STRUDEL DI MELE

Dolci e dessert
14 commenti
130 g di farina bianca

30 ml di acqua

1 uovo

1 pizzico di sale

1 cucchiaio di olio di semi
20 g di pinoli

60 g di uvetta 

1 cucchiaio di marsala o vino dolce

3 mele renetta o golden
60 g di zucchero

2 cucchiaini di cannella
la
scorza di 1 limone biologico, non trattato
50 g di burro + 10 g per spennellare
50 g di pangrattato
1 cucchiaio di zucchero a velo

Sto ancora cercando la ricetta migliore per lo strudel di mele, ma questa è una di quelle che, sin qui, mi è piaciuta di più. Non è difficile da fare e regala un profumo meraviglioso che inebria la cucina, e la casa. A me piace mangiarlo tiepido (sì, con una pallina di gelato alla crema...)

Metti la farina in una ciotola, aggiungi il sale e mescola bene, poi impasta con l’uovo, l’acqua e l’olio di semi. Devi ottenere un panetto elastico e omogeneo. Coprilo e lascialo riposare, infarinato, per circa 30 minuti.

Nel frattempo, prepara tutti gli ingredienti che ti serviranno per il ripieno. Tosta i pinoli in una padella antiaderente, su fiamma media, e tienili da parte. Metti l’uvetta in una ciotola con il vino dolce, e lasciala così, coperta con della pellicola o un piattino.

Sbuccia le mele e tagliale a tocchetti, poi mettile in una ciotola ampia con lo zucchero, la cannella e la scorza di limone, mescola e copri. Sciogli 50 g di burro in una padella e lasciaci tostare il pangrattato, poi tieni da parte.

Accendi il forno e portalo a 190°C. Fai fondere il burro rimasto.
Stendi l’impasto usando un mattarello e lavorando sopra un canovaccio pulito e infarinato. Devi ottenere un rettangolo di pasta elastica e sottile. Distribuiscici sopra il pangrattato tostato, poi tutti gli ingredienti del ripieno: le mele (scolale da eventuale succo rilasciato), i pinoli, l’uvetta. Chiudi lo strudel arrotolandolo sul lato lungo e rimboccando la pasta sotto i lati corti. Trasferiscilo su una placca da forno rivestita di carta, inforna e cuoci per 35 minuti.

Lascialo raffreddare bene prima di tagliarlo e cospargilo di zucchero a velo poco prima di servirlo.

 

 

 

Lascia un commento!
14 commenti

Anna Melpignano |

Ciao Csaba, sono Anna.
Ti ho scritto altre volte quando avevo la fissa per la torta di mele; ho capito che l’impasto deve essere piuttosto corposo, per non far affondare le mele, ma ancora non mi riesce sempre bene.
Ho fatto lo strudel di mele utilizzando la pasta fillo, fatta da me, e la prima volta mi è venuto molto bene, a detta degli amici. Poi, disastro!
Anche in questo caso vale la regola del ripieno non troppo umido, o sbaglio?
Piacere di risentirti!
Ti vedo a “Cortesie per gli ospiti” e rimango incantata dalla tua eleganza

csaba csaba |

Cara Anna, è un piacere risponderti. la difficiotà a volte sta anche nelle mese, non tutte sono uguali: più dense, più farinose, più croccanti… il ripieno non deve essere troppo umido. Per il resto… un briciolo di fortuna aiuta! Happy baking

Fabrizio |

Una ricetta sempre di grande gusto!

Marina N |

Una volta almeno si rispondeva….mah!

K@ti@ |

Cmq non ci hai detto cosa fare col restante burro fuso, forse serve per spennellare lo strudel? Non lo sapremo mai…..ma non vedi gli ultimi commenti arrivati???

Federico |

Ricetta super facile e ottimo risultato! Grazie 🙏🏻

Dalila |

Grazie mille Csaba! Ho provato tante ricette di questo buonissimo dolce, fin quando ho trovato la mia, proverò anche questa💕

Rosalba Vergani |

Grazie Csaba…ma la marmellata? Io lo faccio così, cioè senza, ma la cosa mi ha incuriosito. Quale tipo di marmellata. Grazie, buona giornata!

K@ti@ |

Dove hai visto la marmellata??? Forse era il marsala??😎

rosa salvo |

Purtroppo non mi piace la uvetta,cosa posso mettere al suo posto ? grazie

K@ti@ |

Mirtilli rossi ma anche nuente

Marina N |

Buon giorno Csaba, questo è un dolce con il quale ho sempre avuto uno strano rapporto, non mi è mai piaciuto in modo particolare. Ho comunque provato a farlo ma il risultato è stato deludente. La pasta è risultata dura, gli ingredienti usati sono gli stessi , in aggiunta nella ricetta c’era un cucchiaino di aceto. Ho sbagliato io nel procedimento qualcosa o magari era un problema di dosaggio?

Annalisa |

Aceto?

Marina N |

Si un cucchiaino!