Dolci e dessert

Hot cross buns

5 commenti
Per 24 pezzi
150 – 200 g di uvetta
130 g di albicocche secche
250 ml di thé Earl Grey, caldo e forte
250 ml di latte
200 ml di acqua, filtrata o minerale
20 g di lievito di birra fresco
860 g di farina bianca
110 g di zucchero
2 cucchiai di spezie miste (cannella, cardamomo, zenzero, chiodi di garofano…)
1 cucchiaino di sale
85 g di burro, fuso e intiepidito
1 uovo, a temperatura ambiente

Per le croci bianche
4 cucchiai di farina
1 cucchiaio di zucchero
50 – 60 ml di acqua

Per glassare
2 cucchiai di miele liquido
1 cucchiaio di acqua
Facili da fare, soffici e profumati di spezie - questi panini dolci sono una rivelazione da pomeriggio (ma non li disdegno neanche a colazione)...

Prima di cominciare a impastare tira fuori l’uovo dal frigorifero e prepara il thé.
Metti l’uvetta in ammollo nel thé caldo e lasciala gonfiare per circa 30 minuti. Nel frattempo, taglia le albicocche secche a dadini, fai fondere il burro e lascialo intiepidire.
Trascorsi i 30 minuti, scola l’uvetta in un colino, premendola un po’ per farle perdere l’eccesso di liquido.

Versa il latte e l’acqua insieme in una lattiera e intiepidiscili su fiamma bassa, portandoli alla temperatura di 30°C. Non è necessario avere il termometro, fai la prova sul polso come si fa con il biberon dei bambini: devi sentire un debole tepore, il latte deve solo perdere il freddo del frigorifero, non scaldarsi. Se lo scaldi troppo, ucciderà il lievito e i panini non gonfieranno. Sbriciola il lievito di birra nel latte tiepido, mescola e lascia riposare 5 minuti.

Metti la farina e lo zucchero in una ciotola ampia insieme al sale e alle spezie. Puoi utilizzare le miscele “5 spezie” già pronte oppure crearne una tua, dolce, con polvere di cannella, cardamomo, zenzero, chiodi di garofano, vaniglia bourbon e altre spezie che ti piacciono, in quantità variabile. In tutto usane 2 cucchiai.
Se hai un impastatore elettrico, questa è la ricetta giusta per usarlo (io ho fatto i miei con il mixer Artisan KA e il gancio impastatore). Se impasti a mano, preparati ad impastare energicamente per 10 minuti: sembra tanto, è vero, ma ne vale la pena!

Mescola insieme gli ingredienti secchi, poi inizia a versare il latte con il lievito, incorporandolo un po’ alla volta. Versa anche il burro e l’uovo, leggermente sbattuto. Impasta per 3 minuti (con il mixer) e 7 minuti a mano: otterrai un impasto appiccicoso. Aggiungi per ultima la frutta secca: albicocche e uvetta. Continua a impastare per altri 3 minuti circa, sino a che avrai un impasto omogeneo. Risulterà parecchio appiccicoso, se impasti a mano tieni a portata di mano un po’ di farina extra per passarla sulle tue mani (non usarne troppa o l’impasto diventerà duro).

Metti l’impasto a lievitare in una ciotola pulita coperta con della pellicola alimentare, in un luogo tiepido. Lasciala così 45 minuti, raddoppierà circa di volume.

Terminata la lievitazione, prepara una teglia rivestita di carta forno. Sgonfia l’impasto sul piano da lavoro, aiutandoti con un pochino di farina extra, poi dividilo in due e ricava 14 palline di impasto da ciascun pezzo. Dai ai paninetti una forma rotondeggiante e sistemali allineati vicini sulla teglia, senza stringerli troppo, perché gonfieranno.

Copri la teglia con un pezzo di pellicola e lascia riposare ancora 45 minuti.

Accendi il forno a 180°C.
Mentre si scalda, prepara la pastella per le croci, mescolando in una ciotola la farina e lo zucchero e diluendo con l’acqua. Devi ottenere una crema liscia. Mettila in una piccola sac à poche con bocchetta liscia da 4 mm circa e poi spremila a croce sopra ogni bun.

Inforna e cuoci per 25 minuti.

Mentre i buns cuociono, diluisci il miele con un pochino di acqua e scaldalo su fiamma bassa. Sforna i buns e spennellali subito con il miele, poi lasciali intiepidire su una griglia. Si seccano molto facilmente, quindi conservali coperti con pellicola alimentare. Mangiali entro 48 ore 8sono ottimi a colazione con il burro o con un po’ di marmellata senza zucchero… )
 

Lascia un commento!
5 commenti

Norma |

Fantastici😀 non finirai mai di stupirmi! Grazie💖

Valentina Nardi |

Li sto facendo… stasera posto la foto su facebook!!! 🙂

K@ti@ |
Gisella |

Da oggi avevo deciso di evitare i dolci, ma questi sono “pani dolci” quindi non appartengono alla categoria! 😜

K@ti@ |

Fatti la prima volta nel lontano 1988/89…ricetta trovata sul mensile Pratica.