#honestlygood, Piatto unico

Tajine di pollo al limone

Secondi
20 commenti
PER 4 PERSONE
2 galletti
3 spicchi d’aglio
1 cucchiaino di zenzero in polvere
1 cucchiaino di zenzero fresco, grattugiato
¼ di cucchiaino di pepe nero in grani
1 limone confit* (sciacquato)
2 cucchiai di olio d’oliva
2 scalogni francesi, affettati fini
1 litro e ½ di brood vegetale, caldo
1 pizzico di zafferano (o 1 bustina)
2 foglie di alloro
2 stecche di canella
200 g di olive Verdi
½ cucchiaino di semi di cumino
1 cucchiaino di semi di coriandoli
sale marino
1 manciata di coriandolo fresco (facoltativo)
300 g di cous cous, per servire
Una tajine marocchina è l'ideale per scivolare nel week end con un piatto unico: è facile da preparare e molto bella da vedere. Aggiungi le verdure che più ti piacciono e avrai una soluzione pratica per una cena in famiglia.

Metti in un mortaio l’aglio, un cucchiaino scarso di sale marino fine, il pepe, lo zenzero fresco e in polvere. Aggiungi la polpa del limone confit (tieni da parte la scorza) e un cucchiaio di olio d’oliva. Lavora gli ingredienti con il pestello, sino a che otterrai una pasta, poi usala per massaggiare i due galletti. Lasciali marinare per circa 1 ora.

Scalda l’olio restante in una padella ampia e con il fondo spesso, che sia dotata di un coperchio a misura. Rosolaci i due galletti cuocendoli su tutti i lati per 2 minuti circa per lato, poi aggiungi le fettine di scalogno, cuoci per altri 2 minuti e poi versa tutto il brodo. Aggiungi lo zafferano in polvere (se usi i pistilli falli sciogliere prima in un cucchiaio di acqua bollente), le foglie di alloro, la cannella, i semi di cumino e di coriandolo. Mescola bene, porta a ebollizione, poi chiudi con il coperchio e cuoci per 15 minuti su fiamma moderata.

Aggiungi le olive e la scorza del limone, tagliata a strisce. Continua a cuocere su fiamma moderata per altri 15 minuti (coperto): il liquido deve sobbollire e i galletti devono diventare teneri. Passato questo tempo, togli il coperchio e alza la fiamma: cuoci per altri 5 – 10 minuti per ridurre il liquido di cottura.

Mentre i galletti cuociono, prepara il couscous. Versalo in una ciotola pulita e sgranalo con una forchetta. Preleva 350 ml di liquido di cottura dalla pentola del pollo e filtralo, poi versalo sopra il couscous e chiudi subito con un foglio di pellicola.

Togli i galletti dalla pentola, tagliali e servili con il coriandolo fresco (se lo usi) e il couscous. Puoi aggiungere un contorno di verdure al vapore (patate, carote, barbabietole) e altri limoni confit.
(*) puoi acquistare i limoni marocchini confit nei negozi specializzati in alimenti mediorientali o africani, oppure farli tu mettendo i limoni sottosale per 1 settimana circa (devi usare limoni biologici a buccia fine).

Lascia un commento!
20 commenti

La Giulia |

non mangio molto volentieri il pollame, ma la ricetta è invitante
con quale altra carne potrei prepararlo?

Angela Terenziani |

Proverò questa ricetta senz altro ,sarà ottima .ho appena acquistato la tajine e devo imparare ad usarla.
Grazie Csaba per il tuo blog!!!!!!

Giulia |

Appena cucinata per il pranzo domenicale…buonissima!! Finalmente ho inaugurato la Tajine che mi era stata regalata per le nozze! Durante la cottura, le spezie hanno emanato un profumo che, più che cucinato, sembrava avessi acceso candele profumate per la casa!
Csaba…sei geniale!

csaba csaba |

Giulia grazie per le tue belle parole! Sono felice che ti sia piaciuta

K@ti@ |

Giulia sei riuscita a trovare anche i.limoni confit?

Giulia |

Ciao K@ti@! I limoni confit li ho presi dalla mia preziosa suocera (sono fatti in casa!). Già pronti non saprei dove prenderli…so che li trovi a Mentone nei negozi della Rue Pieton! Un po’ fuori mano, probabilmente, ma merita!

K@ti@ |

Magari provo a farli…ho una piccola limonaia..

Loredana Scopel |

Cara Csaba, sono un po’ rattristata è dispiaciuta che i miei commenti non ricevano risposta! Vedo che trovano riscontro sempre le stesse persone alle quali è’ risposto in modo puntuale ..non dovrebbe essere così…. Scriviamo per affetto, per condividere emozioni, forse anche noto di malinconia o di felicita’ …e mi scuso se sono diretta…. Un abbraccio lory

Silvia B |

Sono d’accordo con Loredana. A volte ci si rimane un po’ male..buona giornata

Maria eterna |

Spezie spezie spezie da provare volevo chiedere lo zafferano e’ d’obbligo?

K@ti@ |

Credo che per apprezzare questa ricetta dovrei prima andare in Marocco, o per lo meno dovrei portarci mio marito, quello tradizionale che più tradizionale non si può, questa volta passo, tutte quelle spezie e limoni confit non farebbero bene al nostro rapporto 🙁

csaba csaba |

Ciao Katia, io sono andata con mio marito a fare questo corso di cucina a Marrakech e devo dire che è stata una meravigliosa vacanza, anche se breve, a due. Quindi sì… portaci tuo marito. Con la scusa della tajine… Apprezzerebbe sicuro!

K@ti@ |

Beh…non è detto che io possa farlo…cmq grazie per il suggerimento, quando ci dirai a che punto è il prossimo libro? Quello sulla cucina delle spezie se non sbaglio…

csaba csaba |

Ciao Katia, il prossimo libro uscirà più o meno tra 11 mesi ma non è quello per cui ho studiato la cucina marocchina. Quello sarà nel 2018! Ci vuol tempo per i miei libri perché mi piace ragionarli a lungo… ma quello del 2018 sarà il mio preferito insieme a Florence…. ovviamente, se tutto andrà bene! Sai fino all’ultimo meglio non dare nulla per scontato. Anche per scaramanzia

Piera |

Csaba è troppo chiederti qualche info su questo corso di cucina? Perchè l’idea sembra fantastica.

csaba csaba |

Piera mi è stato fatto appositamente da una cuoca marocchina. Però ci sono hotel che li fanno per il pubblico, ad esempio il bellissimo La Sultana.

Piera |

Grazie Csaba!

Luisa |

Ciao Csaba anch’io come Lalla ho una bellissima tajine arrivata direttamente dal Marocco 🙂 ma non l’ho ancora utilizzata, e questa ricetta mi ispira molto per poterla collaudare. Poi piccoli e grandi adoriamo il cous cous e condito in questo modo deve essere ancora più gustoso. Grazie buon weekend Luisa

Lalla |

Wow, stampo subito la ricetta!
Io ho il Tajine, comprato e mai usato. Il procedimento è lo stesso?
Buon fine settimana cara Csaba.

csaba csaba |

Sì Lalla, puoi farlo certamente nel contenitore originale (o se vuoi farlo in padella e poi servirlo lì… come ti senti più a tuo agio.