Dolci e dessert, Facile&veloce

POUND CAKE LIMONE & TIMO

Dolci e dessert
25 commenti
115 g di burro
230 g di zucchero
2 limoni non trattati
4 uova biologiche + 1 tuorlo
225 g di farina 00
8 g di lievito per dolci
125 ml di yogurt intero

Per la glassa
120 g di zucchero a velo
timo fresco (opzionale)
Conosciuto in Francia come “quatre-quarts” e in Italia come torta quattro quarti, il mio pound cake al limone è una rivisitazione della ricetta classica, che prevedeva 1 libbra (circa 450 g) di farina, di zucchero, di uova e di burro.

Riscalda il forno a 170°C e prepara uno stampo da plumcake imburrato, rivestito di carta forno, imburrato di nuovo e infarinato. È importante per estrarre bene la torta dallo stampo una volta che sarà pronta.

Preleva la scorza dei limoni con un apposito attrezzo, senza grattugiare la parte bianca. Spremi il succo di mezzo limone e tieni il resto da parte. Setaccia la farina insieme al lievito.

Metti in una ciotola il burro tagliato a pezzetti e lo zucchero e amalgama bene con una frusta elettrica (se hai una planetaria è più facile e in questo caso monta la frusta piatta). Aggiungi la scorza di limone e poi le uova, uno alla volta, sino a che le avrai incorporate tutte. Se il composto è troppo liquido, aiutati aggiungendo qualche cucchiaio di farina, alternando uova e farina, sino a che avrai terminato tutta la farina. A questo punto, sempre amalgamando, versa lo yogurt (se vuoi una versione più golosa di questo dolce, sostituisci 25 ml di yogurt con 25 ml di panna fresca). Non sbattere troppo l’impasto, altrimenti diventa duro.

Versa l’impasto nello stampo e inforna sulla griglia a metà altezza. Lascia cuocere così per 50 – 55 minuti, sino a che la superficie sarà dorata e uno stuzzicadenti infilato nell’impasto uscirà pulito.

Togli dal forno e lascia raffreddare 30 minuti nello stampo, poi sposta la torta su una griglia o sul vassoio da portata. Nel frattempo, prepara la glassa.

Metti lo zucchero a velo in una ciotola e aggiungi il succo di limone, un po’ alla volta, mescolando con una forchetta. Devi ottenere una consistenza densa, quasi collosa, ma spalmabile con un pennello. Spalma la glassa sulla superficie del dolce, decora con le foglioline di timo fresco e i suoi fiori. Servi subito o conserva sino a 2 giorni incartato con della pellicola alimentare.

Un consiglio, se prepari il dolce per un altro giorno, incartalo bene nella pellicola senza la glassa. Prepara la glassa al momento di servirlo: sarà decisamente più bello.

Lascia un commento!
25 commenti

Avatar Roberta P. |

Adoro il pound cake al limone, è uno dei miei dolci preferiti. Somiglia a una ricetta collaudata che uso per imitare la versione di Starbucks che prevedeva più burro e niente yogurt, ma volevo qualcosa di un po’ meno pesante in vista dell’estate e sono finita per provare questa. Il dolce è buonissimo, ho ritrovato lo stesso sapore e ne ha guadagnato la consistenza, che grazie alla yogurt rimane più morbido a lungo. Insomma, questa ricetta non la lascio più.
Grazie mille Csaba!

Avatar Izabella |

Csaba, we admire you here in Poland.
Many greetings and thank you for the inspiration.🌺😊

Avatar Cristina |

Buongiorno Csaba,
Questo è molto buono e secondo me ben calibrato in gusto e consistenza. Direi perfetto.
Vorrei provare a farlo in versione monoporzione, secondo lei questo di dolce si presta alla monoporzione e quale stampo potrebbe essere idoneo, oppure meglio continuare con lo stampo da plumcake?
Grazie Cristina

Avatar lorenza misuri |

Ciao qual’è la misura giusta per lo stampo da plumecake? Ho visto che ci sono varie misure a seconda della quantità di impasto.
Grazie
Lorenza

Avatar Adele L. |

Cara Csaba, è buonissimo, l’ho preparato ieri pomeriggio e oggi ho fatto la glassa. L’unica variante è stata quella del timo fresco che non ho e quindi ho guarnito con delle foglioline di menta , il risultato è gradevole. Ti seguo sempre nelle dirette Instagram, anche perché sono a casa in cassa integrazione e ho molto più tempo a disposizione per fare ciò che più amo. Non vedo l’ora che all’apertura delle vendite on line ci sia una promozione per accrescere la mia collezione dei tuoi preziosi libri ! Buon 25 aprile ❣️🇮🇹❣️🇮🇹❣️🇮🇹!

