Per 1 pane
150 g di riso dolce integrale, cotto
350 ml circa di acqua tiepida
20 g di lievito di birra
300 g di farina integrale di farro
80 g di farina di mais

¼ di cucchiaino di sale
1 cucchiaio di semi di sesamo

1 cucchiaino di olio di semi, per lo stampo
1 pugno di farina extra per la lavorazione

Questa è una ricetta che ho iniziato a preparare cercando un modo per riciclare l’avanzo di riso dolce integrale, che di solito preparo quando a casa facciamo una serata orientale. Quando lo affetto lo tosto sempre, per migliorare la sua resa, rendendolo croccante.

Cuoci il riso in acqua salata in ebollizione scolalo, poi lascialo raffreddare. L’ideale sarebbe riciclare del riso integrale avanzato – in questo caso portalo semplicemente a temperatura ambiente.

Fai sciogliere il lievito nell’acqua tiepida e tienilo da parte.
Unisci in una ciotola (o in un impastatore) la farina di farro e quella di mais, poi aggiungi il sale. Mescola, poi inizia a impastare versando l’acqua un po’ alla volta, sino a che otterrai un composto piuttosto appiccicoso e ancora bagnato. Mettilo in una ciotola pulita, copri con della pellicola alimentare e lascia lievitare per 3 – 5 ore, in un luogo tiepido. Puoi portare questa lievitazione anche sino a 8 ore, preparando l’impasto alla sera e cuocendolo la mattina presto.

Trascorso il tempo di lievitazione, aggiungi all’impasto il riso e metà dei semi di sesamo. Mescola bene, impastando con le mani, sino a che otterrai un composto sempre molto umido, ma più consistente. Cerca di dargli una forma ovale allungata.

Ungi uno stampo a cassetta con l’olio, trasferisci l’impasto dentro lo stampo e poi copri di nuovo con la pellicola trasparente. Lascia lievitare ancora 1 ora, in un luogo tiepido.

Accendi il forno a 180°C.
Inforna e cuoci il pane per 1 ora e 15 minuti: deve dorarsi in superficie e apparire croccante. Una volta tolto dallo stampo, battendo le nocche sul fondo del pane dovresti sentire un suono vuoto.

Lascia riposare il pane 5 minuti nello stampo appena tolto dal forno, poi rovescialo su una griglia da raffreddamento e attendi almeno 20 minuti prima di provare a tagliarlo.

Se decidi di congelarlo, taglialo a fette spesse 1 cm e poi congelale – si conserveranno in freezer un paio di mesi e potrai scongelarle direttamente nel tostapane.

 

 

Lascia un commento!