#honestlygood, Dolci e dessert

TORTA DI PERE, RICOTTA E ZENZERO

Dolci e dessert
7 commenti
PER 1 TORTA DA 12 FETTE
3 uova

100 g di zucchero di canna fine

1 cucchiaino di estratto naturale di vaniglia

2 cm di radice di zenzero grattugiata 
(circa 1 cucchiaio) con il suo succo

80 ml di olio di semi di arachide

200 g di farina di mandorle

75 g di farina

1 cucchiaino di lievito

250 g di ricotta

350 g di pere coscia, mature

20 g di mandorle a lamelle

Questa torta morbida, che resta umida e compatta, è molto versatile. Puoi mangiarla a colazione con il caffé del mattino, servirla per un thé pomeridiano oppure come dessert a tavola, accompagnata da panna montata o gelato alla vaniglia. Serve una scusa in più per metterla in forno?

Riscalda il forno a 170°C e prepara uno stampo per torte rotondo, da circa 20-22 cm di diametro, rivestito con carta forno sul fondo e leggermente oliato. Prepara le pere lavandole, asciugandole e tagliandole a fettine sottili (togli gambo e torsolo, lascia la buccia).

Metti le uova e lo zucchero in una ciotola grande e montali con un frullino elettrico per 4 – 5 minuti, sino a che saranno gonfi (puoi farlo anche con la planetaria, a velocità media). Aggiungi la vaniglia e lo zenzero e frulla ancora un po’, poi abbassa la velocità delle fruste al minimo e incorpora l’olio, facendolo cadere a filo.

In una ciotola a parte, setaccia insieme la farina di mandorle, la farina bianca e il lievito. Aggiungi questo composto a quello liquido, usando una spatola in silicone o un cucchiaio di legno, procedendo dall’esterno verso l’interno. Per ultimo, incorpora la ricotta e metà della quantità delle pere. Versa nello stampo, aggiungi sopra il resto delle fettine di pera e le mandorle a lamelle.

Inforna e cuoci sul ripiano centrale per 1 ora e 35 minuti. Fai la prova con uno stuzzicadenti: deve uscire dall’impasto asciutto. Estrai la torta dal forno e lasciala raffreddare nello stampo mezzora prima di spostarla su un’alzata. Si conserva 3 giorni, coperta con pellicola alimentare.

 

 

 

Lascia un commento!
7 commenti

Jacopo |

Carissima csaba. La farina di mandorle quanto costa? Si può fare anche fatta in casa? Mentre il costo dello zucchero di canna qual’è? Si può sostituire con quello bianco? Proverò a fare questa ricetta nei prossimi giorni.

Monica |

Sfornata proprio ora l’aspetto è bellissimo. Stasera vi dirò com’è. GRAZIE

NICOLETTA |

Non ho visto la procedura c’è un video per poterlo seguire passo passo per favore?

Myriam |

Cara Csaba,c’è scritta la tempistica ma non la temperatura del forno.A quanti gradi va cotta?!Grazie per questa bella ricetta,la proverò prestissimo!

Giulia |

170 gradi!

Loredana |

Grazie Csaba,
La preparerò prestissimo, mi fa già gola.
Tu sei altrettanto deliziosa, ciao

Luciano Silanus |

Buonissima, delicatissima, io ho setacciato la ricotta. Il mio papà Lorenzo(solo perché mi ha ridato la vita) è un homo che merita una grande donna come lei.