#honestlygood, Ricette di base

Pane alle noci

7 commenti
per 1 pane
350 g di farina integrale macinata a pietra
150 g di farina bianca
1 cucchiaino di sale
75 g di gherigli di noci, spezzettati
25 g di lievito di birra fresco
280 – 320 ml di acqua tiepida
1 pugno di farina extra, per impastare
Un pane aromatico, molto ricco e morbido, perfetto abbinato al salato - per un aperitivo o un sandwich a pranzo, o per accompagnare una zuppa a cena.

Prima di cominciare, prepara un canovaccio pulito bagnato e strizzato e accendi il forno a 50°C, spegnendolo appena arriva in temperatura.

Metti le due farine in una ciotola grande, aggiungi il sale e i gherigli di noce spezzettati con le mani, poi mescola un po’.  Metti 250 ml di acqua tiepida in una brocca graduata e sbriciolaci dentro il lievito, in modo che si sciolga in modo uniforme. Lascialo riposare per circa 2 minuti, poi mescola bene usando un cucchiaino.

Versa l’acqua con il lievito nella ciotola e inizia a impastare energicamente con le mani. Devi ottenere un impasto liscio ed elastico, non troppo appiccicoso. Per arrivare alla consistenza giusta dovrai aggiungere ancora acqua tiepida, ti consiglio di procedere poco alla volta, per non dover poi aggiungere altra farina.

Ottenuto l’impasto, staccalo dalla ciotola, dagli la forma di una palla e infarinalo leggermente. Rimettilo nella ciotola, coprilo con il canovaccio umido e lascialo riposare nel forno spento (o in un luogo abbastanza caldo) per circa 2 ore. Deve quasi raddoppiare di volume.

Una volta lievitato, togli il pane dalla ciotola, sgonfialo impastandolo per un minuto circa su un piano infarinato, poi modellalo in una grande pagnotta rotonda (o nella forma che preferisci) e sistemalo sopra una teglia rivestita di carta forno. Lascia riposare il pane per 10  minuti coprendolo con il canovaccio usato per la lievitazione, bagnandolo ancora. Nel frattempo accendi il forno e portalo a 200°C.

Premi il pollice al centro della pagnotta, per migliorare la forma, oppure incidi il pane con tre tagli diagonali, poi inforna e cuoci per 35 minuti circa. Battendolo con le nocche della mano sul fondo deve suonare vuoto, come un tamburo. Togli dal forno e lascia raffreddare il pane su una griglia.

 

Lascia un commento!
7 commenti

Ghita |

Salve Csaba, ho preparato questo pane con delle farine di montagna che una gara amica mi ha portato in dono. E’ venuto benissimo. Profumato e croccante. Grazie per la ricetta 🙂 Ora sto facendo lievitare quello al farro… vediamo se verrà bene anche questo, ma ne sono certa…

Michele |

È venuto molto bene , cotto quasi un ora , forse perché era una pagnotta bella grossa. Ottima ricetta

alessandra |

Ciao Csaba, in tutte le ricette del pane come ingrediente c’è sempre la farina bianca, ma quale tipo bisogna usare: 00,0,manitoba,tipo1,tipo2. Grazie per la tua risposta e complimenti per il tuo sito. Alessandra

Irene |

Ho provato a farlo Sabato, il risultato è stato buono , a parte il fatto che ho dovuto tenerlo in forno più del dovuto in quanto la parte inferiore del panetto rimaneva umida e non cotta . Mi sono accorta ,dopo , di aver saltato il passaggio durante il quale il panetto veniva rilavorato dopo la lievitazione e fatto riposare per 10 m con un canovaccio umido. Puo’ essere stato il salto di questo passaggio che ha portato poi al problema in cottura ? Grazie Irene

Sabrina |

Ieri ho provato a farlo con una farina integrale di grano tenero, mi pare sia venuto bene e mediamente scuro, rimane leggermente umido, quel tanto per essere gradevole, è molto profumato, grazie per la preziosa ricetta
Sabrina

Sabrina |

Salve Csaba, ho intenzione di preparare questo pane, sono andata alla ricerca di una farina integrale, ne ho prese tre perché ho capito che ditro le farine c’è un mondo, il problema è che non sono scure, pur essendo integrali, come nella foto del suo pane, per una persona alle prime armi come me nella praparazione del pane potrebbe indicarmi meglio il tipo di farina e se fosse possibile anche un marchio che ne produce una veramente buona, seguo le attività di Milino Rossetto ma non mi è facile trovarla.
Nell’attesa dei suoi consigli proverò comunque a prepararlo,

marco volpe |

c’est magnifique!