le fragole con le pesche, che ho fatto caramellare.Spettacolare!

Avatar Beatrice |

Csaba, è proprio vero questa crema è buonissima! Da quando ho imparato a farla non riesco più a smettere di prepararla!! E quando ne assaggio altre non mi piacciono, sento proprio la differenza! Invece volevo farti una domanda in merito alla pasta frolla, alcuni mettono il lievito nell’impasto per renderla più morbida, ma si può fare? A me personalmente non piace, non riesco a mangiarla..

Avatar Raffaella Pingue |

Buonasera Csaba,
Ho seguito pedissequamente la ricetta:
Perfetta!
…. La frolla veramente friabile!
Grazie

Avatar Perla |

Una torta perfetta per rallegrare queste giornate, che, seppur soleggiate, purtroppo non riusciamo a goderci pienamente. Le tue (possiamo darci del “tu”?!) ricette e i tuoi spunti mi tengono compagnia, anche in questo periodo di isolamento in casa, che trascorro vicina (ma lontana) a mio marito e al bimbo che sto aspettando, nell’attesa di poter tornare a provare il piacere di un lungo e caloroso abbraccio. Ieri ho preparato la tua torta di mele e uvetta, è de-li-zio-sa!!! Adoro le mele… Hai qualche idea, magari da te già sperimentata, per utilizzarle anche in un primo piatto diverso dal risotto? Molto presto sperimenterò anche questa crostata di frutta, sembra magnifica! Un caloroso abbraccio