PER 1 PANE GRANDE, DA 8 PERSONE
250 ml di latte intero
20 g di lievito di birra fresco
75 g di zucchero
2 uova
480 g di farina 00
1 cucchiaino di sale
75 g di burro, ammorbidito
burro e farina per lo stampo

PER FINIRE
1 uovo, per spennellare
Cosa c’è di più lussuoso di svegliare tutta la casa con il profumo della brioche appena sfornata? Solo sapere che lo hai preparato con le tue mani, mettendo insieme pochi ingredienti economici e lasciando che il suo aroma meraviglioso pervada la casa dà una sensazione forte di accoglienza e benessere.

L’impasto della brioche è molto facile e al tempo stesso versatile. Lo uso spesso e l’ho sempre inserito nel mio repertorio di base, perché una buona brioche comperata pronta è costosa, mentre se impari a farla, potrai concederti una colazione speciale ogni volta che vuoi. Quando ho più tempo preparo con questo impasto i cornetti o le brioche rotonde con il pallino di impasto sopra, ma se non ho bisogno di cose fantasiose, lo preparo in cassetta, diventa una base semplice e deliziosa per spalmarci sopra burro e confettura, per il pain perdu, detto anche french toast e per i giorni speciali, quando accompagno questo pane a qualcosa di salato. Non si conserva bene – un giorno al massimo – ma puoi tagliarlo a fette e congelarlo, così avrai la colazione della domenica pronta all’uso ogni giorno della settimana, usando un semplice tostapane.

Prepara uno stampo imburrato e infarinato e per precauzione rivestilo con un pezzo di carta forno. Intiepidisci il latte su fiamma bassa, toglilo dal fuoco, aggiungi prima lo zucchero e il lievito, mescolando per sciogliere bene, poi le uova.Metti la farina e il sale in una ciotola, aggiungi gli ingredienti liquidi e inizia a impastare, a mano o con l’impastatore elettrico, per qualche minuto, sino a che inizierà a rapprendersi. Poi aggiungi il burro tagliato a pezzetti e impasta ancora per circa 5 minuti. Devi ottenere un composto liscio, elastico e lucido. Trasferiscilo in una ciotola, coprilo con un pezzo di pellicola e lascia lievitare per 45 minuti.

Sposta l’impasto sul piano da lavoro leggermente infarinato, poi sgonfialo impastandolo brevemente e dagli una forma rettangolare, a misura rispetto al contenitore. Sistemala dentro lo stampo e lascia che lieviti ancora per circa 25 minuti.

Nel frattempo, accendi il forno a 180°C. Sbatti l’uovo rimasto in una ciotolina e usalo per spennellare la superficie. Inforna e cuoci per 35 – 40 minuti, sino a che risulterà gonfia e dorata. Togli dal forno e lascia raffreddare su una griglia prima di estrarla dallo stampo.

 

Lascia un commento!
21 commenti

Purisiol Monica |

Anche a me è venuto liquido e non so cosa fare

Purisiol Monica |

Aiuto, l’impasto è rimasto molto morbido non sono riuscita a piegarlo cosa faccio? Ho aggiunto un po ‘di farina, ma non è servito. Lo verso lo stesso nello stampo? Grazie mille. Monica

Susanna |

L’ho preparato ieri sera (era pronto a mezzanotte!) per poterlo gustare a colazione stamattina. Purtroppo era già molto asciutto (pur avendolo chiuso nel portadolci) e ho dovuto scaldarlo un po’ in microonde. Ho realizzato altre ricette dove il pan brioche manteneva la morbidezza per diversi giorni. Penso che il principio della “cucina economica” sia realizzare piatti che siano, oltre che di poco costo negli ingredienti anche che, come in questo caso, possa essere apprezzato per più di qualche ora dopo la cottura.

Mariachiara |

L’ho fatto,ho aggiunto l’uvetta ammollata nel rum,una coccola per il palato e l’olfatto,ha rilasciato un profumo in casa inebriante🥰

Arianna |

Ho fatto questa ricetta nella macchina del pane, l’unica avvertenza è stata mettere il burro sciolto. E’ venuta perfetta, lievitata, morbida, profumata! Entra senza dubbio tra le mie ricette preferite!

Lalla |

Ho provato a farlo ed è venuto benissimo: soffice, dorato, delicato al gusto… insomma l’ideale x fare colazione la domenica mattina

Laura |

Per chi è alle prime armi come me, sarebbe stato meglio specificare che le uova vanno messe una alla volta e non nel latte, ma nell’impasto. Non è chiaro né qui e nemmeno nel libro, solo nella puntata de “la cucina economica”. Per essere stata la prima volta comunque, il risultato non era male, riproverò.

Lalla |

Ciao Laura, anch’io ho messo le uova direttamente nel latte ma è venuto bene ugualmente

Laura |

Ciao Csaba sono laura provero’ a farlo non sono una gran cuoca ma mi sembra facile da fare…. spero….grazie x ila ricetta a presto

Lorella Salsi |

qiuesta sera provo !!!
GRAZIE

Emanuela |

Potrei sapere la misura dello stampo? Grazie. emanuela

Tiziana Tatafiore |

Buongiorno! Sembra delizioso…. È possibile che venga bene anche senza impastatrice? Grazie

Silvia |

Perché l’impasto mi è venuto liquido?
Provo a infornarlo lo stesso.

Lucia |

Buongiorno. Ciao io vorrei sapere se si può fare con la farina integrale grazie mille se mi puoi rispondere..

Daniele |

Si la puoi fare anche con la farina integrale, per esperienza, ti consiglio di “tagliare” la farina, ovvero usa metà integrale e metà farina di tipo 0 o 1 ma le farine non raffinate hanno bisogno di più liquido rispetto alle farine 00 regola di conseguenza altrimenti sforni un ottimo mattone zeppa lavatrice

Annalisa |

Com e venuto alla fine?
Che tipo di farina? 00 normale?

Giovanna |

Come ti
è venuto con l impasto più liquido?

Gemma Elisabetta Paleari |

Fantastico!

Tiziana |

Squisito! L’ho preparato diverse volte.

Annalisa |

Ciao! Che misure ha lo stampo da utilizzare? Grazie!!

Giulia |

É possibile utilizzare il lievito secco?grazie infinite