Ricette di base

Pasta choux (per bigné e profiteroles)

Dolci e dessert
26 commenti
Ingredienti per 20 bigné 60 g di burro di qualità
½ cucchiaino di sale
1 cucchiaino di zucchero
120 ml di acqua
40 g di farina 00
45 g di farina forte (per pane)
3 uova
La ricetta della pasta per bigné è più semplice da fare di quanto non sembri - una volta imparato a farla, potrai preparare in casa bigné e tanti altri dolci meravigliosi!

Prima di cominciare, prepara l’attrezzatura. Ti servirà della carta da forno, un cerchio o un piccolo oggetto per disegnare i cerchi sulla carta, una matita. Prepara anche una sac à poche (meglio se usa e getta, a mio avviso) e una bocchetta liscia da 20 mm.

Stendi la carta forno su una teglia e disegna 4 file da 5 cerchi, abbastanza equidistanti. Ti serviranno per avere una base di dimensione uguale per tutti i bigné. Considera un diametro di circa 4 centimetri. Unisci le due farine in una ciotola.

Metti il burro insieme all’acqua, il sale e lo zucchero in una pentola. Porta ad ebollizione, poi versa la farina tutta in un colpo e mescola bene con un cucchiaio di legno. Mescola vigorosamente, sino a che otterrai un bell’impasto liscio (sì, all’inizio sembra tremendo ma in 1 minuto vedrai come diventa bello!).

Continua a cuocere per 2 minuti, poi rovescia l’impasto in una ciotola pulita e lascia che perda il vapore per 3 minuti.

Aggiungi il primo uovo e mescola bene con il mestolo di legno. È difficile, o almeno così sembra all’inizio, ma vedrai che con un po’ di pazienza si assorbirà completamente. Solo a questo punto, aggiungi il secondo uovo. Mescola e poi aggiungi il terzo quando il secondo sarà assorbito.

Una volta terminato, trasferisci l’impasto nella sac à poche. Accendi il forno a 175°C.
Spremi 20 bigné uguali sulla teglia, rispettando i cerchi. Poi appiattisci le punte usando un pennellino bagnato con acqua.

Inforna e cuoci per 25 minuti, poi apri il forno, richiudilo subito e lascia raffreddare i bigné per mezz’ora. Togli i bigné dal forno e usali secondo la tua ricetta.

Se vuoi riempirli di crema pasticcera classica, trovi la ricetta qui. Se invece vuoi optare per il cioccolato… ecco la versione peccaminosa. Bon appétit!

Lascia un commento!
26 commenti

antonella |

Non rimasti, impasto molle buttato via tutto.Rifatto con mia vecchia ricetta e perfetti Mi spiace ma devi rivedere qualcosa

Rossana Saracca |

Come si fa a non fare sgonfiare i bignè, quando li tiri fuori dal forno ?

Alezsandra |

Bravissima. Grazie mille

Serena |

Buona sera! Ho preparato i bignè per dolce per Natale.. sono venuti abbastanza bene, ma alcuni si sono sgonfiati… Mi potresti spiegare il perché e / o darmi qualche consiglio in merito.. grazie mille e Buon Natale!

Veronika |

Buon giorno
Vivo da quasi trenta anni in Italia e sono vegetariana.
Essendo cinquantuno enne con marito carnivoro ho perfezionato la mia cucina e le tue ricette mi hanno aiutato tantissimo. Della tua cucina moderna mi piace ogni ricetta.
Non è facile seguire tre volte al giorno menù vegetariano e carnivoro ma trovo sempre spunto giusto nella tua cucina.
Grazie
P.S. i bignè ho fato uguali ai tuoi = un bijoux!
Veronika

Anna Maria |

Ciao Casba,
ho visto la ricetta in Tv, ma non davi le dosi.
Le ho viste qui ma la cosa che più mi farebbe piacere è il peso delle uova.
Ho provato a fare questi dolcetti ma non crescono.
Puoi darmi il peso delle uova o intere o sugscite.

Grazie mille.
Anna Maria

Anna Maria |

Scusa uova sgusciate

Patrizia |

Buo non

EMANUELA |

Sono venuti perfetti ma con tre uova mi sembrava troppo duro l’impasto, così ho battuto un altro uovo a parte e aggiunto ancora all’impasto (ma nemmeno per intero) finché non ha raggiunto la giusta consistenza. Forse è più esatto dare la quantità di uova in grammi!
Grazie per questa ricetta.

Serena |

Hai mai provato ad usare farine senza glutine? Ahimè siamo 3/4 celiaci in famiglia e mi piace sperimentare, ma le farine senza glutine vivono di vita propria per cui ogni consiglio è prezioso! Grazie

Vincenzina |

Ciao Csaba avresti una ricetta collaudata per il profitterolles bianco… ne ho provate diverse ma non mi è mai venuto bene… Grazie

Cristina |

La descrizione delle ricette dettagliando precisamente il momento dove piu’ si ha la grande incertezza….solo Csaba. fantastica! The best foodwriter!!

Barbara |

Ciao, ho provato questa ricetta e l’ho seguita alla letter ma la pasta mi è venuta un po’ liquida, perché quando ho fatto con la sac a poche i bignè si sono seduti ….sembravano degli occhi di bue! Ma non è successo a nessun altro???? Aiuto!!!!

csaba |

Buongiorno Barbara, posso chiedere se ha impastato a mano? È strano che sia venuta molle

Barbara |

Ciao Csaba, ho impastato tutto a mano. Comunque li ho già rifatti ed ho messo un po’ meno di tre uova, facendo sì che la pasta mantenesse una certa consistenza e sono venuti benissimo!!!! Io prendo le uova direttamente dai nostri contadini e forse sono più grandi delle normali. Pensi che possano influire? Vanno pesate?

Debora |

Anche a me è venuta mooolto liquida. Ma Csaba le tue uova di che misura erano?

ERIKA |

Ciao si anche a me impasto troppo liquido e non si sono gonfiati in cottura

Melissa |

Grazie infinite Csaba per questa ricetta, finalmente sono riuscita a fare i bignè!!sono felicissima!! solo una cosa volevo chiederti… come mai, diversi bignè si sono sgonfiati durante il raffreddamento? grazie ancora!!!

katia |

Non so se tu l’hai fatto ma quando si disegnano cerchi sulla carta forno come misura, poi è meglio girare sotto sopra la carta per non far andare a contatto con la matita l’impasto.

csaba |

Sì, è vero – anche perché c’è il rischio che un po’ di grafite resti attaccata… ottimo consiglio Katia. Grazie.

gisella |

giura che nn lo sapevi Csaba….. nn ci credo 😉

Natascia |

Buongiorno Csaba. Mi chiedevo il forno va messo in statico o ventilato?

csaba |

Meglio statico Natascia, per evitare che la doratura sia troppo croccante

Sara |

Meravigliosi!!!!

gisella |

ottimo! 🙂

elena martinelli |

ho appena impastato per fare la pizza in questa giornata di neve -acqua- ed ora sole, però i bignè sono una buona idea come dessert o per cominciare “alla grande ” il lunedì in ufficio. Grazie Csaba aspettavo tue notizie… auguri per i bimbi.