#TheModernBaker, Piatto unico

PIZZA REGINA MARGHERITA

Piatto unico
1 commento
PER 1 PIZZA
100 g di farina 0, di forza
¼ di cucchiaino di sale
65 – 70 ml di acqua tiepida
5 g di lievito di birra
4 – 5 cucchiai di passata di pomodoro
olio extravergine d’oliva
½ cucchiaino di origano secco
1 pizzico di sale
1 piccola mozzarella
5 – 6 foglie di basilico fresco

farina extra, per la lavorazione
Nominata così nel 1889 in onore della Regina Margherita da un abile pizzaiolo, Raffaele Esposito, questa pizza è la più semplice e la più buona che si possa mangiare, a mio avviso. Il segreto per prepararla bene sta tutto nei suoi ingredienti, che devi scegliere puntando all’eccellenza. Un buon forno, aiuta.

Non potrai mai sbagliare preparando una bella pizza Margherita in casa. Che sia per una cena davanti alla tv, come facciamo noi a volte la domenica sera, o il rinforzo di un aperitivo in terrazza, una pizza mette sempre d’accordo tutti. Alla classica birra fresca puoi, volendo, sostituire un calice di bollicine: una delle proposte moderne più apprezzate di recente.

Mescola insieme la farina e il sale in una ciotola ampia. A parte, sbriciola il lievito di birra nell’acqua tiepida e lascialo riposare così 5 minuti, per scioglierlo bene.

Versa l’acqua con il lievito nella ciotola con la farina e impasta energicamente per un 2 – 3 minuti, poi sposta l’impasto sul piano infarinato e lavoralo ancora un po’ per dargli elasticità, tirandolo, piegandolo e ruotandolo. Se usi la planetaria, puoi impastare con il gancio per 2 – 3 minuti, sino a che si raccoglierà intorno al gancio in una palla umida. Il risultato deve essere morbido, umido ed elastico: se necessario, aggiungi un cucchiaio di acqua.

Infarina la palla di impasto e mettila in una ciotola pulita a lievitare per 3 – 4 ore, coprendola con un canovaccio umido e lasciandola in un luogo riparato.

Sposta l’impasto sul piano leggermente infarinato e lavoralo tirandolo e stendendolo sino a creare un ovale o un cerchio. Accendi il forno e portalo a 220°C, lasciando all’interno la teglia in metallo, in modo che si scaldi bene. Metti la pizza su un foglio di carta forno e condiscila con la salsa di pomodoro mescolata con l’origano, il sale e un cucchiaio di olio, lasciando libero un centimetro di pasta lungo il bordo.

Fai scivolare la pizza sulla teglia calda, quindi inforna e cuoci per 19 – 22 minuti, o sino a che vedrai il bordo leggermente abbrustolito. Puoi usare il forno ventilato per una distribuzione più omogenea del calore.

Io aggiungo la mozzarella cruda, una volta pronta, insieme alle foglie di basilico fresco, ma la ricetta tradizionale prevede che vengano inseriti a metà cottura. Procedi in un modo o nell’altro, in base al tuo gusto personale. Servi la pizza calda, appena sfornata.

Lascia un commento!
1 commento

Emanuela |

Di che forza dovrà essere la farina?