Avatar doni |

questa ricetta mi incuriosisce moltissimo, gentilmente le chiedo posso cuocerlo nella pentola fornetto?

Avatar Giorgia Deriu |

Ciao e grazie per le tue meravigliose ricette.
Se non avessi lo yogurt. Posso ometterlo? Grazie mille

Avatar Roberta |

Grazie per aver condiviso con noi una tua ricetta. È come averci regalato un pezzetto di te! La torta è buonissima! Complimenti!

Avatar Daniela |

Ciao Csaba appena fatto ma ho messo 240gr di burro come nella ricetta inglese, è ancora più morbido…..ed invece del lievito che avevo terminato il bicarbonato. È venuto benissimo

Avatar Mounia Hajjé |

Salve. Vorrei saper se si puo usare farina integrale in vecce della farina 00. Sarebbe la stessa dose 225 gr.? Lo stesso per lo zucchero.
Grazie

csaba csaba |

Sì, assolutamente la stessa dose. Anche per lo zucchero (se vuole usare quello integrale o di canna, va bene ugualmente). Il dolce sarà meno soffice e meno dolce, ma viene comunque.

Avatar Mounia Hajjé |

La ringrazio per la sua risposta e mi scuso per gli errori di ‘typing’. Se è meno dolce va bene, poi eventualmente un pó di succo di limone aiutera, dopo cottura a renderlo un pó più soffice se fosse necessario. Complimenti per la bellisima foto di presentazione della sua ricetta!

Avatar Mounia Hajjé |

Sono riuscita a preparare il cake con gli ingredienti integrali farina e zucchero seguendo la sua ricetta e devo dire che è morbido e l’ho proposto come dessert con delle fragole al limone. Ottimo dopo un pasto leggero a base di verdure. Grazie ancora 🌼

Avatar Maria Paola |

Grazie per la ricetta! in questo momento ho del kefir di latte a disposizione, posso usarlo al posto dello yogurt?

csaba csaba |

No, il kefir è troppo liquido. Potrebbe piuttosto andare bene del mascarpone (ma è m olto più grasso) o della panna acida.

Avatar Marinella Conti della Rocca |

Magari sarà anche buona, ma perchè tirare in ballo la torta quattro quarti, che prevede, in base al peso totale delle uova usate, lo stesso peso in farina, zucchero e burro e comunque non lo yogurt? Misteri…

csaba csaba |

Gentile Marinella, non è un mistero, è spiegato nell’introduzione.
Facevo questo dolce con la ricetta classica in Francia, a scuola. Poi l’ho modificata fino ad ottenere questa versione. Essendo questo il mio blog personale – non un sito ufficiale – penso di poter decidere io. Tutto qui. Mi scusi se la mia risposta potrà apparire in delicata, ma il mistero per me resta il capire perchè, quando si lascia un commento, non si possa considerare che i blog sono salotti virtuali dove le padrone di casa esprimono opinioni e condividono esperienze e ricordi. Nulla di più.
A me ricorda la Quattro Quarti francese perchè il sapore è lo stesso. Ci metto lo yogurt perchè mi piace. Ma se lei ha una sua versione, la scriva piuttosto… Io la accetto molto volentieri.

Avatar Patrizia |

Mi ricorda il dolce che mi faceva mia mamma, che non c’è più… Grazie per la ricetta, semplice si ma di quelle che vanno diritte al cuore.

csaba csaba |

Grazie Patrizia, anche mia suocera mi ha detto che la faceva la sua mamma in Romagna, è una ricetta classica, io l’ho rivista un po’ per cercare di alleggerirla (risultato che ho raggiun to solo a metà, temo, ma comunque apprezzabile!).

Avatar Clara |

Consigli Preziosi, grazie…… stile e raffinatezza la contraddistinguono !!!!

Avatar Lucia nappa |

Appena sfornato, l’aspetto e la morbidezza ci sono domani mattina sarà una sana colazione… vedremo il sapore 😉💪

csaba csaba |

Aspettiamo con gioia di sapere come è venuto 🙂 Io ho apopena finito l’ultimo pezzo …

Avatar Marika |

Buona sera, credo che manchi il succo di limone fra gli ingredienti della glassa….
Alla prossima!

csaba csaba |

No Marika, non manca, in realtà si usa uno dei limoni al quale si preleva la scorza… 2 limoni in tutto. Di mezzo uso anche il succo, il resto come scritto si tiene per un’altra volta.

Avatar Daniela |

Adesso la proviamo! Grazie💗