#TheModernCook, Dolci e dessert

LA BRIOCHE PER LA COLAZIONE

35 commenti
PER 14 PEZZI
250 ml di latte intero
20 g di lievito di birra fresco
75 g di zucchero
2 uova
480 g di farina
1 cucchiaino di sale
75 g di burro, ammorbidito
burro e farina per lo stampo

PER FINIRE
1 uovo
1 cucchiaio di acqua fredda
Non so voi, ma io non so resistrere a una brioche appena sfornata. Il profumo mi inebria, il sapore mi rende felice. Con questa ricetta ho imparato a farle in casa e potete farlo sicuramente anche voi!

Scalda il latte in una lattiera sino a intiepidirlo (non scaldarlo troppo, deve raggiungere più o meno i 37°C, quindi puoi testarlo sul tuo polso). Toglilo dal fuoco, aggiungi lo zucchero e sbriciolaci dentro il lievito, mescolando per scioglierlo bene. Unisci le uova e mescola ancora.

Metti la farina e il sale in una ciotola, aggiungi gli ingredienti liquidi e inizia a impastare, a mano o con l’impastatore elettrico, per qualche minuto, sino a che inizierà a rapprendersi. A questo punto aggiungi il burro tagliato a pezzetti. Impasta ancora per circa 5 minuti: il tempo di ottenere un composto liscio, morbido, elastico e lucido. Trasferiscilo in una ciotola, coprilo con un pezzo di pellicola e lascia lievitare nel frigorifero per circa 3-4 ore. Io preparo di solito l’impasto alla sera e lo lascio nel frigorifero sino alla mattiuna seguente.

Al momento di infornare, togli l’impastoi dal frigorifero e rovescialo sul piano da lavoro leggermente infarinato.
Prepara 2 teglie rivestiute con carta forno e sbatti l’uovo con l’acqua in una ciotola.
Accendi il forno e portalo a 180°C.

Impastalo brevemente, dividilo in due pezzi e ricava da ciascun pezzo un rettangolo di circa 40 cm di lunghezza e 18-20 di altezza. Le misure sono indicative, quella che conta è la proporzione: deve essere lungo il doppio.

Taglia 8 triangoli da ciascun rettangolo. Arrotola la base del triangolo su se stessa, sino a che avrai ottenuto la classica forma del cornetto. Posiziona ciascun cornetto sulla teglia, incirvando leggermente le estremità per dare la forma della mezzaluna.

Spennella tutte le brioche ottenute con l’uovo sbattuto, lascia riposare 5 minuti, poi inforna e cuoci per 18 minuti nel forno statico. Togli dal forno e lascia raffreddare su una griglia per 15-30 minuti.

Vanno mangiate il giorno in cui si preparano e puoi servirle con marmellata o crema di nocciola, oppure riempirle con crema pasticciera fatta in casa.

 

 

Lascia un commento!
35 commenti

Lucia Giuliani |

Buonasera Csaba.
Ho letto la Sua ricetta e mi sembra veramente buona.
L’unica domanda è: posso congelare le brioche preparate ma non ancora infornate?

Vassy |

Ho fatto la ricetta della brioche classica. Presa dal libro che ho di “The modern cook”. La pasta è ottima. Potrei aggiungere più zucchero? È / O mettere dentro crema o marmellata?

Maria Gabriella |

Buonissime,soffici ,profumate……le preparo ogni settimana aggiungendo la buccia d’arancia .Con la marmellata di more sono una vera delizia

Claudia |

Le ho provate!!! Semplici da eseguire, ottime da mangiare. Le ho riempite con la mia crema pasticciera

Gianluca |

La foto è molto bella,peril resto bisognerebbe capire chi , quando e come siano state preparate…e magari assaggiarle….detto questo…complimenti al “fotografo”:-)

Martina |

Cara Csaba,
Io sono Martina,ho quasi 8 anni e ti seguo sempre sia in “Cortesie per gli ospiti” che in ” The modern cook”.
Mi piace cucinare e apparecchiare, alla mia mamma piace impastare perciò fa quasi sempre i dolci: la torta di fragole è stata buonissima, l’ho finita in due giorni.
A volte mangiamo dolci salati come i panini ripieni: per mia sorella li ha fatti ripieni di cioccolato, a me li ha fatti ripieni di formaggio e prosciutto.
Mi potresti dare qualche ricetta che posso fare da sola senza l’aiuto della mia mamma?
Ti auguro buona notte!
Ti saluta tutta la mia famiglia! 👨‍👩‍👧‍👧
Alla prossima Mail!👋👋
Martina Esposito
😊😊😊

LUISA VISINTIN |

ciao, sono una nuova follower. Mi hai incuriosita oggi guardandoti preparare le brioche. Voglio provare..poi ti racconterò!

