Dolci e dessert, Ricevere

MADELEINES CLASSICHE

Dolci e dessert
29 commenti
100 g di burro + 10 g per lo stampo
2 uova grandi
100 g di zucchero
100 g di farina + 10 g per lo stampo
1 cucchiaino di lievito per dolci
zucchero a velo per finire
Un classico per il thé del pomeriggio, che io amo molto anche a colazione. Le madeleines sono molto più buone il giorno in cui le prepari, perchè tendono a indurirsi se avanzano (non succede mai, se se succedesse, tienile in un conenitore ermetico).

Metti il burro in un pentolino e fallo fondere su fiamma molto bassa, togliendolo dal fuoco prima che sia sciolto tutto. Tienilo da parte, in modo che si intiepidisca, mentre prepari le uova.

Metti le uova e lo zucchero in una ciotola capiente e montale bene a nastro, usando una frusta elettrica (dovresti impiegare circa 5 minuti).

Mescola insieme in una ciotola separata la farina e il lievito, poi inizia ad aggiungerli al composto di uova, setacciandoli direttamente sulla superficie della ciotola, un po’ alla volta, e amalgamando delicatamente con una spatola. Preleva due cucchiai dell’impasto e aggiungili al burro fuso, mescolando bene, poi versa il burro diluito con l’impasto nella ciotola, lentamente, sempre incorporando con la spatola.

Copri la ciotola con un pezzo di pellicola facendola aderire all’impasto e metti in frigorifero per 3 ore, o anche tutta la notte. È importante che l’impasto sia ben freddo quando lo cuoci.

Accendi il forno a 220°C. Imburra e infarina molto bene uno stampo in metallo per madeleines, scuotendo via l’eccesso, poi mettilo in freezer 30 minuti.

Usando un cucchiaio o una sac à poche, riempi lo stampo con l’impasto, avendo cura di lasciare un po’ di spazio per la lievitazione. Inforna e cuoci per 8 – 9 minuti, sino a che vedrai che i bordi iniziano a dorarsi.

Togli le madeleines dal forno e girale subito su una griglia da raffreddamento.
Servile subito, o comunque il giorno stesso in cui le prepari, aggiungendo un po’ di zucchero a velo come decorazione sulla sommità.

Lascia un commento!
29 commenti

Marialuisa |

Csaba io non ho un frigo tanto alto per contenere la ciotola della mia kenwood chef e il freezer non e’ tanto grande per lo stampo. Cosa faccio?
Grazie

Mokiketta |

buongiorno Csaba è possibile mettere un po’ di estratto di vaniglia?
grazie.

stefania |

Grazie Csaba questa è proprio la ricetta originale! Quella che faceva mia nonna da bambina anche se allora gli stampini erano singoli !!

Paolo |

Bellissime, Proustiane.

Stefania |

Che ricordi! Eri alle medie, e stavo leggendo un libro su Marcel Proust… Lui era solito accompagnare con un infuso particolare, forse di tiglio… E raccontava la ricetta, nella sua originale troviamo anche l acqua di fiori d arancio…

Dorina |

Ho seguito la tua ricetta, e cotte questa mattina. Favolose!! Grazie Csaba. Proverò anche quelle al limone che hai nel tuo libro Christmas Baking.

Claire |

Provata oggi, ottima ricetta! Grazie mille!

Giorgia |

Csaba una informazione x favore, non ci va nessun aroma?le madlene hanno un profumo e aroma particolare e unico. Cosa sin porrebbe aggiungere x arrivare a questo risultato?

Ornella |

Primo passo, comprare uno stampo per medeleines.

Virginia |

Ricetta appena fatta, ottima!

MARINA |

Grazie proverò a farle e le farò sapere. 🌹🌹🌹🌹🌹🌹

Simonetta |

Preparate,…cotte,…mangiate…..ottime

Anita |

Giorgia, credo ci sia l’aroma di mandorla…

Julia Berroa |

Se ven muy faciles de hacer, voy a probar mañana

Patrizia Galli |

Ciao Csaba, per ora ho letto la ricetta, se le farò, le invierò un messaggio, grazie. Nonna Patty

gisella |

ciao, mettere l’impasto a riposare per tutta la notte era il trucco che ci aveva svelato uno chef pâtissier quando feci un corso a Parigi tantissimi anni fa. Le madeleines mi riuscivano sempre con la “ gobbetta” Qui non ho lo stampo per fare le madeleines ma esistono sempre gli acquisti online e quasi quasi….
Buon fine settimana ed un abbraccio

Monica Francis Elizabeth |

Grazie

Mietta |

Sono fantastiche tanto da non avanzarne mai!
Sono magnifiche con il te‘ cinese Rose Combu.
Grazie Csaba. Buona vita!

Costanza Siracusa |

Buongiorno, volevo chiedere se visto il periodo che stiamo vivendo, sia possibile utilizzare dei pirottini al posto del classico stampo che purtroppo non ho, ed in caso come regolarsi per riempire.
Grazie

Anna Vittoria |

Ciao Csaba, grazie per aver condiviso con noi la ricetta di questi dolcetti deliziosi. Una sola domanda: le dosi indicate quante madeleines permettono di sfornare?
Grazie, sei fantastica!

Lea |

Grazie Csaba, adoro le madeleines , ci proverò

Valeria |

La ricetta dice di imburrare e infarinare lo stampo , ma si infarina o si usa lo zucchero semolato ? Perche negli ingredienti dici che ci sono 10 g di zucchero in più per lo stampo .
Poi un’altra domanda se possibile , le madeleins di solito hanno un aroma di mandorla amara , è possibile aggiungere all’impasto l’aroma ?
Grazie della cortesia .
Buona giornata .

Anna Scordino |

Proverò certamente

Chiara Gastaldi |

Csaba, io ho lo stampo in silicone, come mi devo comportare?
Ti ringrazio e ti auguro un buon proseguimento di giornata!

Maria Alberta Lodigiani |

In attesa di comprare lo stampo apposito , si puo’ fare una tortina con lo stresso impasto ???

csaba |

Cara Maria, sì certamente! Puoi fare delle tortine tonde, o di altra forma… se mantieni le dimensioni puoi non variare i tempi di cottura, altrimenti allunga di qualche minuto (se lo stampo è più grande!)

Lucia |

Grazie domenica provo buona giornata Csaba

ELENA DEL GOBBO |

Ciao non aggiungi nessun aroma? Io le ricordo e le faccio con il sapore di mandorla amara 🙋‍♀️

Ilaria |

Buongiorno, io ricordo che avevano un aroma di mandorla quando le mangiavo da bambina. È possibile mettere della farina o una fialetta?