#honestlygood, Piatto unico

RAMEN CON POLPO

Piatto unico
7 commenti
Per 2 persone
2 tentacoli di polpo, decongelato
2 foglie di alloro
2 – 3 grani di pepe nero in grani

4 funghi shiitake secchi
1 cm di radice di zenzero fresco
2 carote
2 cucchiai di shiro miso (miso bianco)
1 litro di acqua

1 cucchiaio di salsa di soia tamari
2 cucchiaini di alga wakame disidratata, in fiocchi
70 g di noodles soba (con grano saraceno)
Questa versione di ramen è fatta con il miso bianco e i noodles di grano saraceno preparati con una parte di farina di grano e una parte di grano saraceno - quindi #glutenlight. Puoi sostituire il polpo con uno scampo sgusciato, se preferisci.

Metti in una pentola i tentacoli di polpo, l’alloro e i grani di pepe nero. Copri con acqua fredda e porta a ebollizione, poi cuoci per circa 30 minuti, sino a che il polpo sarà tenero. Lascialo raffreddare nella sua acqua calda ancora 30 minuti. Nel frattempo, prepara il ramen.

Metti i funghi secchi in una tazza e coprili con acqua bollente. Lasciali così per 10 minuti, poi strizzali e tienili da parte. Grattugia lo zenzero fresco in modo da raccogliere il succo in una tazzina. Pela le carote e tagliale a rondelle oblique.

Metti la pasta di miso in una pentola con l’acqua, porta a ebollizione e lascia sobbollire per 5 minuti mescolando spesso per sciogliere la pasta di miso. Aggiungi la salsa di soia e poi i funghi shiitake – puoi lasciarli interi o tagliarli a fettine, come preferisci. Cuoci per 5 minuti, poi aggiungi le carote.

Continua a cuocere per altri 10 minuti, quindi preleva le verdure con una schiumarola e metti nel brodo i noodles. Lasciali cuocere a fiamma bassa per 2 minuti.

Prepara le ciotole di portata. Metti in ciascuna 1 cucchiaino di alghe, poi ripartisci le verdure e infine aggiungi i noodles, prelevandoli con una pinza. Copri con il brodo di miso, filtrandolo con un colino direttamente nelle ciotole. Aggiungi il polpo e servi ben caldo.

Una nota importante: il polpo va lasciato intero per l’estetica, ma può essere complicato da mangiare, quindi se servi questo piatto a ospiti che magari non sono molto pratici nell’uso delle bacchette, considera la possibilità di tagliarlo a pezzi. Aggiungi sempre un cucchiaio per il brodo (sebbene in Giappone lo si beva anche dalla tazza).

 

Lascia un commento!
7 commenti

Antonella |

Cara Csaba, premesso che adoro tutto quello che cucini 🙂 Ho provato la ricetta ma forse in questo caso il polpo stona un pochino…non lo metterei… Per il resto,ovviamente, tutto buonissimo!

csaba csaba |

È un grande classico in Oriente, ma si può sostituire con tonno, salmone, gamberi …

Roberto G. |

Ottimo piatto! Devo provarlo assolutamente!

Elisa |

Adoro il ramen! Mi hai dato proprio un bella idea!

gisella |

ieri sera abbiamo mangiato thailandese, non era il tuo ramen ma il mio Pad Thai era davvero buono e mi ha fatto apprezzare le cucine che non conosco così bene. Comunque DEVO provare a fare il ramen. Quando ti ho visto cucinarlo mi avevi ispirata e qui gli ingredienti sono davvero facile da trovare, quindi…. in cucina, dai Gisella!

csaba csaba |

Vedrai che ti verrà benissimo e ti piacerà. È facile. Solo un po’ difficile mangiarlo con le bacchette 😉 adoro il Pad Thai

gisella |

non mi parlare di usare le bacchette…. faccio sempre dei bei pasticci 😂😂☺️ però continuo a provarci. Baci