Nina |

Che tipo di farina?

Vincenzo Bonfa |

Ti ho scoperto di recente sei bravissima cos’è per te la cucina modern cooking ?

Erika |

Preparate questa mattina e che dire… ottime!! Hanno un sapore molto delicato e, nonostante il resto della famiglia le abbia farcite con una crema di nocciole e abbia apprezzato davvero tanto, io le ho trovate buonissime anche da sole. Grazie Csaba, sei sempre una garanzia!

Antonella |

Fatti!!! Grazie Csaba,sei una continua scoperta. Io non sono molto brava in cucina,ma ci provo! Venuti ottimi!

Michela |

Volevo capire bene …in questa ricetta c’è scritto di far lievitare anche tutta notte o 2 / 3 ore, sul libro Modern Cook 45 minuti….con quale metodo viene meglio???

Antonio |

Bravissima quando veniamo a trovarvi OK vorremo assaggiare la tua specialità Antonio Elsa

Elisa |

Preparati stamattina, per essere la prima volta sono abbastanza soddisfatta,il sapore é neutro, a parer mio si possono farcire sia dolci che salati, grazie Csaba!!!

Carla |

Saranno sicuramente deliziose

Mattia De Grazia |

Questa ricettà rientrerà tra quelle “da fare spesso”.
Avrei una curiosità: come mai viene indicato di sbattere l’uovo con l’acqua? In genere, lo faccio senza aggiungerla.
Grazie

Rosa Direnzo |

Proverò sicuramente a farli,mi sembrano facili🤗

Anna |

Ma la farina che tipo e’?

Anna Micconi |

Provo bravissima non perdo i tuoi programmi ottimi

Nina |

Me lo chiedo anche io, hai ricevuto riscontro?

Anna |

Csaba, è possibile utilizzare il lievito madre secco? Io sono intollerante al lievito di birra, uso soltanto lievito madre secco bio o lievito chimico.
E poi… una curiosità: come fa a lievitare in frigo? Ho sempre conosciuto soltanto la classica lievitazione a caldo.
Attendo gentilmente da te e grazie mille per le fantastiche ricette! – il tuo Banana Bread è decisamente sensazionale, ormai fa parte del mio “repertorio ufficiale” 😋

gisella |

ciao, azzardo io la risposta alla tua curiosità… quando faccio il pane preparo l’impasto la sera prima e lo faccio lievitare in frigorifero tutta la notte, la temperatura del frigorifero rallenta il processo di fermentazione. Il risultato è un pane fragrante, ben alveolato e senza retrogusto. Credo quindi che la lievitazione lunga e lenta renda l’impasto più soffice (grazie ad un processo chimico) e molto più digeribile. Presumo che la stessa cosa avvenga anche con questo impasto per brioche. Ora però spero che Csaba mi corregga se ho detto qualche castroneria. Buona serata 🙂

Anna |

Grazie per la tua risposta, Gisella!
Interessante sapere quanto mi hai detto, proverò anch’io 🙂

Marzia |

Grazie sicuramente le preparerò molto presto 🤗

Valentina |

Sembrano buonissime! Ma si possono congelare e scongelarle al mattino?

Laura |

Mi ispirano molto! Proverò a farle😊

Losacco |

Cesaba ti adoro,ma come fai a cucinare prelibatezze ed essere così magra!!

Simona |

Usane non troppa penso un 20
Per cento sul tot della farina occorre una farina piuttosto forte e comunque la farina integrale per via della crusca non gonfia come l’altra ma in compenso è molto saporita. Io non sono molto esperta aspettiamo Csaba. Comunque quando ci concediamo la brioche non pensiamo sempre alla dieta🤪👋👋👋👋

Laura |

Sembrano fantastiche…forse riuscirò anch’io che non sono proprio “un genio” dei lievitati.Grazie😊😊😊😊

Giulia R |

Che bella ricetta ! Ma quale farina sarebbe meglio indicata ? 00 ? No Manitoba?

Isabella Pugliese |

Quale gancio consiglia di usare per l’impastatrice elettrica? Grazie!

Lidia |

Perfette, pensi che si possa utilizzare farina integrale e zucchero di canna? Re’gime …il faut la faire 😌

Ilaria |

Ciao, posso dirti che lo zucchero di canna ha le stesse calorie di quello bianco? Cioè se sei a dieta non usarlo o usare meno ma tra i due non c’è differenza

Patrizia |

Questa ricetta la DEVO salvare per quando andrò in pensione… per ora non ce la faccio al mattino tempo limitatissimo, ma sono mooolto ispiranti!!

Morena |

Un piccolo refuso…. resistrere